1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. vic20

    vic20 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    fra pochi giorni scade il mandato all' agenzia, disdetto con AR molti mesi prima.
    io ho dato sulla parola le chiavi dell' appartamento all' agenzia ora loro per darmi le chiavi vogliono che io firmi una ricevuta che mi hanno dato le chiavi. ho la mail nella quale c'e' il foglio di ricevuta con la data di 3 mesi fa.
    1- e' giusto che io firmi un foglio per ricevuta delle chiavi.
    2- questo signore quando gli ho firmato il mandato si e' fotocopiato il mio rogito la mia carta di identita' e codice fiscale, queste fotocopie me le deve ridare indietro?
    siccome sicuramente non mi dara' indietro le fotocopie dei miei documenti ci e cf, come posso fare per averli: es. finanza, forze dell' ordine, polizia locale, garante privacy.
    siccome ho letto che la fotocopia della carta di identita' e codice fiscale sono autorizzati solo quando si acquista una sim o si fa un contratto luce gas perche' l' agenzia ha voluto fare la fotocopia dei miei documenti?
    ne ha diritto?
    come faccio a sapere che questi dati personali non vengano usati a mia insaputa per scopi illeciti?
     
  2. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Con la premessa che io non sono un agente immobiliare, secondo me i documenti che deve dare all'agente immobiliare chi si accinge a sottoscrivere un mandato di autorizzazione a trovare acquirenti per un appartamento che vuole vendere sono:
    - La planimetria catastale conforme allo stato in cui si trova l'appartamento completa di una recente visura catastale dalla quale, anche se non probante, si possa risalire a chi risulta avere il titolo di proprietà.
    - Documento di identità di chi risulta avere il titolo di proprietà. Se sono marito e moglie in comunione di beni ci vogliono entrambi le Carte di Identità ma sopratutto nel mandato a vendere occorre che compaiono entrambi. Con la C.I. si risale facilmente al C.F.
    - La documentazione di regolarità urbanistica
    - L'Attestato di Prestazione Energetica (APE)
    Poi devi dare le chiavi.
     
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Mi sembra logico che debbano avere la prova che ti hanno reso le chiavi.
    Se anche ti rendesse la fotocopia della ci e del cf, se avesse idee truffaldine potrebbe farsene un'ulteriore copia a tua insaputa. Comunque i soli documenti non permettono di raggiungere il disegno paventato, occorre anche la firma che a quel punto sarebbe falsa e solo in quel caso si può perseguire penalmente.
     
  4. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ...e meno male che non gli ha dato anche la fotocopia della carta di credito avanti e retro.
     
  5. ACTARUS

    ACTARUS Membro Attivo

    Guianco ha ragione. Anche loro hanno diritto a ricevere firme di ricevuta sui documenti o chiavi che ti hasnno restituito. Mi sono rivolto più volte ad agenti immobiliare ma ho sempre preteso una firma di ricevuta su ogni documento che gli ho dato, e loro facevano lo stesso coon me (ed ho modificato spesso le clausole, a volte approssimative o che non mi convenivano).
    Io richiederei indietro anche i documenti, anche in copia, dato che in agenzia girano anche persone di pulizia, stagisti ecc. Non vedo perché dovrebbero farne loro fotocopie o malversare; comunque così sei garantito e hai documentato che li avevano posseduti, se dovessero succedere cose strane, poco probabilli peraltro.
    Oramai non puoi più fidarti neppure dei parenti, figuriamoci degli estranei abituati alle chiacchere convincenti.
     
    A vic20 e alberto bianchi piace questo messaggio.
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Pansa quante fotocopie di documenti circolano nel mio ufficio dove ad ogni delega o autocertificazione deve essere allegata una copia del documento d'identità.
     
  7. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    si delinea dalle considerazioni precedenti una quadro affatto consono alla fiducia e professionalità che il mediatore dovrebbe riscuotere e dimostrare...
     
  8. vic20

    vic20 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    dopo questa esperienza con cui hanno tolto le pubblicita' e cartello vendesi dall' appartamento 3 mesi prima della scadenza del mandato, mi hanno svenduto i box e poi non sono piu' riusciti a vendere l' appartamento, mai e mai piu'.
    provate a dare su google furti di dentita' e vi renderete conto del fenomeno.
     
  9. vic20

    vic20 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    quando fai un prestito la firma viene controllata per modo di dire.
    per conto mio mai dare a nessuno carta di identita' e codice fiscale.
     
  10. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se la pensi così credo che non andrai molto lontano in un paese dove tutto deve essere autocertificato con fotocopia del documento d'identità allegata, che passa di mano in mano. L'imbroglio si verifica non perché alleghi la copia del documento, ma perché viene falsificata la firma. Comunque abbi fede perché il documento deve essere in corso di validità ed ogni dieci anni vanno rinnovati.
     
  11. vic20

    vic20 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    speriamo in bene
     
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    scusa mi sembra che abiti a Milano dove c'è una fame perenne di box e posti auto e tu fai vendere i posti auto e non ne lasci neanche uno in abbinamento alla casa? Tra l'altro c'é anche una legge (non vorrei sbagliare la Tognoli ex sindaco di Milano) che legava i posti auto agli appartamenti. E tu dove eri? in fondo hai dato il benestare. Sarai andato da un notaio dove hai firmato tu la vendita dei box o hai venduto per corrispondenza. Poi sul vendere o svendere vai sul sito dell' Agenzia delle Entrate quotazioni immobiliari per vedere quanto l'Agenzia delle Entrate valuta i box/posti auto. Forse avresti dovuto farlo prima. Comunque dando l'incarico non hai fissato dei prezzi minimi al di sotto dei quali non avresti accettato di vendere? Infine se era la prima tua esperienza nel vendere uno o più immobili forse sarebbe stato il caso di farti assistere da un avvocato o da un geometra o da un altro professionista del settore edilizio.
    cosa c'entra il prestito con la vendita della casa e dei box?
     
    A vic20 piace questo elemento.
  13. vic20

    vic20 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    quoto in toto quello che hai detto. i box sono stati costruiti dopo gli appartamenti qundi non sono abbinati. e' una lunga storia. il mandato che mi ha fatto firmare (ero esaurito in quel periodo per causa che due imprese che hanno fatto i lavori mi hanno truffato). tornando all' AI ha visto che avevo la faccia un po' cosi' mi ha fatto firmare un mandato al 4% che si rinnova di anno per anno. dopo ha tentato di fare il furbo vendendo solo l' appartamento e non c'e' riuscito cosi' ha venduto col mio benestare i box a 13K mentre lui li voleva vendere a 10k e come fa di solito voleva 1 k per box da entrambi. invece gli ho dato il 4 + IVA con fattura.
    dopo voleva farmi firmare che mi consegnava le chiavi prima della fine del mandato e prima ancora voleva farmi firmare che disdivo il mandato cosi' perdevo il 3% + il 4% +IVA se vendevo a quel signore.
    ogni volta che vado in agenzia e gli sottolineo le cose strane del mandato che non e' chiaro per niente lui risponde che io minaccio invece di chiarirle.
    insomma lui smentisce sempre che questo potrebbe essere un contratto capestro.
    insomma per lui quando chiedi chiarimenti scomodi che dovrebbero passare nel dimenticatoio subito esce con questa calunnia.
    le ultime volte lasciava accese le luci dell' appartamento giorno e notte per dispetto.
    ps al giorno d' oggi basta dare fotocopia ci e cf e leggo di parecchia gente che si e' vista dopo mesi prestiti a loro nome, ne e' pieno il web.
    come si fa a vedere il valore sul sito dell' agenzia delle entrate, grazie.
     
  14. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    cosa aspetti a farti accompagnare da un avvocato quando ti rechi dalla A.I.? Così... in modo informale, lo presenti come un conoscente che si trovava con te per caso, e che ha deciso di accompagnarti.
    Agenzia delle Entrate - Osservatorio del Mercato Immobiliare - Quotazioni immobiliari
     
    A vic20 piace questo elemento.
  15. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non mi ero mai posto la domanda: ma credo che proprio per quanto dici, dovresti rilasciare anche tu una certificazione su chi è il responsabile della tenuta dei dati sensibili, e garantire la corretta conservazione. O sbaglio?
     
  16. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    No, io vengo delegato dal cliente a svolgere certe ricerche, a richiedere o a consegnare certi documenti in sua vece. Rilascio sempre una copia della delega tale a quella che mi viene sottoscritta e che devo consegnare all'ufficio dove lo rappresento. Mi spieghi perché quando rilasci una copia del tuo documento alla banca o ad un ufficio pubblico non ti rilasciano ricevuta e se la richiedi, ti ridono in faccia, ben sapende che se uno volesse potrebbe fotocopiarla e/o scannerizzarla per farne quante copie vuole? Il documento serve per dimostrare che il titolare è consapevole che la delega risulta sottoscritta con il suo nome. E' ovvio che se la firma è falsa ne risponderà il delegato. Comunque, il prestito lo rilasciano al titolare non ad un delegato. In tal caso è sufficiente fare una denuncia per bloccare il disegno criminoso.
     
  17. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non mi riferivo a questo: è evidente che hai il diritto-dovere di chiedere ed avere i documenti e la delega per fare certe pratiche.

    Penso però che chi tratta i dati di terzi, oggi per la legge sulla privacy debba rispondere della conservazione di quei dati: questo succede presso le associazioni, istituti di assistenza, ecc. Forse non sono pignoli coi professionisti, ma mi pare che il problema non sia diverso.

    Che poi il tutto si riduca spesso solo ad ennesimo adempimento burocratico, è probabile.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina