1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. DonnaPrassede

    DonnaPrassede Nuovo Iscritto

    A nome di mio figlio (quando era ancora nella minore età) per una successione apertasi alla morte dei nonni paterni risultano alcune quote di eredità consistenti in terreni agricoli e in 2 vani di una casa d'abitazione. Tutte queste quote sono inglobate nei beni di cui sono coeredi due suoi zii paterni (fratelli del padre del ragazzo,premorto ai genitori) i quali beneficiano dei beni e perfino li hanno dati in locazione da anni, traendone un reddito. Mio figlio non ha mai preso possesso di questi beni e tantomeno ha mai ricevuto denaro proveniente dalle locazioni. Il comune in cui sono ubicati i beni,intanto, annualmente invia delle richieste di pagamento per TARSU, ICI etc... Adesso che mio figlio ha raggiunto la maggiore età come deve comportarsi? Deve fare l'accettazione di questi beni? E per fare ciò a chi deve rivolgersi? Se accetta deve contribuire alle spese delle varie imposte citate, anche se non beneficia dei beni materialmente? Quanto tempo ha per accettare o è più conveniente che vi rinunci? Tra l'altro lui non avendo un reddito è obbligato a versare le imposte?
    Ringrazio per l'attenzione e chiedo consiglio!:idea:
     
  2. erwan

    erwan Membro Attivo

    quando sono morti i nonni e quando è diventato maggiorenne il figlio?

    se è comproprietario deve pagare le imposte per la sua quota, ma per la stessa quota ha anche diritto a percepire i frutti del bene

    se diventa comproprietario di un bene concesso in locazione il relativo canone è un reddito.
     
    A DonnaPrassede piace questo elemento.
  3. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Concordo con erwan,
    lui è proprietario anche se in quota e gli altri coeredi non devono precludergli l'utilizzo del bene.
    Partendo da questo principio, e facendosi aiutare da un bravo legale, deve chiedere di poter anche lui usufruire del bene (chiedere le chiavi) e in caso di risposta negativa (come lascia presagire la cosa) richiedere per gli anni passati che la propria quot dei vari redditi siano restituita da chi illeggittimamente ha locato i locali e ne ha tratto beneficio economico.
    Farei pure una visione per sapere riguardo alla acsa se ci sono pendenze da saldare (ICI, TARSU, etc) le quali comunque sono a carico del proprietario (le l'immondizia occorrerebbe conoscere se chi vi ha abitato l'abbia pagata, al contrario per l'ICI che spetta al proprietario).
    Se non si riesce a trarne niente con le buone, azione di risarcimento per gli anni passati e inizio causa per divisione giudiziale.
    In bocca al lupo.
    Luigi
     
  4. DonnaPrassede

    DonnaPrassede Nuovo Iscritto

    Il nonno nel 2006 e la nonna nel 2008. Maggiore età raggiunta nel 2010. Ringrazio erwan per la cortese attenzione rivolta al mio quesito.
     
  5. erwan

    erwan Membro Attivo

    quand'è così il figlio può tranquillamente decidere se accettare o rinunciare all'eredità, facendo una dichiarazione nella cancelleria del tribunale o davanti ad un notaio.
    bisognerà quindi controllare se e in che termini è stata presentata la dichiarazione di successione, e se l'intestazione dei beni è corretta.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina