1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. franz371

    franz371 Membro Ordinario

    Salve a tutti.
    Spiego il mio problema/dubbio:

    In data febbraio 2003 mia madre muore: unici eredi io papá.
    Mio papá tramite atto rinuncia all'ereditá e si effettua dichiarazione di successione a mio nome.
    Successivamente vengono sistemate le varie volture catastali da cui risulta la situazione reale degli immobili.

    Pensavo stesse tutto ok, non essendomi stato detto niente altro dal notaio con cui fu effettuata la successione.
    Premetto ancora si tratta di immobili siti in piú comuni della stessa provincia.

    Passiamo ad ora: in data fine aprile 2012 si effettua un rogito per la vendita da parte mia di uno di uno degliimmobili da me ricevuti da mamma.
    Il notaio mi riferisce che é necessario far eseguire la accettazione dell'ereditá: costo 400 euro ... A malincuore accetto.
    Ad oggi non ho ancora ricevuto nulla dal notaio, ma a breve dovrei ricevere stò famoso atto/documento.

    La mia domanda: tale documento richiesto dal notaio per il rogito di uno degli immobili ricevuto in ereditá mi mette a posto anche sul resto degli immobili ricevuti in ereditá o é da fare per ognuno degli immobili che posseggo?
    Scusate ma sono un pò confuso al riguardo.
     
  2. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Dipende, credo, da cosa c'è scritto nel documento da te citato.
     
  3. franz371

    franz371 Membro Ordinario


    Dovró verificarlo, non appena mi arriverá.

    La mia domanda se riguardasse solo l'immobile venduto, dovrei provvedere anche alla trascrizione dell'accettazione per gli altri immobili, o tenendo conto della situazione spiegata in precedenza, posso ritenere sia tutto ok: come accettazione tacita, visto che avendo alienato uno degli immobili e come se avessi accettato l'intera ereditá?
    Eventualmente se mai dovessi vendere in un futuro remoto altro si proporrebbe il problema per gli altri in quel momento?
    Onestamente non ne sapevo niente di questa accettazione e ho letto che decorsi i 10 anni dall'apertura della successione potrei perdere l'ereditá? Oramai dovrei essere a posto o mis baglio?
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Nel tuo caso (evidentemente), è stata regolarmente effettuata "la dichiarazione di successione" ma senza un'accettazione espressa dell'eredità.
    Di conseguenza, il notaio ha giustamente indicato nel successivo atto di vendita del bene oggetto di successione: "accettazione tacita dell'eredità (art. 476 c.c.)
    Tale disposizione deriva dal fatto che l'erede non dispone del patrimonio ereditario fino alla sua accettazione (art. 459 c.c.), per cui, per evitare situazioni di incertezza, l'atto di disposizione di un bene ereditario (es. vendita nel tuo caso ad un terzo soggetto), costituisce accettazione implicita dell'eredità.
    L'accettazione dell'eredità si prescrive trascorsi i 10 anni.
    Con l'accettazione tacita dell'eredità (esercitata con la vendita di un immobile) sei a posto.
    saluti
    jerry48
     
  5. franz371

    franz371 Membro Ordinario

    Perfetto mi hai tranquilizzato il bene venduto in questione é 1/2 totalmente mio, 1/2 nuda proprietá e 1/2 usufrutto a favore di mio padre che successivamente alla successione mi ha donato preservandosi l'usufrutto.
    Il bene era al 50% di papá e 50% mamma quindi tramite la rinuncia di papá ho acquisito 50% per cento di possesso e successivamente tramite la donazione di cui ti dicevo la nuda proprietá dell'altra metá.
    In ogni modo mi hai rassicurato almeno sul fatto che ho acquisito l'eredità.
    L'unico dubbio é che se la trascrizione effettuata dal notaio riguarda solo il bene venduto e non tutto il resto, nel caso dovessi mao vendere altro "rischierei" di dover nuovamente pagare per un altra trascrizione; ma alla fine questo é il male minore, dico bene?
    Grazie.
     
  6. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Con la vendita che hai effettuato hai costituito l'accettazione implicita dell'eredità tutta, non solo dell'immobile venduto.
    saluti
    jerry48
     
    A franz371 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina