1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Montorog

    Montorog Nuovo Iscritto

    Salve,
    spero di essere chiaro nello spiegare il mio problema.

    Cinque anni fa ho comprato un appartamento con una pratica di concessione edilizia in sanitaria per un ampliamento agli appartamenti avviata ma non conclusa. Facente parte della vendita vi era un posto auto all'interno del cortile condominiale. In realta' questi "posti auto"(8 posti) hanno un tetto che comune che li ricopre tutti. Nell'atto di compravendita vi e' una clausula che obbliga il venditore a regolarizzare tutto cio' che mi e' stato venduto(appart. + posto auto). Ieri scopro che gli altri due condomini stanno facendo catastare gli otto "posti auto" come garage. Da qui la mia perplessita'.

    Dato che il cortile condominiale e' comune a tutti come e' possibile che questi decidano di catastare i garage senza chiedermi alcuna autorizzazione o firma o quant'altro? Nel caso la cosa sia legale il posto auto che io uso e che faceva parte della vendita una volta che costoro lo catastano in che modo questa "nuova" unita' potro rivendicarla come mia? Il tecnico dice che dopo il venditore dovra far aggiungere tramite atto notarile una postilla al contratto di compravendita dove dice che il nuovo garage e' di mia proprieta. E se quest'ultima fa il furbo?

    E' una cosa troppo complicata.

    Che ne pensate?
     
  2. robertamirata

    robertamirata Nuovo Iscritto

    mi sembra una cosa molto difficile...come fanno ad accatastare qualcosa in una parte comune al condominio...
    beh..si dovrebbe studiare in modo più ke approfondito il caso...ma non ti nascondo ke la cosa mi puzza un pò se nulla è stato deciso almeno in una riunione condominiale...rivolgiti ad un tecnico ke possa anke vedere tutto ciò ke riguarda la concessione edilizia in sanatoria e l'atto notarile di compravendita
     
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x montorog: Come fanno a chiedere ad accatastare un immobile su corte condominiale, come presentano la dia il tecnico comunale chiede l'atto di proprietà e/o la delibera condominiale, se non ai deliberato in assemblea non avranno la delibera spero, non preoccuparti non faranno nessun accatastamto senza i documenti sopra esposti fammi saper lìesito ciao, geom. bettinelli adimecasa
    p.s. a meno che tu ai dato ilTuo consenso ?????
     
  4. Montorog

    Montorog Nuovo Iscritto

    Grazie della risposta. Uno dei condomini e' colui che mi ha venduto la casa ed il posto auto(che nella nella realta e' un garage abusivo) nel cortile condominiale quindi ha una copia dell'atto di compravendita.Ora non c'e' stata nessuna assemblea ma solo un accordo verbale(io sono favorevole al catastamento). Come esponevo sopra il contratto di compravendita prevede che il venditore regolarizzi tutti gli abusi compreso quello dei garage. Probabilmente lui sta procedendo al catastamento dei garage abusivi nel cortile condominiale in virtu di tale clausula ma a parte l'accorodo verbale di inziaire la catastazione da parte mia non sono stato coinvolto in nessuna altra cosa. So solo che questi stanno procedendo alla catastazione(se non l'hanno gia' fatta). Ora la mia preoccupazione e' se il "posto auto" del'atto di compravendita corrispondente in maniera automatico al nuovo garage catastato oppure ci rimango fregato e resto senza "posto auto" e senza garage.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina