1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Barbobasket

    Barbobasket Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buona giornata a tutti! E' giusto che per vendere un immobile pervenuto a due fratelli a seguito della successione della madre, intestataria in vita del 100% dell'immobile, e di seguito alla successione del padre , proprietario in vita di 1/3 dell'immobile , il Notaio redattore dell'atto di compravendita abbia richiesto ai fratelli singolarmente l'atto di accettazione eredità facendoli pagare 500 Euro cadauno? Non era sufficiente, visto che l'eredità consisteva di un unico immobile, fare una sola cumulativa accettazione di eredità risparmiando 500 Euro? Grazie per chi avrà la bontà di rispondere!
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non è questione di "giusto" o sbagliato"...la domanda è mal posta.
    Se dai un incarico ad un professionista è giusto che lo paghi.
    Se il "compenso" è una discriminante ne chiedi l'importo prima e valuti la concorrenza.
     
  3. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Se i fratelli a seguito della morte della madre prima e del padre poi avessero vantato il possesso del bene, anche nin esclusivo ma pro quota, ex art. 485 Cc l'accettazione espressa è stata inutile: la legge dispone che si sia accettato tacitamente (salvo non si sia operata accettazione con beneficio inventario)
    A lei la risposta: alla morte di mamma siete stati immessi nel possesso del bene o lo stesso fu posseduto solo dal babbo? In caso affermativo, avreste accettato automaticamente dopo 3 mesi dall'apertura della successione; idem con la morte del babbo ed in relazione alla sua quota di 1/3
     
    A Gianco piace questo elemento.
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ci sono professionisti poco "professionali"...ma vien da pensare che per vendere bisogna anche risultare proprietari (non importa a quale titolo l'acquisto).

    Ollj...a me vien da pensare che gli "eredi" non vogliano mai metter mano al portafogli.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Gli eredi, se vendono, devono avere una corretta trascrizione a loro favore
    dell'acquisto ereditario.
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Più che gli "eredi" (ora venditori) direi che sono gli acquirenti (nuovi) ad avere diritto che l'acquisto a titolo ereditario sia "trascritto" (e non credo serva spiegare ad acculturati il perchè)...qui il Notaio chiede perchè, giustamente, "difende" chi l'ha scelto.

    Barbobasket chiede una "opinione" su una questione che è meramente "veniale" (soldi) perchè implicitamente lamenta l'onerosità dei 500 Euro richiesti (per ogni erede) per una trascrizione che a suo dire poteva essere unica e cumulativa...quando in realtà:
    1-non è dato sapere l'onorario/compenso del Notaio per l'atto di trascrizione
    2-le trascrizioni sono comunque 2 perchè 2 sono le successioni (ovviamente avvenute in tempi diversi).

    Si potrebbe obbiettare che gli alienanti non abbiano interesse ed obbligo alcuno a trascrivere...ma se vogliono vendere...come si suol dire : o mangiano questa minestra o saltano dalla finestra.

    Ps.
    Senza trascurare eventuali penali nell'eventuale Compromesso.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  7. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Una cosa é la trascrizione e sulla sua necessità ai fini publiccitari dell'accentazione tacita nulla quaestio.
    Lo scrivente citta 500,00 euro ai fini dell'atto di accettazione che è ben altro e che di certo, ove vi fossero state le condizioni ex art.485 Cc, ben si sarebbero potuti risparmiare.
     
  8. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sai che son soito "reinterpretare" quando uno scrive in modo "incerto" .

    Io ho sensazione che il Notaio abbia presentato il conto per la trascrizione dell'accettazione.

    In fin dei conti non è tanto "l'accettazione" quanto lal trascrizione che assume effetto per il nuovo aquirente.
    E di chi chiede se e perchè non si sarebbe potuto fare un unico atto di 2 distinte successioni (siano esse accettazioni e/o trascrizioni)...son propenso attribuire scarsa proprietà nell'uso dei termini ...a maggior ragione se contesta una spesa che poteva far preventivare e dare ad altri incarico.

    A Barbobasket la possibilità di meglio spiegare.
     
  9. Barbobasket

    Barbobasket Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti delle sollecite ed esaurienti risposte, dalle quali evinco che l'atto di successione in se' non è sufficiente a garantire il compratore. Mi sembra comunque che le armi della burocrazia, in mano a professionisti forse poco professionali però esosi, prima o poi uccideranno tutti!
     
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Mettiti nei panni del compratore ...e comprenderai che il notaio (da lui scelto) è stato molto professionale.

    Certamente tu eri libero di scegliere altro professionista per la trascrizione...mi vien da pensare che ti sia trovato "impreparato" all'ultimo minuto.

    Comprendo e condivido che 500 Euro siano "guadagnati" con poco sforzo...rispetto a quanto "faticano" tanti altri...ma questo vale per tante categorie "privilegiate", senza contare che il compenso è al lordo e tale professionista ci pagherà le tasse (con sommo gaudio dell'AdE...praticamente la metà).
     
    Ultima modifica: 5 Ottobre 2015
    A rita dedè piace questo elemento.
  11. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    .
     
    Ultima modifica: 5 Ottobre 2015
  12. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Ad esser sincero continuo ad esser assai perplesso e non perché mi piaccia far l'avvocato del diavolo...
    Così recita il 3° comma art.2648 Cc:
    "Se il chiamato ha compiuto uno degli atti che importano accettazione tacita dell' eredità, si può richiedere la trascrizione sulla base di quell' atto, qualora esso risulti da sentenza, da atto pubblico o da scrittura privata con sottoscrizione autenticata o accertata giudizialmente"

    Così l'articolo 2643 Cc:
    "Si devono rendere pubblici col mezzo della trascrizione:
    1) i contratti che trasferiscono la proprietà di beni immobili "

    Ciò fa ben comprendere su chi dovesse gravare l'eventuale onere della trascrizione accettazione
    È infatti evidente a vantaggio esclusivo di chi vada (acquirente) la stessa.

    Ovvio, ciò in punta di diritto; altro quanto al libero arbitrio e contrattazione tra le parti; invece asserire fosse obbligo di chi accettò tacitamente é altra cosa.
    Il notaio avrebbe dovuto informare diversamente le parti (ma era stato scelto dall'acquirente....)
     
    A Gianco piace questo elemento.
  13. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sulla "punta di diritto" non si discute...infatti avevo in precedenza gia scritto:

    ...ma tale "facoltà" non può superare il "diritto" di chi vuole acquistare un immobile evitando il più possibile gli effetti negativi di eventuali azioni di terzi.
     
  14. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    E' proprio questo l'aspetto "sensibile" della vicenda: il diritto dell'acquirente a tutelarsi verso terzi, mentre nulla viene svolto a vantaggio del venditore (che stante la legge può o meno trascrivere); l'acquirente, salvo non avesse conseguito diverso impegno dal proprio dante causa, esercitando il suo diritto, quantomeno avrebbe dovuto sostenerne i costi.
     
  15. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Direi che la questine viene superata nel momento stesso che gli eredi/venditori accettano di trascrivere.
    Nessuno li "obbligava" materialmente a farlo (dubito avessero pistola alla tempia)...ma evidentemente se volevano vendere non vi erano alternative.

    Alla stessa stregua ritengo fossero sufficentemente "adulti" da sapere che se si affida un "compito" poi bisogna pagare.
    Se il prezzo è una discriminante...ci si informa prima.
     
  16. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Vero dimaraz, tutto giusto.
    Ma da un professionista, proprio perchè scelto dalla controparte, mi aspetterei una maggior chiarezza, non invece il dar per scontato che il costo gravi integralmente sul cedente. Poi le parti son libere di decidere come meglio vorranno, anche di addebitare il tutto al dante causa
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  17. Barbobasket

    Barbobasket Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sempre ringraziando tutti gli intervenuti chiarisco che il problema, dal mio (ignorante sicuramente) punto di vista, probabilmente è scaturito da queste circostanze: 1) le successioni sono state perfezionate nel febbraio 2015 all'agenzia delle entrate di Roma, corredate da tutta la documentazione necessaria. 2) La vendita è stata perfezionata nel mese di settembre, tra l'altro l'ultimo giorno utile per rispettare il compromesso, quindi sicuramente i passaggi di proprietà non erano ancora stati trascritti in conservatoria creando il presupposto di mancanza di accettazione dell'eredità (da ridere) e scusate se uso termini errati, non sono assolutamente ferrato, il notaio dell'acquirente ha così potuto guadagnare altri 1000 eur0, 500 per ciascuno dei due fratelli venditori facendo 2 atti distinti di accettazione eredità (secondo me l'atto di successione già rendeva patente la volontà di accettazione). A lume di naso, avrebbe potuto fare un solo atto di accettazione per i due fratelli eredi comparenti facendoli risparmiare 500 Euro. Questo è il mio pensiero, probabilmente viziato da un sentimento altamente negativo nei confronti di chi fa soldi sfruttando leggi e regolamenti sicuramente autoispirati o causati da inefficienze burocratiche. Mi pare di ricordare che qualche presidente del consiglio si è scrociato cercando di semplificare il lavoro dei notai e quindi i loro lauti guadagni. Magari la mia è solo invidia.....per quanto avviene nei paesi civili.
     
  18. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Un chiarimento: dichiarazione di successione e relativa trascrizione d'ufficio ad opera di Ade, hanno valore solo ai fini fiscali e non ai fini pubblicitari della trascrizione medesima.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  19. Barbobasket

    Barbobasket Membro Attivo

    Proprietario di Casa
  20. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina