1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. FUENTES

    FUENTES Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Nel 730 precompilato l' Agenzia mi invita ad inserire nei redditi da fabbricati anche un appartamento ereditato da mia madre diviso in tre quote uguali tra mio padre (che ha diritto di abitazione come prima casa) mia sorella e me ( io abito in un'altra casa). Probabilmente l'Agenzia non ha ricevuto dal Catasto questa precisazione . Nemesis su questo sito nel 2012 scriveva: Al coniuge superstite è riservato il diritto di abitazione sulla casa adibita a residenza familiare (se di proprietà del coniuge defunto o comuni). Pertanto è l'unico soggetto passivo d'imposta, sia ai fini dell'IMU sia ai fini dell'IRPEF. L'IMU la pagherà solo lui, come se fosse possessore al 100%. I figli comproprietari non devono pagare nulla e non devono indicare quell'immobile nella loro dichiarazione dei redditi.
    E'
    ancora valido ciò?
     
  2. anna p.

    anna p. Membro Junior

    Proprietario di Casa
    stessa cosa anche a me. Ho donato il diritto di abitazione della mia quota di casa ereditata dai genitori, a mia sorella,proprietaria dell'altra quota, con regolare atto notarile. E mia sorella ha sempre portato in dichiarazione tutta la casa (per lei prima casa) accollandosene tutte le spese. Ora l'AdE , pur avendo acquisito l'Atto di donazione, sul mio 730 precompilato dice che risulta un bene immobile non dichiarato.
    Quindi pongo la stessa domanda di Fuentes
     
  3. FUENTES

    FUENTES Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Preciso che io non ho donato nulla, la casa risulta mia per un terzo, ma nell'atto di successione presentato alla Agenzia è scritto che "si chiedono i benefici di prima casa" (art 69.comma 3.L342/2000) e diritto di abitazione per mio padre art 540 C.C.
    Nel 2014 il CAF mi aveva cancellato tale proprietà dal 730 che avevo presentato, ora ricevendo dal Catasto le informazioni, L'Agenzia mi chiede (non mi obbliga) di integrare eventualmente il quadro redditi da fabbricati.
     
  4. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non è cambiato nulla: spetta all'usuario, o usufruttuario, dichiarare l'immobile.
    Il diritto di abitazione è equiparato fiscalmente all'usufrutto. Unica differenza è che non è cedibile.

    Ci sarebbe da chiedersi: se uno invia il 730 precompilato sena modifiche, con errori o dimenticanze della AdE, come verrà a trovarsi visto che affermano che sul 730 precompilato non modificato non verranno fatti controlli?

    Nel vostro caso forse è diverso, perchè la stessa AdE forse dichiara che è necessaria una integrazione. Ma per altri?
     
    A anna p. piace questo elemento.
  5. anna p.

    anna p. Membro Junior

    Proprietario di Casa
    grazie, basty
     
    A basty piace questo elemento.
  6. anna p.

    anna p. Membro Junior

    Proprietario di Casa
    ma nel nostro caso, per scongiurare il controllo,bisognerebbe assecondare l'AdE effettuando l'integrazione, anche se la richiesta è infondata?!?
     
  7. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma per favore....: tu dichiara quello che è giusto, ma non vedo perchè devi addossarti un immobile che non ti compete.
     
  8. anna p.

    anna p. Membro Junior

    Proprietario di Casa
  9. FUENTES

    FUENTES Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Bene, seguendo quanto riportato sopra e anche quanto indicato a suo tempo dal CAF INAS , ritengo che non si debba indicare nei redditi da fabbricati un immobile abitato come prima casa da un padre con diritto di abitazione anche se parzialmente di proprietà del figlio. Se si indica si paga l'IRPEF perché sul 730 non c'é un codice che specifica questa situazione.
    Probabilmente l'Agenzia non dispone di questo dettaglio (che non compare in genere nella visura catastale). Se l'Agenzia controllerà il 730 , anche in presenza di modifiche, e solleverà richieste di chiarimenti occorrerà giustificare la cosa. Non bisogna in ogni caso scrivere il falso. Per ogni evenienza, probabilmente telefonerò al call center dell'Agenzia.
     
  10. FUENTES

    FUENTES Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Dopo altre ricerche mi risulta che l'appartamento di cui sono comproprietario ma risulta prima casa per mio padre vada dichiarato nel 730 con il codice 10. Infatti sulle istruzioni c'è scritto:

    CODICE 10 - ABITAZIONE O PERTINENZA DATA IN USO GRATUITO A PROPRIO FAMILIARE

    Il codice deve essere utilizzato per dichiarare un’abitazione o pertinenza data in uso gratuito a un proprio familiare a condizione che lo stesso
    vi dimori abitualmente e ciò risulti dall’iscrizione anagrafica.
    Il medesimo codice è utilizzabile per indicare un’unità immobiliare in comproprietà utilizzata come abitazione principale di uno o più comproprietari, diversi dal dichiarante.
    Per tale tipologia di immobile il contribuente non è tenuto a versare né l’IRPEF né le relative addizionali.
    L’imposizione è stata, infatti, già effettuata tramite il versamento dell’IMU
    .








































































































































































     
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No. Il soggetto passivo d'imposta è il titolare del diritto di abitazione. Quindi non va dichiarato dai comproprietari.
    Come chiaramente specificano le istruzioni per la compilazione del quadro RB del Mod. Unico:
    In caso di usufrutto o altro diritto reale (es. uso o abitazione) il titolare della sola “nuda proprietà” non deve dichiarare il fabbricato. Si ricorda che il diritto di abitazione spetta, ad esempio, al coniuge superstite ai sensi dell’art. 540 del Codice Civile, tale diritto si estende anche alle pertinenze della casa adibita ad abitazione principale.

    E (quasi identicamente) quelle del quadro B del Mod. 730:
    In caso di usufrutto o altro diritto reale (es. uso o abitazione) il titolare della sola “nuda proprietà” non deve dichiarare il fabbricato. Si ricorda che il diritto di abitazione (che si estende anche alle pertinenze della casa adibita ad abitazione principale) spetta, ad esempio, al coniuge superstite (art. 540 del Codice Civile).
     
    Ultima modifica: 9 Maggio 2016
  12. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ti risulta che l'ADE in tali casi richieda la registrazione del Comodato d'uso Gratuito ?
    Grazie in anticipo.
    N.B. Scusa @FUENTES , se sei ancora in linea e sei ancora in tempo per fare le modifiche, potresti eliminare quell'enorme spazio bianco che hai lasciato in fondo alla pagina ?
    Muchas gracias .
     
    Ultima modifica: 9 Maggio 2016
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  14. margheritaviola

    margheritaviola Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Scusate se mi intrometto, anche io ho il problema di Fuentes.
    Ma il codice 10 dove lo debbo mettere nel 730 di mamma o nel 730 mio ?
    Mio padre è morto ed io mia madre e mia sorella siamo eredi.
    La casa è rimasta alla mamma che paga tutte le spese e le tasse. Io e mia sorella abitiamo in altre case nostre.
    Nel mio 730 precompilato anche a me hanno scritto che in catasto risultano altri immobili e che debbo eventualmente completare il quadro B.
    Come lo completo il quadro B ?
    Scrivo la rendita catastale della casa di mamma per 1/3 ? e poi mi fanno pagare le tasse che invece art. 540 CC spettano a mamma!!!
    E sul 730 di mamma che abita di diritto nella casa cosa scrivo ?
    :disappunto::disappunto::disappunto:
    Grazie se mi aiutate :stretta_di_mano:
     
  15. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    In nessuno dei due.
    Devi dichiarare solamente gli immobili diversi da quello sul quale tua mamma ha il diritto di abitazione. Quella casa non deve figurare sul tuo 730!
    Per quella casa:
    - codice utilizzo 1, dato che è la sua abitazione principale;
    - quota di possesso 100%.
     
    A margheritaviola piace questo elemento.
  16. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La registrazione del Comodato d'uso (quando trattasi di vero comodato) va registrata solo ai fini della esenzione o riduzione dell'IMU per u.i. concesse a parenti di primo grado.

    Nei casi qui citati, non è nemmeno comodato: è equiparato a usufrutto, per cui il titolare del diritto d'abitazione (anche se non evidenziato a catasto) dichiara:
    - abitazione principale
    - percentuale di possesso 199%
     
  17. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Per gli anni 2014 e 2015 i comuni potevano considerare direttamente adibita ad abitazione principale l'unità immobiliare concessa in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che la utilizzavano come abitazione principale, prevedendo che l'agevolazione operasse o limitatamente alla quota di rendita risultante in catasto non eccedente il valore di 500 euro oppure nel solo caso in cui il comodatario appartenesse a un nucleo familiare con ISEE non superiore a 15.000 euro annui.
    Ma la norma statale che prevedeva tale (eventuale) agevolazione non prescriveva espressamente che il contratto di comodato dovesse essere registrato. Infatti non tutti i comuni che avevano deliberato l'agevolazione richiedevano tale registrazione.
    Da quest'anno, invece, la norma agevolativa in vigore prevede la riduzione del 50% della base imponibile IMU (e TASI), alle (diverse) condizioni stabilite (sottratte alla potestà regolamentare dei comuni), ma la registrazione del comodato è necessaria.
     
    Ultima modifica: 9 Maggio 2016
    A alberto bianchi e basty piace questo messaggio.
  18. FUENTES

    FUENTES Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    In ogni caso anche dichiarando l'abitazione prima casa del genitore superstite (prima casa) con il codice 10 lasciando in bianco "casi particolari IMU" , il dichiarante del 730 non dovrebbe pagare alcuna IRPEF ( e neppure IMU).
    Mi spiace per lo spazio lasciato a fondo pagina, ma purtroppo ora non riesco a rimediare.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  19. margheritaviola

    margheritaviola Membro Junior

    Proprietario di Casa
     
  20. margheritaviola

    margheritaviola Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie Nemesis mi hai tolto un pensierone !!!
    Ti ringrazio tanto
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina