1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ramon

    ramon Membro Ordinario

    Impresa
    salve a tutti vorrei sapere una mia cugina sta comprando casa e deve fare l accollo . la banca vuole la firma anche del marito x sicurezza .bene . e se un giorno suo marito avrebbe dei debiti (ha una ditta artigiano individuale) con la banca ho Equitalia. possono rivalersi sull appartamento intestato solo alla moglie . ringrazio anticipatamente
     
  2. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Caro ramon, la tua richiesta non è molto chiara.
    Infatti sarebbe necessario sapere se gli acquirenti sono in regime di separazione o di comunione legale dei beni.
    Se sono in regime di comunione il bene si intende cointestato e quindi esposto ai debiti di entrambi i coniugi.
    Se invece è in regime di separazione e viene intestato alla moglie, i debiti del marito non potranno incidere su un eventuale recupero rifacendosi sul bene stesso A condizione però che la moglie non rilasci mai firme di garanzia in favore del marito verso nessuno. La banca,secondo me, giustamente, esige la partecipazione all'accollo mutuo anche del marito perchè l'operazione viene effettuata nei confronti della "famiglia" che in questo caso è composta tra moglie e marito. La partecipazione del marito comporta però una sua responsabilità solo nei confronti di quella banca e di quella operazione di accollo,la quale non può a sua volta utilizzare l'ipoteca esistente sul bene per rifarsi su debiti diversi dal mutuo.Al contrario ,se il marito avesse altre esposizioni verso quella banca e dovessero sorgere problemi finanziari,la banca a sua volta può mettere in atto le procedure forzate per un suo eventuale recupero, muovendosi diversamente
    Conclusione: se non c'è fiducia tra i due componenti della famiglia ,la Banca quale fiducia deve avere?.
    Ciao
     
    A ramon e possessore piace questo messaggio.
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    sono d'accordo con Giacomelli. la banca vuole la firma come garanzia il che potrebbe non essere un problema. l'unica attenzione è da porre al regime patrimoniale del matrimonio.
     
    A ramon e possessore piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina