1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. cinziar

    cinziar Membro Junior

    Buonasera, io e il mio compagno (non siamo sposati) abbiamo 2 bambini siamo residenti e viviamo nella casa dei suoi nonni. Hanno la residenza in questa casa, oltre a noi 4, i nonni e un bis zio del mio compagno. Siamo tutti appartenenti allo stesso nucleo familiare ma in realtà non conviviamo tutti insieme in quanto io e il mio compagno abbiamo una nostra parte della casa, solo l'ingresso è unico, e ogni famiglia gestisce separatamente i suoi soldi.
    Per quanto riguarda il pagamento del ticket sanitario mi hanno detto che io devo far fede al mio 7 e 30, il mio compagno al suo, i suoi nonni al loro 7 e 30 congiunto e il suo bis zio al suo.
    Adesso devo mandare i miei bambini all'asilo nido e all'ufficio scuola mi hanno detto che devo compilare l'ISEE in base a tutti i 7 componenti anagrafici del nucleo familiare, pagando così il massimo della quota mensile.
    C'è un modo per costituire un nucleo fiscale a parte io, i miei bambini e il mio compagno?
    Se si, con quali conseguenze?
    Grazie
    Cinzia
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Tutti i componenti della famiglia anagrafica fanno necessariamente parte del nucleo familiare ai fini ISE/ISEE. Dato che esistono i vincoli ex art. 4 del Regolamento anagrafico tra tutti voi, se condividete la stessa abitazione (come iscritta catastalmente), fate tutti parte della stessa famiglia anagrafica. La condivisione o meno del reddito a nulla rileva. L'unica possibilità che voi tre (il tuo compagno, vostro figlio e te) costituiate una famiglia anagrafica distinta (ciò comporterebbe due stati di famiglia distinti e separati), è quella di far cessare la coabitazione con gli altri membri dell'attuale famiglia anagrafica (cioè voi tre dovete "abitare" in una "distinta" abitazione). Attualmente la vostra situazione non è quella di due famiglie (anagrafiche) conviventi. Ma è quella di un'unica famiglia (anagrafica).
     
    A cinziar piace questo elemento.
  3. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Prova a spiegare la tua situazione all'ufficio anagrafe del tuo comune e chiedendo di tenere distinto il tuo nucleo familiare da quello dei nonni e zio.
    Ai fini dei ticket sanitari, comunque, la situazione attuale non cambia le eventuali agevolazioni in quanto ai fini del ticket vengono considerati il dichiarante il coniuge e gli eventuali familiari a carico.
    Visto che voi non siete a carico dei nonni (e neanche lo ziO), nonno e nonna costituiscono un nucleo a sè, anche lo zio è a sè e voi con i vostri figli (a carico vostro) ne costituite un'altro.
    Ai fini dell'isee purtroppo fa fede lo stato famiglia che risulta dal certificato richiesto in comune: se risultate tutti insieme, si devono conteggiare redditi e beni di tutti. Saluti.
     
  4. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per quanto riguarda l'Asilo sono corrette le risposte già date. Purtroppo vengono conteggiati tutti gli "abitanti" della casa.
    Si potrebbe ovviare facendosi assegnare dai nonni, in "comodato d'uso gratuito", una parte ben distinta della casa composta da camere e servizi autonomi (anche se con entrata unica) da adibire a residenza e domicilio.

    Per quanto riguarda il ticket sanitario, se entrambi i componenti della coppia hanno un reddito dichiarato si avranno due fasce distinte di reddito e non la somma. Se per esempio la signora ha un reddito di 30000 euro pagherà il ticket in base alla fascia 1, mentre se il compagno guadagna 40000 Euro rientrerà nella fascia 2.
    Resta il problema del bambino, che presumo sia a carico della mamma.
     
  5. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista


    Mi sembra un'ottima idea e che la casa sia tale da poter effettuare questa divisione interna... Ovviamente il comodato è da registrare.
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'abitazione è unica? Unica famiglia anagrafica. Indipendentemente dal titolo con cui si occupa quella abitazione.
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Irrealizzabile, finché coabiteranno.
     
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se l'abitazione a un'unica entrata e impossibile elevare il numero dei nuclei familiari, e pertanto fa calcolato il reddito di tutti nello stesso nucleo cioè uno
     
  9. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Siete sicuri sicuri ????

    E chiedere al comune ?
     
  10. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Visto che siamo in tema, avrei bisogno di una risposta in caso di affitto nell'ambito dell'abitazione principale delle singole camere a studenti. Risulteranno anche loro sullo stato famiglia del locatore, visto che coabiteranno???
    Se il locatore dovesse fare un ISEE per qualche motivo, dovrà indicare anche beni e redditi degli studenti (o anche lavoratori, perchè no) solo perchè vivono con lui??? Grazie.
     
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Leggi l'art. 4 del Regolamento anagrafico (D.P.R. n. 223/89) che avevo già citato.
    Se esiste almeno uno tra i vincoli ivi indicati, tutti i coabitanti formano necessariamente un'unica famiglia anagrafica. Se invece tra i coabitanti non esiste nemmeno uno di quei vincoli, esisteranno più famiglie anagrafiche, coabitanti ma anagraficamente distinte. La famiglia anagrafica può essere costituita anche da una sola persona.
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La famiglia anagrafica è una cosa. Il nucleo familiare è un'altra cosa. E il nucleo familiare è variamente definito, a seconda del procedimento amministrativo interessato. Era stato già affermato che nel caso del nucleo familiare ai fini ISE/ISEE questo necessariamente comprende tutti i componenti della famiglia anagrafica. Nel caso dell'esenzione dei ticket sanitari, invece, è un'altra storia.
     
  13. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se mio fratello mi chiedesse una stanza in affitto per viverci con la sua ragazza, non vorrei certo considerarlo nel mio nucleo familiare insieme ai miei figli e coniuge......La signora in questione non è parente dei proprietari non essendo coniugata con il nipote dei proprietari stessi.... Nella discussione si parla di comodato gratuito ma potrebbe benissimo essere un contratto di affitto.....La situazione cambierebbe?? i nonni affittano alla famiglia del nipote una porzione della loro casa.....
     
  14. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    purtroppo è così, anagraficamente siete un nucleo unico e fate il cumolo dei redditi unico per il TICKET proprio
     
  15. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sarebbe necessariamente nella tua famiglia anagrafica. Il nucleo familiare è altra cosa. Speriamo di non ripeterlo più, almeno in questa discussione.
    Ma i suoi figli e il suo compagno sì. Quindi è inutile ricorrere a contratti di locazione o a contratti di comodato. TUTTI quei soggetti coabitano nella STESSA abitazione. Formeranno un'unica famiglia anagrafica fino a quando esisterà la coabitazione.
     
  16. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il nucleo familiare ai fini del ticket sanitario NON si identifica con la famiglia anagrafica. E il nucleo familiare ai fini del ticket sanitario NON si identifica con quello relativo all'ISE/ISEE.
     
  17. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    IO comunque, leggi o non leggi, un tentativo presso il Comune lo farei. Non credo che facciano pagare dei diritti di interpello :p:p
     
    A essezeta67 piace questo elemento.
  18. cinziar

    cinziar Membro Junior

    contratto di comodato?

    La casa è grande, infatti all'interno è divisa in due, anche se l'ingresso è in comune.
    Come funziona questo affitto di comodato? In tal caso poi devo pagare tutte le varie tasse (rifiuti, IMU, ecc?), che al momento pagano solo i nonni, in quanto risulteremo 2 unità abitative diverse?
     
  19. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La registrazione di un contratto di comodato sarebbe del tutto inutile ai fini della scissione dell'attuale famiglia anagrafica. Per ottenere ciò, come avevo già scritto e motivato, occorre necessariamente che cessi l'attuale coabitazione. Occorre una variazione catastale, in modo che all'interno di quel fabbricato vi siano due abitazioni distinte.
     
  20. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se sono sullo stesso piano, con un unico accesso, non potrai mai fare due nuclei familiare per il comune e per il cumilo dei redditi ai fini ticket sanitario
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina