1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gianca

    gianca Nuovo Iscritto

    Salve a tutti.
    A maggio 2011 ho concesso in locazione un immobile di mia proprietà aderendo al regime della cedolare secca ed ho quindi pagato i due acconti previsti (40 e 60% dell'85% dell'imposta). Nel compilare il mod. 730/2012 ho inserito il canone relativo alla locazione indicando l'importo relativo agli otto mesi per i quali l'immobile è stato affittato nel 2011 ovvero € 4.000 (€ 500 mensili). Il software (taxonline) nel prospetto di liquidazione tiene conto dei versamenti da me effettuati determinando il residuo 15% d'imposta ma calcola i nuovi acconto e saldo sulla base della precedente imposta cioè relativa ad 8 mesi di canone di locazione anzichè sulla base dell'imposta relativa all'intero anno di locazione ovvero € 6.000. Pertanto, mi troverei a versare, così come indicatomi dal prospetto di liquidazione, un primo accconto di € 319 (al posto di € 478,80 - 40% del 95% di € 1260) ed un saldo di € 454 (al posto di € 718,20 - 60% del 95% di € 1260). Ad essere precisi neanche questi due importi se sommati risultano pari a € 798 cioè al 95% di € 840 (21% di € 4.000). In sostanza il mio sostituto d'imposta mi detrarrebbe somme inferiori rispetto a quelle corrette ponendomi in una posizione di difetto nei confronti dell'erario. Purtroppo il 730/2012 non prevede alcun modo per rettificare questa situazione e potrei trovarmi nella paradossale sistuazione di dover integrare le somme trattenute dal sostituto d'imposta con dei versamenti a mezzo F24 per la differenza. In tal modo con il 730/2103 tutto tornerebbe a posto. Mi piacerebbe avere una vostra opinione. Grazie.
     
  2. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    No non saresti in difetto nei confronti del fisco perchè gli acconti 2012 si versano in base a quanto percepito nel 2011(acconto storico), puoi sempre fare l'acconto previsionale (ma non è obbligatorio) prevedendo l'intero canone per il 2012 e pagandone il 92% con gli acconti di giugno(40%) e novembre(60%)
     
  3. gianca

    gianca Nuovo Iscritto

    Perfetto! l'unico inconveniente è rappresentato dal fatto che con il 730/2013 andrei a pagare un saldo maggiore. Grazie per la risposta.
    A presto.
    Gianca
     
  4. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    E' una svista?
     
  5. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    " supera euro 51,65, è dovuto acconto nella misura del 92 per cento del suo ammontare (differimento del versamento di 3 punti percentuali dell’acconto 2012 alla data di versamento del saldo – D.P.C.M. del 21 novembre 2011)." Per lo meno questo è quanto riportato nelle istruzioni di unico 2012 alla voce acconto cedolare secca per il 2012. A meno che non interpreto male.
     
  6. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho letto anch'io e anche secondo me hai interpretato bene! E' detto con chiarezza che è il 92%:applauso:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina