Massimiliano Lusetti

Messaggi del profilo Ultime Attività Messaggi e Discussioni Info

  • Innanzitutto auguri a tutti. Ho acquistato una casa all'asta e solo un mese fa, in occasione di una mia visita all'ufficio tecnico del comune interessato, scopro che la casa questione è priva di abitabilità e la pratica di ristrutturazione dell'immobile risalente al 2006 (prima che venisse pignorata) non è mai stata chiusa, ed anzi per l'ufficio tecnico la casa per come io l' ho acquistata neppure esiste, visto che trattasi del risultato di un frazionamento mai comunicato al comune e che pare non avere neppure i requisiti necessari per essere abitazione a se stante. Pare insomma che il Ctu che ha periziato la casa non si sia mai degnato di visionare la relativa documentazione. Intanto l'ingegnere capo mi ha detto che la situazione deve essere sanata in primis dal geometra che non ha mai effettuato la chiusura dei lavori e poi anche dal Ctu che ha stilato una perizia errata, e se non lo faranno in tempi brevi procedera' a denunciare il tutto alla procura. Cosa ne pensate? Grazie, Rita
    G
    Buongiorno, in merito alla discussione "Impianto Elettrico Condominiale nei Garages e Cantine private" del marzo 2010 in cui Lei ha dato delle risposte molto precise, vorrei chiederLe, siccome ho lo stesso problema nel condominio dove abito e l'amministratore fà finta di nulla, se può indicarmi quale é la norma o la legge di riferimento per gli impianti dei box/cantine condominiali in modo da mettere a posto l'impianto dei box. Attualmente nonabbiamo corrente elettrica ll'interno di box e cantine, abbiamo delle prese esterne e quando serve bisogna collegare un cavo dalla lampada alla presa esterna. Non Le dico quante volte ho chiuso la serranda del box con il cavo attaccato, quanlche volta ho anche preso la "scossa". La ringrazio anticipatamente e le auguro buona giornata. Giorgio Longoni
    buonasera Signor Lusetti ho chiesto la demolizione di un tetto costruito dal vicino in aderenza al muro di mia proprieta( senza che lui abbia chiesto il permesso ) e ad una distanza (sottostante) di 50 cm dalla finestra della mia camera.Ad inizio lavori ho munito tale finesra di inferriate anti intrusione ed il comune mi ha risposto che tale finesra e' ora una luce e non c e' l obbligo della distanza minima di 3 metri.La ringrazio per la possibita' di un consulto sperando in un consiglio.
    Michela
    buon giorno signor massimiliano volevo spiegargli il mio problema da alcuni giorni vedevo che l'acqua calda non aveva piu pressione e invece quella fredda veniva regolare come sempre allora ho chiamato il tecnico della caldaia spiegandogli il problema e nello smontare la caldaia si e accorto che lo scambiatore era intasato dal calcare no perche non e stata fatta la manutenzione ma perche nel paese dove vivo l'acqua che arriva nelle case e piena di calcare si figuri che ogni 3 giorni devo pulire il filtro del rubinetto quindi si e dovuto cambiare lo scambiatore con un costo di 280.00 piu IVA al 20% volevo ho provato a dire se si potava fare il lavaggio ma non era possibile perche a questo tipo di caldaia non poteva essere fatto vorrei sapere a chi tocca pagare questa riparazione grazie per ora e una buona giornata
  • Sto caricando…
  • Sto caricando…
  • Sto caricando…

Ultimi Messaggi sui Profili

Affitto immobile a stranieri ed occupato da più persone
Ho affittato un appartamento ad un ragazzo extracomunitario con regolare contratto registrato, ma ho saputo che adesso in quell'appartamento ci vivono anche altri due ragazzi non parenti tra di loro anch'essi extracomunitari, volevo sapere se hanno diritto a viverci e se ho delle responsabilità e sopratutto corro il rischio di essere denunciato dai miei vicini?
Alto