1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. vitt1

    vitt1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno,
    ho un quesito che la lettura del punto 7 della circolare ADE 26 del 2012 ed alcune discussioni precedenti non mi hanno chiarito.
    Nel 2011 l’immobile era affittato con opzione c.s. ma il contratto è stato risolto al 31 dicembre. Nel 2012 ho registrato per 1 mese ( aprile ) un contratto con c.s. ( per evitare rogne con un potenziale NON inquilino ). L’appartamento è stato poi riaffittato con opzione c.s. dal 15 settembre. Il resto dell'anno è stato sfitto. L’imposta del solo mese di aprile non richiederebbe acconto, quella totale si.
    Su che importo dovrei calcolare l’acconto, se devo ?
    Grazie
    Vittorio
     
  2. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sul totale dei canoni percepiti nel 2012 e versarlo a novembre se eccede i 51,65 euro.
     
  3. vitt1

    vitt1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie Mapeit, ma questo è il metodo "storico" di calcolare l'acconto; magari avessi nel 2012 il reddito da affitto del 2011, anche perchè l'appartamento nel 2012 è rimasto sfitto per oltre 7 mesi.
    da qualche parte ho letto che per i contratti stipulati dopo il 1 giugno 2012 non è dovuto acconto ma non ho la conferma normativa.
    Vittorio
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Il 30 Novembre dovrai pagare il 92% del 21% (o 19% se concordato) del canone x le mensilità percepite.
    A Giugno 2013 il saldo 2012.
    Oppure saldo entro sempre il 30 Novembre, se l'importo è inferiore a 257,52 €.
    saluti
    jerry48
     
  5. vitt1

    vitt1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ok, mi avete convinto. Pagherò
    Grazie
    Vittorio
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    perchè se non venivi convinto non pagavi ??:^^:
     
  7. vitt1

    vitt1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ho avuto modo di verificare in altre discussioni la professionalità di chi mi ha risposto ma la materia è delicata e in continua evoluzione. Nessuno ha fatto riferimento al fatto che l'affitto stipulato dopo il 1 giugno potesse non rientrare nel calcolo dell'acconto ( probabilmente ciò vale SOLO se nel 2011 non avessi avuto affitti con c.s. ) e ciò mi ha confortato nella decisione. due pareri is megl che uan!:risata::daccordo:
    saluti
    vittorio
     
  8. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    http://www.ilsole24ore.com/pdf2010/...pdf?uuid=c6aab27a-ae61-11e1-abdd-15ab06b518dc

    3. ACCONTO 2012
    D. Per il 2011, primo periodo d’imposta di applicazione del regime della
    cedolare secca, il provvedimento del 7 aprile 2011 prevede, al punto 7.1,
    particolari regole per il relativo versamento in acconto. Dato che una situazione
    analoga a quella del 2011 si può determinare ogni qualvolta il contribuente
    applichi per la prima volta la cedolare secca, in quanto il reddito dell’immobile
    locato è stato precedentemente assoggettato ad IRPEF, si chiede se la citata
    previsione del provvedimento trovi comunque applicazione solo in riferimento al
    periodo d’imposta 2011.
    R. Il Provvedimento del 7 aprile 2011, al punto 7.2, nel prevedere le regole
    applicabili al versamento in acconto della cedolare secca a partire dal periodo di
    imposta 2012, stabilisce - tra l’altro - che l’acconto è pari al 95 per cento
    dell’imposta dovuta a titolo di cedolare secca per l’anno precedente. Si ricorda
    che per effetto del differimento di 3 punti percentuali previsto dal comma 2
    dell’articolo 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21
    novembre 2011, la misura dell’acconto per il periodo di imposta 2012 è ridotta
    dal 95 per cento al 92 per cento dell’imposta dovuta a titolo di cedolare secca per
    l’anno precedente (cfr. il comunicato stampa dell’Agenzia delle entrate del 25
    novembre 2011). Pertanto, se nell’anno 2011 un contribuente ha assoggettato
    all’IRPEF il reddito dell’immobile locato e intende esercitare dal 2012 l’opzione
    per la cedolare secca per le residue annualità di durata del contratto non è tenuto
    al versamento dell’acconto della cedolare secca per l’anno 2012
    . Ulteriori
    chiarimenti sul versamento dell’acconto per la cedolare secca a partire dal
    periodo d’imposta 2012 sono stati forniti al par. 7 della circolare n. 26 del 2011,
    cui si rinvia.
     
    A vitt1 e piace questo messaggio.
  9. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    X Ennio Alessandro Rossi
    Ma se io acquisto un appartamento alla fine del 2011, per cui non è stato assoggettato all'IRPEF nel 2011 e lo affitto con cedolare secca nel 2012, sono tenuto a versare l'acconto e il saldo. :sorrisone::sorrisone:

    Testa dura :disappunto: ma l'IMU??? (che ha assorbito l'IRPEF) non la cosideri :domanda: .
    saluti
    jerry48
     
  10. Riccardo72

    Riccardo72 Oggi è il mio Compleanno!

    Scusa ma questa ultima risposta, ovvero che non occorre versare acconto per la cedolare nell'anno in cui avviene il passaggio, contraddice numerosissimi altri post che davano invece indicazioni sul calcolo dell'acconto stesso....

    Sono confuso, non so davvero cosa fare per questo 2012 dove ho passato alcuni appartamenti al regime di cedolare (e per cui ho pagato la prima rata di acconto)...
     
  11. JERRY48

    JERRY48 Ospite

  12. Riccardo72

    Riccardo72 Oggi è il mio Compleanno!

    Grazie Jerry, avevo già il documento. Non possiamo però dire che la circolare sia chiara, specie per gli immobili che fanno passaggio a tassazione cedolare nel 2012.

    Questo è il mio caso (molto comune credo):
    Io ho fatto il passaggio a cedolare nel 2012 per alcuni appartamenti già affittati da anni.
    A giugno ho pagato il saldo IRPEF per il 2011, e mi è stato calcolato l'acconto per il 2012, sulla base del 2011.
    Inoltre il commercialista mi ha fatto versare la prima rata dell'acconto per il 2012 per quegli appartamenti che a maggio avevo passato a cedolare.
    Sostanzialmente ho pagato per uno stesso immobile due volte: l'acconto calcolato con il metodo previsionale dell'IRPEF e l'acconto per il periodo sotto cedolare del 2012.

    Adesso leggo che in realtà potevo non versare l'acconto-cedolare-2012. E' corretto che non dovevo versare?
    Se è così, a novembre cosa devo fare? E come posso recuperare il mio anticipo?

    Grazie a chi vorrà partecipare ad un chiarimento totale, credo che questa sia oltretutto una situazione che tocchi molti proprietari e su cui c'è parecchia confusione (non dico qui, ma spesso temo proprio tra professionisti).
     
  13. Riccardo72

    Riccardo72 Oggi è il mio Compleanno!

    (ma soprattutto la confusione al momento è proprio nella mia testa...:???:)
     
  14. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Se nell’anno 2011 il contribuente ha assoggettato all’IRPEF il reddito dell’immobile locato e intende esercitare dal 2012 l’opzione per la cedolare secca per le residue annualità di durata del contratto non è tenuto al versamento dell’acconto della cedolare secca per l’anno 2012.

    Analogamente non dovrà effettuare alcun versamento in acconto il contribuente che effettua l’opzione della cedolare secca in relazione alla locazione di un immobile acquistato nel 2012. Infatti, a partire dal 2012 il versamento degli acconti avviene con le stesse modalità che si utilizzano per l’IRPEF.

    Deve, invece, effettuare il versamento dell’acconto nel 2012 il contribuente che ha optato per la cedolare secca a partire dal 2011, se l’importo del rigo RB11, colonna 3 del mod. Unico risulta pari o superiore ad euro 52.

    Le eccedenze versate per la cedolare secca possono essere recuperate e utilizzate per compensare gli acconti per la stessa cedolare. Compilando il 730 spetterà al sostituto d'imposta effettuare i conteggi e utilizzare le somme versate e non dovute.

    A mio parere il commercialista "dovrebbe" risolvere il tutto.
    Intanto non pagare a Novembre. (mio parere non vincolante!!!)
    saluti
    jerry48
     
  15. Riccardo72

    Riccardo72 Oggi è il mio Compleanno!

    Grazie Jerry per la tua risposta, mi hai davvero cambiato la prospettiva su questo argomento.
    (Ora sentirò il fiscalista che mi dice dopo che mi ha fatto versare un anno prima le tasse con la prima rata...)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina