1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. GfM44

    GfM44 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti, a fine ottobre 2017 ho accettato la richiesta dell'inquilino per la risoluzione anticipata di un contratto di locazione (3+2) con cedolare secca. Dal 1 novembre 2017 l'appartamento è a disposizione anche perché nel frattempo è stato messo in vendita. Nel compilare l'Unico 2018 e relativo F24 utilizzando il sistema online dell'Agenzia delle Entrate, pur riconoscendo un credito per il 2017, mi viene comunque richiesto l'acconto per il 2018. Naturalmente l'appartamento è stato dichiarato a disposizione per il periodo novembre dicembre 2017. Come è possibile?
    Grazie
     
  2. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Storico

    Proprietario di Casa
    SE prevedi, come hai specificato, di non aver alcun reddito da locazione per l'anno 2018, puoi tranquillamente "eliminare" l'acconto precompilato dall'Agenzia delle Entrate.
    Nel Mod. 730, è sufficiente barrare:
    Quadro F6 casella 5.
    Nel Modello redditi:
    scrivi o (zero) nel Codice LC2
     
  3. GfM44

    GfM44 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie, risposta chiara e risolutiva
     
  4. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La risposta di Alberto sarà anche praticamente corretta (non ho verificato): ritengo utile ricordare le regole.

    Gli acconti IRPEF o Cedolare, si versano normalmente su base storica: di regola quindi sono calcolati sui redditi dell'anno d'imposta appena concluso. Non succede niente se il reddito futuro sarà superiore

    C'è sempre però la possibilità di ridurli, se si è certi che non si avrà più quel medesimo reddito: attenti però; se la riduzione (o l'azzeramento) risulterà inferiore alla percentuale da versare preventivamente, si verrà sanzionati.

    Una ultima avvertenza: gli alloggi non locati o a disposizione, incidono a vario titolo per la quota di rendita catastale, sui redditi (soggetti o non soggetti ad IRPEF, a seconda siano soggetti ad IMU ecc)
     
  5. GfM44

    GfM44 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie per le precisazioni
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi