1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Roberto101981

    Roberto101981 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno, vorrei delle informazioni sulla seguente fattispecie:
    Villetta bifamiliare con piano terra (un proprietario) e primo piano (altro proprietario) e sottotetto (una quota di proprietà di chi risiede al primo piano e altra quota di proprietà di un terzo proprietario diverso dagli altri due risiedenti nella villetta).
    Sottotetto non abitabile al quale si accede esclusivamente da una botola presente nell'appartamento al primo piano.
    Che diritti può vantare il proprietario terzo sul sottotetto di cui è in parte proprietario?
    Può vantare diritto di accesso dall'appartamento al primo piano? Può obbligare gli altri proprietari a creare un accesso esterno al palazzo per la sua proprietà non abitabile?
    Ringrazio anticipatamente per le cortesi risposte.
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Situazione deprecabile ...come si è arrivati a tanto?

    Formalmente ha diritto di passaggio (servitù)...ma non può certo pretendere di entrare "a suo piacimento" nell'abitazione di altri.

    Nessun obbligo per gli altri di partecipare/creare un nuovo accesso...deve arrangiarsi.
     
    A Roberto101981 piace questo elemento.
  3. Roberto101981

    Roberto101981 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie della risposta.
    Ma per crearsi l'accesso può a quel punto modificare l'esterno della villetta e addirittura le sue fondamenta qualora volesse ricavare un vero e proprio appartamento? Con conseguenze per gli altri proprietari vista la riduzione dei loro millesimi...
    Ed eventualmente un giudice potrebbe forzare una delle due parti proprietarie del sottotetto a vendere all'altra parte?
    Grazie mille
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Esclusa la forzatura alla vendita di un Giudice ad una delle altre parti.
    Visto che l'edificio è "frazionato" fra proprietari diversi non esiste nemmeno la possibilità di chiedere uno "sciolgimento della comunione" perchè si tratta di Condominio.

    Non vedo perchè si renda necessaria una modifica alle "fondamenta"...ma indubbio che la modifica esterna vada ben valutata se fattibile.

    Forse meglio vendere al proprietario del 1° piano.
    Affrontare spese e problemi per creare un accesso ad una mansarda "non abitabile" (ovvero un banale "deposito" scomodo) su cui pi si pagherebbero tasse varie (non inquadrabile come "prima casa") non lo vedo un grande affare.
    Ovvio solo analisi in loco può essere esaustiva.
     
    Ultima modifica: 6 Luglio 2016
    A Roberto101981 piace questo elemento.
  5. Roberto101981

    Roberto101981 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Pensavo ad una modifica delle fondamenta in caso di trasformazione da sottotetto ad eventuale secondo piano (con creazione quindi di altro appartamento) con rifacimento quindi anche del tetto ecc...mi preoccupavo di un discorso sismico.
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Salvo l'edificio si trovi in una zona di particolare valore (centro città) dubito che una operazione di rinforzo fondamenta, sventratura tetto per aumento quota abitabile, aumento cubatura etc etc...sia strada agevolmente percorribile.
    Gli conviene comprare un edificio nuovo.
     
    A Roberto101981 piace questo elemento.
  7. Roberto101981

    Roberto101981 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ok grazie mille Dimaraz
     
  8. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Scusa Dimaraz, il proprietario del piano di sotto ha questa servitù anche se non iscritta nell'atto di acquisto o successivamente? Mi sembra un poco assurdo.
     
  9. Roberto101981

    Roberto101981 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Confermo che nell'atto di acquisto del proprietario del primo piano per il suo appartamento e della sua quota di sottotetto non si fa menzione di alcuna servitù proprio perché si tratta di un sottotetto non abitabile e quindi senza la necessità di accedervi.
     
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Le "servitù" nascono anche senza che siano riportate in atto (apparenti, per destinazione del padre di famiglia/originario costruttore o per disposizione del Giudice)

    Ora non ho elementi per dire come si sia arrivati alla situazione descritta ...ma è indubbio che chiunque ha il diritto di accedere alle proprie proprietà.
     
  11. Roberto101981

    Roberto101981 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    IN realtà il proprietario di una quota di sottotetto che vorrebbe vantare questo diritto di servitù ed eventualmente costruire un ulteriore piano al posto del sottotetto non è nemmeno il proprietario del piano terra ma una terza persona diversa dai proprietari di piano terra e primo piano della villetta.
     
  12. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per curiosità: come ne è diventato proprietario? A quale titolo?
     
  13. Roberto101981

    Roberto101981 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Eredità familiare suddivisa in diverse parti pian piano vendute.
    Probabilmente l'idea di mantenere la quota del sottotetto serviva a lasciare la possibilità di sopraelevare/trasformare lo stesso sottotetto in un appartamento.
    Mi domando a questo punto se valga la pena pagare le tasse sul possesso del sottotetto visto il non poter intervenire per cambiarne l'uso e tanto meno accedervi.
     
  14. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Tutto ruota attorno al "controvalore" della zona.
    Essere comproprietario di solo una parte del sottotetto depone ancora meno a favore di eventuali sopraelevazioni.

    Tenuto conto dei considerevoli costi per la modifica e del fatto che dovrebbe comunque indennizzare tutti gli altri per la sopraelevazione...meglio ceda il tutto.
     
    A Roberto101981 piace questo elemento.
  15. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Presumo che il postante non sia il soggetto che vuole sopraelevare, per cui i consigli al terzo cadono nel vuoto.
    Il quale terzo mi pare stia giocando al rialzo per spuntare un prezzo di vendita più alto possibile.

    Io invece mi chiederei come è sorta originariamente la proprietà del sottotetto: dico questo per esperienza diretta.

    Sul sottotetto ci sono due/tre possibilità: che sia considerato condominiale (specie se asservito a passaggi di impianti ecc) , di proprietà esclusiva (ma allora deve essere identificato e citato nel titolo originario) , o di proprietà dell'ultimo piano, che per certi versi deterrebbe anche il diritto di sopraelevazione.

    Non escludo che quanto ti sto a raccontare sia frutto di imperizia del notaio in questione, ma questo è cosa mi è successo:
    un gruppo di soci costruì un condominio: successivamente venne fatto un atto di divisione; ad un socio venne assegnato l'ultimo piano con una parte del sottotetto.
    Il rimanente sottotetto rimase implicitamente nella disponibilità degli altri soci, insieme al resto degli appartamenti realizzati, che vendettero progressivamente senza trasferire ad alcuno la titolarità del restante sottotetto.

    Alla fine quella parte di sottotetto risultò non ceduta ad alcuno, ed il notaio dichiarò che i suddetti venditori non potevano più rivendicare questo possesso, su un locale non esplicitamente identificato a catasto come bene censibile, che rimase nella disponibilità di chi si riservò l'ultimo piano.

    Presumo che nel vostro caso l'appartamento con la botola abbia l'accesso anche a questa seconda parte di sottotetto. Da quanti anni?
     
    A Roberto101981 piace questo elemento.
  16. Roberto101981

    Roberto101981 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    L'accesso al sottotetto si ha esclusivamente dall'appartamento all'ultimo piano.
    La situazione è ormai questa da più di 10 anni e nel sottotetto non ci sono impianti particolari a cui qualcuno deve accedere (tanto meno un terzo esterno al palazzo).
    Il sottotetto e'regolarmente accatastato ma non si parla di esclusiva o di proprietà dell'ultimo piano e nemmeno vi si deve accedere per impianti, e'un locale vuoto nemmeno pavimentato ancora al grezzo con mattoni in vista.
    Semplicemente si indicano i proprietari in base alle quote.
     
  17. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ancora una domanda: da come hai scritto, al catasto risultano i comproprietari (presumo tu ed il terzo). Questo è possibile: ma questo accatastamento venne fatto all'origine o dopo che il terzo vendette le sue proprietà?
     
  18. Roberto101981

    Roberto101981 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    L'accatastamento era stato fatto come proprietà indivisa più di 10 anni fa tra il terzo proprietario e quello che ha venduto a me dove loro si ripartivano le quote, poi quando io ho comprato sono diventato proprietario dell'appartamento all'ultimo piano e anche della quota di sottotetto di cui era in possesso il mio venditore. Quindi in sostanza io sono semplicemente subentrato al momento del mio acquisto ma il terzo già non aveva accesso al sottotetto per il discorso che facevo sopra. E ora credo voglia o tornare in auge per la sopraelevazione o provare a vendermi il resto del sottotetto per ricavare il più possibile.
     
  19. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Con un titolo di proprietà indivisa credo che non abbia molte possibilità di sopraelevare.
    1) Occorre verificare se le norme urbanistiche e sismiche lo consentono.
    2) la proprietà non essendo definita ma indivisa occorre lo sta bene dell'altra parte proprietaria.
     
    A Roberto101981 piace questo elemento.
  20. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    che categoria ha il sottotetto?
    In ogni caso si dovrebbero visionare gli atti che hanno consentito tale ripartizione delle proprietà
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina