1. Benvenuti su propit.it !

    Stai navigando nella nostra community come Ospite. Unisciti a migliaia di persone che si sono già iscritte!

    Avere un account su propit.it è gratuito a vita e ti permetterà di aggiornarti, informarti, condividere problemi, esperienze e soluzioni, in modo piacevole e semplice.

    propit è il primo forum italiano per Proprietari di Casa, Inquilini, imprese e professionisti.

    Crea il tuo Account oggi, è Gratis per Sempre!

l'immagine è stata rimossa.
L'indirizzo internet è stato criptato.
L'indirizzo e-mail è stato criptato.
Il media è stato rimosso.
  1. fabrizio

    fabrizio Membro Ordinario

    Buongiorno,

    dovrei ultimare la compravendita di un immobile , la proposta è stata accettata dal venditore , la documentazione in mano al notaioe a fine mese dovremmo procedere con l'atto.
    Ora mi chiedo, la provvigione all'Agenzia và saldata totalmente oppure è possibile darle un acconto e saldarla definitivamente a rogito concluso?
    Se si in che percentuale? Chiedo questo perchè se il venditore si tirasse indietro all'ultimo minuto avrei anticipato inutilmente il compenso per la mediazione .

    Grazie
  2. JERRY48

    JERRY48 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La provvigione all’agenzia è dovuta in quanto l’affare si è concluso e le vicende successive allo stesso non incidono sul diritto dell’agente a percepire i propri compensi.

    Laddove per motivi a te non imputabili non si dovesse sottoscrivere l’atto definitivo, avrai la possibilità di esperire un’azione legale onde essere risarcito degli eventuali danni subiti.

    D’accordo con l’agenzia si potrebbe corrispondere il compenso provvisionale all’atto definitivo e nulla vi osterebbe in tal senso.
    saluti
    jerry48
    A Jrogin piace questo elemento.
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per il diritto alla provvigione al mediatore ex art. 1755 c.c, l'affare deve ritenersi concluso quando tra le parti poste in relazione dal mediatore si sia validamente costituito un vincolo giuridico che abiliti ciascuna di esse ad agire per l'esecuzione del contratto. Pertanto, anche un contratto preliminare di compravendita deve considerarsi atto conclusivo dell'affare, salvo che le parti abbiano inteso derogare alla disciplina legale attribuendo il diritto alla provvigione al momento della sottoscrizione del contratto definitivo di compravendita.
    A Jrogin piace questo elemento.
  4. MagoMerlino

    MagoMerlino Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Purtroppo, nella mia vita terrena, ho avuto a che fare con diverse situazioni identiche a quelle relative a fabri71. Nonostante le sollecitazioni dell'Agenzia - comunque - mi sono sempre comportato correttamente e cioè: la provvigione all'Agenzia va liquidata al momento della chiusura della compravendita: cioè "al rogito". La trattativa si è sempre conclusa con "piena soddisfazione" di tutte le parti. C'è stata una sola occasione in cui l'Agenzia pretendeva da me il pagamento del compenso prima dell'atto definitivo e, proprio in quel caso la vendita si era dimostrata impossibile a causa di pignoramenti a carico del'immobile in vendita.
    Se avessi pagato la provvigione mi sarei ritrovato con le spese legali a mio carico e chissà quando avrei rivisto i miei soldi.
    Come vedi le fregature ci sono! Fai attenzione e non farti "infinocchiare". La fiducia è una cosa seria!!!!! :amore:
  5. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Concordo con i post di Jerry48 e Nemesis
  6. Riccardo73

    Riccardo73 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Mi permetto di aggiungere un piccolo consiglio (anche se sono una new entry del forum) sulla base dell'esperienza personale: specifica nel preliminare o tramite un atto separato, la percentuale della provvigione da corrispondere all'Agenzia, che in ogni caso non può mai superare il 3% del prezzo di vendita definitivo. Anche per avere in ogni momento un'idea ben precisa di quanto dovrai sborsare. Concordo con quanto scritto nei posts precedenti, sul pagamento "al rogito" e mai prima.
  7. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Premesso che solitamente percepisco il 2%, ci tengo a precisare che la normativa attuale lascia alla libera pattuizione delle parti (agenzia e cliente acquiremte/venditore) il compenso spettante all'AI.
    In mancanza di patti valgono gli usi della CCIAA della provincia ove è ubicato l'immobile oggetto di compravendita. Infine in mancaza anche di usi deciderà il giudice secondo equità.
    Non esiste pertanto, a livello normativo, il limite del 3% del prezzo di vendita definitivo. ;-)

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina