1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. nikkino80dc

    nikkino80dc Membro Attivo

    Caso: un piccolo agglomerato di case è raccolto attorno a una stradina privata, unico accesso sia carrabile che pedonale ad ognuna delle abitazioni. Arriva il tempo di rifare il manto stradale.
    Tutti sono concordi di partecipare pro-quota e non per millesimi. Un condomino, una vecchia signora senza auto nè mezzi a motore, ha un titolo di proprietà che esclude l' accesso carraio e il posteggio di auto all'interno del proprio condominio (a cui si accede sempre dalla stradina privata).
    Quesito: può costei chiamarsi fuori dalle spese di rifacimento della strada dal momento che non possiede auto, né diritti di accesso carrabili (sì alla stradina) ma non al condominio ove abita?
    Eventualmente, qualora non potesse chiamarsi fuori dal contribuire, potrebbe eccepire di dove pagare sulla base dei millesimi di proprietà e non sulla base di quanto deciso dalla maggioranza degli abitanti dell' agglomerato, per diritto di quota?
    Quesito per veri esperti della comunione (non della chiesa ma quella degli edifici).
    Rispondere con cognizione e dovizia, buttando un occhio al diritto e un occhio alle sentenze, meglio citando la Cassazione Civile.
     
  2. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Con quanto hai scritto penso che non troverai risposte. Così chiedi di avere un consulto specifico che solo un professionista che visioni i luoghi i diritti e la conformazione delle varie proprietà, cosa che rientra nella fattispecie di incarico professionale che comporta un'adeguata parcella.
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  3. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusatemi, la stradina e' al servizio di un agglomerato. Sarà questo agglomerato a pagare le spese. Il problema non sorge per la "vecchietta", bensì per tutti. Solo in presenza di delibere condominiali che confermano tale decisione, tutti sarebbero chiamati a pagare. Perché tutti usufruiscono del bene. Poco importa se a cavallo o in calesse. Il problema sorge quando si va a verificare di chi è la stradina. È proprietà delle palazzine? In che misura? Fa parte delle proprietà comuni, nello specifico, della palazzina in cui abita la signora? Dopodiché il responso e' semplice
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La signora vola oppure transita sulla stradina a piedi???
     
  5. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Art. 1107 Impugnazione del regolamento
    Ciascuno dei partecipanti dissenzienti può impugnare davanti all'autorità
    giudiziaria il regolamento della comunione entro trenta giorni (2964)
    dalla deliberazione che lo ha approvato. Per gli assenti il termine
    decorre dal giorno in cui e stata loro comunicata la deliberazione.
    L'autorità giudiziaria decide con unica sentenza sulle opposizioni
    proposte (1109).
    Decorso il termine indicato dal comma precedente senza che il regolamento
    sia stato impugnato, questo ha effetto anche per gli eredi e gli aventi
    causa dai singoli partecipanti.
    Art. 1108 Innovazioni e altri atti eccedenti l'ordinaria amministrazione
    Con deliberazione della maggioranza dei partecipanti che rappresenti
    almeno due terzi del valore complessivo della cosa comune, si possono
    disporre tutte le innovazioni dirette al miglioramento della cosa o a
    renderne più comodo o redditizio il godimento, purché esse non
    pregiudichino il godimento di alcuno dei partecipanti e non importino una
    spesa eccessivamente gravosa.

    Nello stesso modo si possono compiere gli altri atti eccedenti
    l'ordinaria amministrazione, sempre che non risultino pregiudizievoli
    all'interesse di alcuno dei partecipanti.
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se esiste una deliberazione che l'abbia approvato. Non è detto che ciò sia avvenuto nella fattispecie in discussione e in ogni caso il termine di trenta giorni per impugnarlo sarà con tutta probabilità spirato.
     
  7. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    L'OP ha scritto "arriva il tempo di rifare il manto stradale", quindi possiamo ipotizzare che è una intenzione.
    Poi dalle domande che fa, si desume che nessuna decisione assembleare è stata presa, per cui il termine di 30 gg. non è da prendere ancora in considerazione.
     
  8. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Nell'atto di acquisto dell'appartamento c'è un riferimento alla strada, in quanto con l'acquisto dell'u.i si è acquistato anche, in modo indivisibile, la stessa. Lì ci dovrebbe essere anche il riferimento diretto o indiretto alla ripartizione delle spese in caso di lavori (come in questo caso).
     
  9. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Veramente nell'atto di acquisto, a quel che sappiamo, c'è un riferimento all'impossibilita' per la signora di parcheggiare negli spazi interni condominiali. Non e' detto che sia una proprietà comune. E' privata. Lo dice il nostro amico. Non sappiamo a chi appartiene. Noi possiamo dire che la spesa sicuramente deve essere deliberata da coloro i quali hanno la proprietà della stradina.
     
  10. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Puoi spiegare il fatto che la signora abbia titolo di proprietà e l'esclusione dell'accesso carraio e posteggio auto?
    E' proprietaria della stradina solo con diritto di passaggio pedonale per raggiungere la sua abitazione?
    A mio parere non dovrebbe partecipare pro quota assolutamente.
     
  11. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    e quindi sostenuta.
     
  12. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Ma il dilemma è questo: da chi?
     
  13. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dai proprietari. Ma la maggioranza in questo caso può obbligare una minoranza, in questo caso la signora, a partecipare alle spese? La strada e' in condominio certamente, (speriamo almeno questo) in questo caso entrano in gioco le disposizioni valide per un condominio vero e proprio costituito?
     
  14. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Qui entra in gioco questo articolo.
     
  15. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Certamente. E alla votazione e alla spesa parteciperanno solo quelli che hanno i titoli di proprietà, quindi. E con i due terzi a favore i proprietari sono obbligati alla partecipazione.
     
  16. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Paga solo chi all'assemblea partecipa (perché ne ha titolo: è comproprietario della strada) e delibera (a maggioranza). Chi non partecipa non paga.
     
  17. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    della stradina. La signora, esibendo il contratto di compravendita della casa, potrebbe dimostrare di non essere comproprietaria della stradina.
     
  18. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quindi il citato art. 1107 c.c. c'entra come i cavoli a merenda.
    Interessante. Per non essere tenuti a partecipare alle spese, basta non essere presenti all'assemblea che delibera i lavori! :shock:
     
    Ultima modifica: 3 Marzo 2014
  19. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Scusa perché non ti rivolgi ad un pool di avvocati anziché esporre il caso in questo forum che è frequentato da persone che esprimono il proprio parere sulla base delle proprie esperienze professionali, sulle proprie riminiscenze scolastiche e cercando di usare il buon senso?
    La raccomandazione é superflua mentre la domanda non è molto chiara. La signora di cui si parla è proprietaria di una unità immobiliare inglobata in un edificio condominiale al quale si accede per mezzo di una stradina privata che serve anche altri condomìni? Oppure la signora è proprietaria di una singola unità immobiliare isolata ed il condominio di cui si parla è formato da diverse singole unità immobiliari isolate (tanto per chiarire: villette unifamiliari)?
     
    Ultima modifica: 3 Marzo 2014
  20. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se la signora è comproprietaria e nel suo atto d'acquisto non è indicato che ha il solo diritto di passaggio pedonale è costretta ad intervenire come gli altri. D'altronde, sebbene attualmente non ne usufruisca a pieno, potrebbe, lei o chi per lei, variare il suo attuale godimento, realizzando un ingresso carrabile.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina