• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

CADIO64

Nuovo Iscritto
Salve, cortesemente vorrei sapere se un immobile definito "bene comune non censibile"
deve essere comunque accatastato e come deve essere considerato ai fini IMU.
Ringrazio
 

multiservicesangiorgio

Membro Attivo
Professionista
Il bene comune non censibile va comunque accatastato in quanto comune a più unità abitative e può essere utile nei passaggi di proprietà per identificare le eventuali quote di possesso rispetto ad una unità. Il bene comune inoltre non ha rendita.
 

Elizabeth

Nuovo Iscritto
Se per errore il bcnc è stato accatastato come fosse un C6 e con propria rendita (in realtà sono atrio d'ingresso e i corridoi che collegano dei box ma nessuno se ne era mai accorto), come può il proprietario farlo ridiventare bene comune ed evitare di pagarci le tasse?
Le soluzioni proposte sono di vendere le parti a ogni condomino ma i condomini non ne vogliono sapere.
Oppure iniziare un'azione legale.
 

multiservicesangiorgio

Membro Attivo
Professionista
Ciao Elizabeth, se per errore il bcnc è un C/6 con molta probabilità non è stato accatastato ex novo ma è frutto di un frazionamento di un unico locale in più box, in questo caso il bcnc sarebbe costituito da tutti gli spazi di manovra e le aree residue del frazionamento. La prima cosa da accertare è questa e ti basta richiedere una visura storica dell'immobile e fare una indagine per la ricerca di un eventuale frazionamento. Prima di iniziare un'azione legale sarebbe meglio approfondire la cosa che potrebbe risolversi anche più facilmente di quanto si creda.
 

Elizabeth

Nuovo Iscritto
Sì, esattamente. Il locale era unico, proprietà di mio padre, ed è stato frazionato in più box. Ogni box è stato venduto a diversi condomini e quindi nessuno pensava ci fosse altro finchè un giorno spulciando online sul sito del catasto è saltata fuori questa proprietà "sconosciuta". Il notaio che ha curato tutti gli atti nel frattempo è morto e gli eredi dello studio hanno chiaramente fatto capire che non vogliono occuparsene minimamente è l'unico consiglio che hanno dato è stato di rivolgersi a un tecnico. Il tecnico che circa 30 e più' anni fa l'aveva accatastato per conto di mio padre, non so come e perché, ha rifatto dei rilievi ed è andato al catasto a rettificare, pesanvo io per rimettere le cose a posto. Da un mio controllo sempre online ora lo spazio risulta ancora accatastato come C/6 ma è cambiata la metratura! In pratica l'ha riaccatastato con la sola variazione della metratura!!!

Quindi ora c'è questo C6 per cui vorrei indicare io una soluzione possibile perché tutto questo è seguito da tecnici di mio padre e noto che i miei interventi per qualche motivo vengono visti malissimo. Quindi vorrei "consigliare" discretamente :occhi_al_cielo: Al catasto non sono disposti a cambiare nulla in nessun modo e pare che l'unica soluzione sia la vendita.
 

multiservicesangiorgio

Membro Attivo
Professionista
La soluzione potrebbe essere questa a mio parere per evitare la vendita: Dare mandato ad un tecnico per effettuare la ricerca relativa al frazionamento effettuato all'epoca e verificare se esiste un elaborato planimetrico che è una planimetria dalla quale si evince la divisione in box e l'area che risulta residua dallo stesso frazionamento. Verificare il sub assegnato alla stessa area e impostare una pratica per la soppressione del sub e l'inserimento di nuovo sub come bene comune non censibile con ripresentazione di elaborato planimetrico relativo alla distribuzione di tutti i box all'interno del locale. L'agenzia del territorio accetterebbe una tale situazione visto che è palese che si tratta di un errore fatto all'epoca. Purtroppo non lavoro nella tua zona altrimenti ti avrei dato una mano volentieri.
 

salves

Membro Assiduo
Professionista
Ciao Elizabeth
Se tutti coloro che hanno acquistato i box provenienti dal frazionamento di unità maggiore e nei rogiti è espressamente citata in tutti il diritto di passaggio sulla particella xxx sub ff e con dicitura che la stessa è utilizzata come passaggio a tutti, incarica un tecnico che proceda a docfa di variazione.
Ciao salves
 

Elizabeth

Nuovo Iscritto
Mi avete dato spunti molto interessanti. Ora provo a passare "discretamente" queste informazioni, spero che possano essere d'aiuto. Grazie davvero!
 

Ariane

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Salve,
Comprendo un pezzo di immobile avendo dei beni in comune non censibile, si potrebbe rinunciare a questi ultimi al momzntobdell acquisto? Si tratterebbe di un cortile e sopratutto di balconi non utilizzabili una volta fatti i lavori avendo gli ingressi dall altra parte...
Grazie dei consigli
Ariane
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Sarebbe utile vedere l'elaborato planimetrico. Comunque il Bcnc, non avendo reddito proprio non comporta il pagamento di alcuna tassa. Se fosse un locale chiuso a deposito, sarebbe un bene comune censibile ed occorrerebbe presentare una DocFa per variazione di destinazione.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, io sono cointestatario dell' appartamento in cui vivo, con mia moglie; volendo acquistare un altro appartamento e per usufruire di determinate agevolazioni dovrebbe risultare mia prima casa, pertanto, dovrei lasciare la cointestazione della prima casa. Questa operazione dovrà avvenire tramite atto notarile? ma soprattutto, quanto mi costerà?
Alto