• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

5

541

Ospite
Buonasera
Circa 6 anni fa ha causa di una vendita di una parte di un piazzale venne fatto un accatastamento oggi vengo ha sapere che l ' accatastamento e stato fatto in modo errato in quanto varie arie sono diventate
Corte comune ora mi chiedevo cosa posso fare per sistemare la soluzione
Non avendo il consenso dell' altro intestatario.
Un ' altra domanda e valido un accatastamento senza atto notarile
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
La descrizione è un po confusa. Comunque cerco di dare risposte per ciò che ho capito. L'accatastamento è sottoscritto da uno dei proprietari. La soluzione proposta deve risultare o da un progetto o da uno o più atti. I documenti presentati in catasto se sono discordi dalla realtà possono essere rettificati a certe condizioni. Infine l'accatastamento si presenta nel momento in cui si deve dichiarare un nuovo fabbricato, lo si deve ampliare o variare e frazionare. Non occorre il notaio, lo può fare solo uno che ha titolo.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Logica vorrebbe che l'accatastamento corrisponda alla titolarità dei diritti reali, quindi a ciò che i rogiti assegnano.
Se l'accatastamento è errato si può correggere, ma bisogna che ne convengano tutti gli intestatari. Se no bisogna dimostrarlo ad un giudice
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, io sono cointestatario dell' appartamento in cui vivo, con mia moglie; volendo acquistare un altro appartamento e per usufruire di determinate agevolazioni dovrebbe risultare mia prima casa, pertanto, dovrei lasciare la cointestazione della prima casa. Questa operazione dovrà avvenire tramite atto notarile? ma soprattutto, quanto mi costerà?
Alto