1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Un dubbio. Passando dalla vecchia targa delle auto alla nuova le province non erano già state abolite? C'era bisogno di ri-abolirle?
     
  2. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Vogliono fare lo stracotto.
     
  3. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Non erano abolite, sulla targa europea nuova; quella con la strisci blu a sinistra dove trovi l'anno di immatricolazione, non era obbligatorio attaccarci l'adesivo della provoncia di appartenenza. Le Province esistevano e tuttora svolgono incarichi visto che per abolirle devi modificare il titolo 5 della Costituzione.
     
  4. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    le province non sono solo le targhe, sono dei centri di amministrazione e sopratutto di spesa, in generale fanno capo alle amministrazioni provinciali le strade provinciali, le scuole superiori, ecc.. Nella ristrutturazione da quanto ho capito, gli uffici ed i dipendenti che oggi si occupano della gestione di queste strutture faranno capo alle regioni e saranno ridimensionati loro stessi dal punto di vista dei dirigenti e del personale, in particolare saranno aboliti gli organi politici provinciali che costano parecchio
     
  5. peopeo

    peopeo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    L'abolizione concerne gli organi politici delle Province. Dal momento che queste non hanno potestà legislativa, presidenti, assessori, consiglieri etc. sono obiettivamente privi di una vera funzione e utilità. Complessivamente in Italia si trattava di circa 3000 persone, che in genere si riunivano per fare delle chiacchiere, tutti percettori di stipendi elevatissimi. Questi soldi grazie al governo Renzi saranno risparmiati. Diverso è il discorso degli organi tecnici provinciali, che gestiscono strade, edilizia scolstica, acque, cave...Ovviamente chi si occupa di queste materie rimane al lavoro, ma al momento non è dato di sapere come saranno riorganizzati gli uffici.
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi ricordo che tra i "pochi compiti" delle Province c'era anche il controllo e la regolamentazione della "transumanza" delle greggi e delle mandrie, fenomeno noto in Veneto, Abruzzo Sardegna. E ora come faranno le povere pecore senza passaporto ?
     
  7. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    non sapevo che questa migrazione fosse regolata, anche dalel mie parti molto antropizzate si assiste a questo fenomeno di gimkana fra i centri urbani praticata da greggi di pecore, credo però che l'ufficio che se ne occupa avrà anche mansioni e potrà continuare a farlo
     
  8. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il grande o meno grande giornalista Indro Montanelli si scagliò furibondo contro la nascita delle Regioni...ed io sempre d'accordo...
    Il piccolo o meno piccolo qui presente QPQ sottopone a lor signori
    questa piccola riflessione: se per un condominio (insieme di immobili e relativi proprietari) occorre un amministratore anche per una provincia
    (insieme di più comuni) occorre, appunto, la PROVINCIA che "amministra" le problematiche dell'insieme a cominciare dalle comunicazioni (strade...trasporti....scuole ...ospedali) e altri servizi...
    A chi obietterà che anche la Regione amministra l'insieme di più provincie e a sua volta lo Stato per l'insieme di tutte le regioni, io risponderei (sono incerto...) che una provincia amministra a volte
    varie centinaia di Comuni mentre le regioni solo poche unità di province... mutuando la regola condominiale dove
    fino a 4 unità immobiliari si può fare a meno dell'amministratore...
    Insomma chiedo: chi di voi ricorda i motivi pregnanti di Montanelli
    che li esplicò con corposi articoli credo sul Corsera classificandole carrozzoni fonti di sprechi e corruzioni...??? E di asfittiche complicazioni burocratiche??? Cosa ne pensate??? QPQ.
     
  9. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Sembra che dopo l'abolizione delle provincie, si debbano ridurre il numero delle regioni. Ah, quanti politici saranno costretti ad abbassare la schiena per campare. Quando ci penso, mi vengono le lacrime agli occhi.
     
    A meri56 e alberto bianchi piace questo messaggio.
  10. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Saremo tantissimi, anche se bisognerà finanziare adeguatamente la Protezione Civile per........ salvarci dall'inondazione !
     
  11. peopeo

    peopeo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Le Regioni non sono amministratori di Province. Avendo potestà legislativa, normano svariate materie che per ragioni pratiche devono essere gestite in modo decentrato. Ad esempio l'urbanistica, materia che in questo forum dovrebbe interessare. Le problematiche territoriali delle diverse regioni italiane sono diverse e quindi devono essere regolamentate in modo specifico. Un decentramento è necessario anche per una questione di rapidità, altrimenti ogni Comune dovrebbe mandare a Roma il piano regolatore per l'approvazione. Tutti i paesi europei e tutti i paesi moderni presentano un certo livello di federalismo.
    Poi sappiamo da come sono andate a finire le cose, che le Regioni hanno voluto dire anche moltiplicazione delle spese e delle poltrone, che è il risultato ottenuto dai malfattori della politica.
    Certo anche qui si potrebbe risparmiare. Le regioni sicuramente sono troppe, alcune avendo caratteristiche simili potrebbero essere accorpate, oppure soppresse perchè troppo piccole.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  12. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @Gianco. Io sarei, ricordando Montanelli, per l'abolizione delle Regioni e l'accorpazione delle province...per es.Biella-Vercelli; Asti-Alessandria
    con l'unica sede a cavallo fra i due confini...QPQ.
     
  13. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Le provincie, come gli inceneritori, cambiano nome in città metropolitane, aumentano i consiglieri comunali di nr.... a paese per un totale di ...., aumentano di .... gli amministratori comunali. Risparmio zero ed in piu' oltre alla città metropolitana (fatte per una gestione dei comuni circostanti), il comune puo' decidere di rimanerne escluso dall'area e quindi 2 entità. Le provincie abolite, se va bene saranno quattro (ma non sono abolite...). Per quel che riguarda la legge elettorale ha mantenuto le liste bloccate nonostante le promesse di preferenza (invece di avere dei nominati di partito sarebbero saliti i nominati dal popolo per ogni fazione), ha mantenuto il porcellinum in piccolo (piccoli porcelli per piccole circonscrizioni), ha dato un premio di maggioranza fuori dai limiti per consentire a coalizioni (che non vanno nemmeno d'accordo tra loro se non per le poltrone) di governare a loro piacimento. Vado avanti?...F35, caro benzina, tassa sui rifiuti, ecc...ecc...
     
  14. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @peopeo. Hai ragione sull'uso improprio di "Amministratore" da me affibbiato alle province per i comuni... alle regioni per le province...allo Stato per le Regioni...e di questo passo allo Stato per l'Europa...L'Europa per la Nato e poi mi fermo...In effetti senza nessuna ferrea certezza volevo dire che come vi è una forma di subordinazione dei condomini
    verso l'amministratore (uso parti comuni...comportamento civico...ecc...) vi potesse essere anche fra i comuni e le province e da queste con le Regioni e via a salire... La base della mia riflessione era
    però incentrata sulla maggiore necessità di mantenere una provincia
    che in qualche modo "controlla" (???) centinaia di comuni che non una
    Regione che al massimo "controlla" poche unità di province. Ed è su questa ipotesi, a suo tempo avallata da Indro Montanelii, che chiedevo il parere dei propisti. Grazie comunque per la correzione. QPQ.
     
  15. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    vero quanto scrive peopeo per quanto riguarda le regioni, però vi sono alcune piccole regioni con caratteristiche simili tra loro che potrebbero essere accorpate tra loro o con altre più grandi. Vedremo
     
  16. Max23

    Max23 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sicuro? Troveranno subito un altro posto, pagato meglio lavorando meno.
     
  17. massandro6

    massandro6 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    La Val d'Aosta si salva sempre: se saltano le Regioni, si dichiara provincia, se saltano le province, si dichiara regione. O no?
     
  18. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @massandro6. Sì!!! Ma sarà una provincia come le altre e non più a statuto speciale...
    Permettimi ora una domanda: seoperseo=jacose0??? sii sincero...QPQ
     
  19. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    seopersico >>al pacino
     
  20. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    La risposta è sì. Ora, come vedi, sono jac1.0. massandro6 è stata una versione beta.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina