1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Ganesha

    Ganesha Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno. Anni fa ho affittato un appartamento uso ufficio dotato di scaldabagno. Adesso l'inquilino mi comunica che lo scaldabagno è rotto e va sostituito. A chi spetta pagare la sostituzione, a lui o a me? Grazie
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    A meno che la necessità della sostituzione non dipenda da colpa dell'inquilino, la spesa grava su di te poiché, ex art. 1575, n. 2 c.c., devi mantenere costantemente l'immobile in stato da servire all'uso convenuto.
     
    A possessore piace questo elemento.
  3. Ganesha

    Ganesha Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
  4. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Forse lo scaldabagno non si può riparare?
     
  5. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se lo scaldabagno è elettrico, quando si "rompe", la corrosione, favorita dalla temperatura pressoché costante, ha bucato il serbatoio. Non c'è alternativa, va sostituito. Mentre, se è a gas, è riparabile in quanto è dotato di una serpentina in rame che si scalda solo con il passaggio dell'acqua. Questo tipo di caldaia è dotato di una membrana in materiale gommoso soggetto a deterioramento. E' un problema che si manifesta molto raramente.
     
    A possessore piace questo elemento.
  6. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    Lo scaldabagno, cioè il produttore di sola acqua calda sanitaria, non è un accessorio da fornire obbligatoriamente da parte del locatore, salvo che la caldaia non serva anche al riscaldamento dell'immobile (nel qual caso è obbligatorio che ci sia). Tanto premesso, purtroppo, dopo numerose esperienze negative, non fornisco lo scaldabagno (soprattutto quello elettrico); ma, nel caso ci fosse già o decidessi di fornirlo, specifico nel contratto che non fa parte della locazione, è qualcosa in più che viene regalato, la manutenzione ordinaria e straordinaria è a carico del conduttore e, in caso di guasto irreparabile potrà essere sostituito dal conduttore con altro apparecchi di identiche prestazioni. Quindi, a mio avviso, se lo scaldabagno è stato fornito e nel contratto viene citato e non è stata inserita la clausola di cui sopra, dovrà essere sostituito dal locatore.
     
    A possessore piace questo elemento.
  7. Fagiani Sarah

    Fagiani Sarah Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Per logica e buon senso al proprietario, dato che l'affittuario una volta che se ne va non se lo porta certo via e verrà utilizzato dai successivi inquilini. Qualora però lo installasse di tasca propria è liberissimo di smontarlo e farci l'uso che preferisce.
     
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se tu prendi in affitto un'abitazione nuova, difficilmente la trovi con lo scaldabagno installato, come non trovi i lampadari. Quello che tu aggiungi è tuo e quando andrai via te lo potrai portare con te. Mentre se dovesse difettare un rubinetto a causa dell'usura, dovrai provvedere tu alla manutenzione ed ovviamente non potrai portartelo via. Ritengo che lo stesso discorso debba essere fatto per lo scaldabagno che, dopo averlo sostituito, continuerai ad utilizzarlo tu.
     
  9. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    Non credo proprio: se un apparecchio a fornitura non obbligatoria (come la caldaia per il riscaldamento) viene comunque fornito dal locatore, è riportato in contratto e in esso non sono espresse clausole esclusive, la manutenzione straordinaria dell'apparecchio e la sua eventuale sostituzione ricadono sul locatore e non sul conduttore (vedi il mio intervento sopra), come pure (SIC!) la responsabilità per eventuali danni causati dall'apparecchio stesso al conduttore, all'immobile e a terzi (per esempio, se si fornisce una macchina del gas e questa scoppia cusando ustioni al conduttore ed un incendio, il locatore risponde di tutto perchè avrebbe fornito un apparecchio difettoso...) a causa di malfunzionamento. A mio parere conviene fornire solo l'obbligatorio; se si vuole fornire qualche altra cosa è bene specificare le clausole di fornitura.
     
  10. Estathe

    Estathe Membro Attivo

    Se è da sostituire è a carico del proprietario se è da riparare paga l'inquilino.
     
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Dipende dalle cause che richiedono la sostituzione o la riparazione.
     
  12. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    Mi sembra un pò troppo semplicistico: forse non hai letto quanto scritto in prececdenza.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina