1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. lmae

    lmae Nuovo Iscritto

    Professionista
    Salve, un mio cliente mi ha chiesto di effettuare l'accatastamento di un edificio rurale costruito nel 1986. I progetti sono stati consegnati alla comunità montana in quell'anno ma l'immobile, magazzino attrezzature per l'agricoltura, non è stato mai accatastato, il motivo non è stato spiegato. Credo che la categoria esatta sia la D10, vorrei sapere se ad oggi conviene accatastarlo e a quanto ammonterebbe la multa?
    Grazie
     
  2. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Lo puoi accatastare senza multa. La pratica comporta la presentazione del tipo mappale e successivamente della planimetria.
     
  3. lmae

    lmae Nuovo Iscritto

    Professionista
    Grazie 1000 per il chiarimento
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    A lmae piace questo elemento.
  5. lmae

    lmae Nuovo Iscritto

    Professionista
    Sapete se sono previsti pagamenti per ICI o IMU arretrati. Il fabbricato rientra in zona agricola, è sempre stato rurale e il comune fa parte di una comunità montana.
    Grazie
     
  6. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Occorre verificare se il proprietario ha i requisiti di coltivatore diretto e/o imprenditore agricolo, per poterlo dichiarare come fabbricato rurale, altrimenti dovrà essere censito come un comune magazzino.

    Certamente se ha i requisiti sopra, hai verificato se la particella non risulta di già censita d'ufficio con il rilevamento delle case fantasma, prima di intraprendere l'iter procedurale per il censimento?
    Dipende dalle dichiarazioni rese in sede di censimento salvo il rilevamento sopra.
     
  7. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    La procedura indicata è relativa ai fabbricati già esistenti negli archivi del catasto terreni, venivano indicati come fabbricati rurali cosi come prevedeva la norma in materia, adesso è stata variata e gli stessi debbono essere censiti al catasto fabbricati nei termini e modalità previste dalla procedura menzionata di cui sono scaduti i termini per la presentazione, per coloro che sono coltivatori diretti e/o imprenditori agricoli con la procedura continuavano ad usufruire degli sgravi fiscali pur risultando al catasto fabbricati tali immobili, mentre chi non è coltivatore diretto e/o imprenditore agricolo non avra sgravi fiscali.
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Come è indicato nella pagina segnalata.
     
  9. lmae

    lmae Nuovo Iscritto

    Professionista
    Il terreno è censito al catasto terreni come vigneto ed è in regola. Il "deposito attrezzi agricoli" non è stato accatastato entro il limite del 30/11/12 mi hanno detto per dimenticanza. Il titolare non è imprenditore agricolo, né azienda, la conduzione è famigliare, tipo orto famigliare condotto da un pensionato. Dalla pagina dell'agenzia delle entrate, penso si debba fare la procedura di accatastamento DOCFA per segnalare l'immobile al catasto fabbricati, (come dopo riforma) al quale non è mai stato segnalato, seguendo l'iter indicato (correggetemi se sbaglio). Ora la curiosità del cliente è, "C'è una multa da pagare? Arretrati?". Dal sito dell'agenzia delle entrate sembrerebbe che la multa vada da 1000 € e rotti a 8000 € circa, cosa comporterebbe il ravvedimento operoso?. A questo punto penso che la risposta di GIANCO sia più che esaustiva, a meno di altre procedure o cavilli che non conosco. Però mi sorge un dubbio, c'è un'incongruenza tra la risposta e quello che è dichiarato sul sito.
    Per rispondere a SALVES: l'immobile risponde ai requisiti di ruralità come da decreto, terreno con superficie > 3000 mq, etc... e non risulta censita con il rilevamento delle case fantasma, non compare nell'elenco pubblicato sul sito AG.
     
  10. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    non è il mio argomento in quanto non sono esperto di fabbricati rurali però a quanto mi risulta: Se il proprietario non è coltivatore diretto o non è un'azienda agricola, il fabbricato è da trattare come urbano qiondi dovrai accatastarlo come C/2 o simile. Formalmente per il catasto potresti censirlo come nuova costruzione citando l'edificazione ad oggi, eviteresti il problema delle sanzioni immediate che non è chiaro come vengono definite e comminate e probabilmente nessuno arriverà a chiedere
    Se poi Gianco o Salves avranno informazioni più precise .....
     
  11. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
  12. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    La pagina segnalata indica le procedure da fare per i fabbricati esistenti che di già erano censiti ai terreni come fabbricati rurali. Non è il caso in questione che tratta di un fabbricato mai censito.
     
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Certamente è così. Ma quando avevo indicato quella pagina (e quando avevi replicato) non era stato ancora precisato ciò.
     
  14. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Imae lo ha scritto nel suo primo post della discussione che non era mai stato accatastato.
     
  15. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non aveva scritto che non risultava censito al catasto terreni.
     
  16. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Scrivere non è stato mai accatastato significa che non esiste al catasto quindi ne ai terreni ne automaticamente all'urbano.
     
  17. lmae

    lmae Nuovo Iscritto

    Professionista
    Essendo un edificio mai accatastato, da quel che ho capito da accatastare come C2, e il terreno già accatastato al catasto terreni con particella ecc.. è necessario redigere il tipo mappale anche col pregeo e non si può fare solo il docfa?
     
  18. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    scusa ma mi sembri piuttosto inesperto per quanto riguarda il catasto: i terreni sono tutti già accatastati come terreni, il Pregeo è un aggiornamento della mappa e col Tipo Mappale inserisci il fabbricato sulla mappa operando una modifica dello stato della proprietà e trasferendola al catasto dei fabbricati come fabbricato e relativo tereno di pertinenza. Il DOCFA, con la planimetria serve a dare un'dentificazione precisa all'immobile e stabilirne un valore per l'imposizione fiscale. Attenzione ad operare bene che non è poi così facile
     
  19. lmae

    lmae Nuovo Iscritto

    Professionista
    Si è vero, è il primo cliente che mi chiede una tale procedura. Chiaramente ora mi domando, per redigere il libretto, ho bisogno delle misure e dei rilievi in campo oppure avendo il progetto e le coordinate dei 4 angoli dell'edificio, posso utilizzare un metodo alternativo per compilarlo. Suggerimenti?
     
  20. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Scusa ma mi sembri molto inesperto perché il nuovo sistema è in vigore dal 1989. Per redigere un tipo mappale occorre fare il rilievo del perimetro del fabbricato, del lotto e dei punti fiduciali necessari, a meno che il lotto interessato non sia stato oggetto di un tipo di aggiornamenti di nuova procedura. In tal caso lo puoi appoggiare ai vertici del lotto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina