1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Marco017

    Marco017 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Buongiorno a tutti.

    Tra pochi mesi mi sarà consegnato l'appartamento da me acquistato in uno stabile di nuova costruzione.
    Il costruttore mi propone l'accollo.
    Mi sono informato (chiedendo consiglio anche ad un paio di banche contattate preventivamente per avere dettagli sul mutuo) e ho chiesto al costruttore se il loro mutuo è frazionato e se è liberatorio oppure no.
    Mi hanno risposto che sarà frazionato a Febbraio (la casa è in consegna a Marzo) e che non erano affari miei sapere se il loro mutuo con la banca fosse liberatorio oppure no. Vorrei chiedergli se è coperto da fideiussione ma immagino che mi risponderanno nello stesso modo.
    Con queste premesse mi sembra difficile accettare l'accollo che però mi garantirebbe circa 5.000 euro di risparmio per le spese del notaio.

    Il costruttore pare una società solida (si tratta di una grossa società di Milano) e vorrei capire quali informazioni io debba chiedere per poter avere le effettive garanzie che mi servono per accollarmi il loro mutuo.

    Grazie a tutti per la risposta
     
  2. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Non sono un esperto ma da uomo della strada vorrei essere certo che l'ipoteca iscritta sull'appartamento che vado ad acquistare sia relativa al mutuo che vado ad accollarmi e solo a questo!
    Voglio essere io responsabile dei miei impegni o meno. Se invece l'ipoteca iscritta è sul debito totale del costruttore con la banca, se questi non onorasse i suoi debiti la banca potrà rivalersi sul "mio" immobile.
    Luigi
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    chiedi alla tua banca la solvibilità dell'impresa, non ti costa niente e in seguito potrai adeguarti se accettare o fare un mutuo personale
     
  4. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    tra le grosse società di Milano ci sono anche quelle di Ligresti e quelle di tanti altri galantuomini....
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    :disappunto::stretta_di_mano: ma ce ne sono altre non in quelle condizioni
     
  6. 1fonalb2

    1fonalb2 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    L'accollo del mutuo non ti può creare problemi,basta che il frazionamento venga fatto nella maniera corretta sia nell'importo che nella iscrizione ipotecaria.
    Se il tasso stabilito nell'accollo,(stai attento perchè in questa occasione la banca potrebbe rivedere il tasso di interesse da applicare,se è favorevole quello già esistente cerca di sfruttare quello più conveniente. Nel contempo chiedi alla banca di rendere detto accollo "liberatorio".Quando si compra da un costruttore la Fidejussione è più che necessaria. Il prezzo da scrivere nel contratto di acquisto (che non può essere inferiore al mutuo)deve essere consono al valore commerciale del bene sul mercato,registrato al momento. Se poi tu dovessi rinunciare all'accollo e procedere diversamente quando paghi il costruttore devi stare molto attento affinche l'importo da te versato a favore del costruttore venga versato alla banca che aveva predisposto i vari prefinanziamenti allo scopo che con quei tuoi soldi estingua il tuo debito, perchè il costruttore (come spesso è accaduto) utilizza i soldi per altri scopi.
    Ciao
     
  7. Girbo

    Girbo Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buonasera, mi chiedevo... nel caso in cui nel compromesso di acquisto di una unità immobiliare in costruzione non si fa alcuna menzione in merito al pagamento degli interessi passivi e delle rate di preammortamento del mutuo fondiario che sarà accollato previo frazionamento (accollo previsto nel compromesso)... è legittima la richiesta di rimborso, avanzata dal costruttore al promittente acquirente, di tali interessi passivi e delle rate di preammortamento maturati prima del rogito (e quindi prima del perfezionamento dell'accollo)?
    In sostanza, da quando decorre l'obbligo in capo all'acquirente dell'immobile di pagare interessi passivi e rate di preammortamento? Grazie.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina