• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

swan5045

Membro Attivo
Buongiorno, vorrei chiedere informazioni sulla possibilità di sottoscrivere un accordo di riduzione canone per 6 mensilità del 2020, per un contratto che è stato chiuso il 31/12/2020.
In dettaglio: l’ inquilino ha una sentenza di sfratto al 3112/2020, e non ha pagato nessun canone dello stesso anno. L’esecuzione è stata rinviata ovviamente per la proroga degli sfratti a Giugno , ma ora il conduttore vorrebbe trattare un accordo pagando canoni ridotti per le mensilità trascorse , con un accordo che dovrei registrare per via delle tasse che sarebbero così in proporzione a quello che ricevo, e facendo un nuovo contatto per il futuro. Mi chiedo se questo è possibile per un contratto già chiuso.
Aspetto consigli, grazie.
 
Ultima modifica:

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Secondo me non è possibile, soprattutto perché si tratta di un contratto risolto (= chiuso) dal giudice tramite la convalida dello sfratto al 31/12/20.

Abbiamo discusso qui sul Forum circa la possibilità di registrare all'Agenzia delle Entrate degli Accordi riduzione canone (relativi a contratti in essere) con effetto retroattivo, esprimendo dei dubbi.
Ad esempio qui:
Affitto non percepito nel periodo di emergenza Covid | Pagina 2 | propit.it - Forum per la Casa
(post n. #19 - #20 - #21)

Suppongo che tu stia parlando di un contratto di locazione commerciale.
Perché se fosse abitativo la convalida dello sfratto per morosità ti permetterebbe di non pagare le imposte sui canoni non incassati.
 

swan5045

Membro Attivo
Secondo me non è possibile, soprattutto perché si tratta di un contratto risolto (= chiuso) dal giudice tramite la convalida dello sfratto al 31/12/20.

Abbiamo discusso qui sul Forum circa la possibilità di registrare all'Agenzia delle Entrate degli Accordi riduzione canone (relativi a contratti in essere) con effetto retroattivo, esprimendo dei dubbi.
Ad esempio qui:
Affitto non percepito nel periodo di emergenza Covid | Pagina 2 | propit.it - Forum per la Casa
(post n. #19 - #20 - #21)

Suppongo che tu stia parlando di un contratto di locazione commerciale.
Perché se fosse abitativo la convalida dello sfratto per morosità ti permetterebbe di non pagare le imposte sui canoni non incassati.
In effetti l’anno scorso ho registrato un accordo di riduzione per una locazione abitativa in essere , con effetto retroattivo, ed è stato accettato dall’Agenzia
Quello per cui chiedo è un contratto di locazione commerciale, e non so come risolvere: o pago più tasse di quel che dovrei o rinuncio a tutto e faccio valere lo sfratto e il fatto che non ho recuperato nulla.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
l’anno scorso ho registrato un accordo di riduzione per una locazione abitativa in essere , con effetto retroattivo, ed è stato accettato dall’Agenzia
Grazie dell'informazione; è interessante sapere che l'Agenzia accetta queste pratiche con effetto retroattivo.
Potresti informarti da loro se è fattibile l'accordo che vorresti concludere col tuo inquilino, specificando che si riferisce ad un contratto risolto dal giudice per morosità.
 
Ultima modifica:

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
rinuncio a tutto
Posto che purtroppo lo sfratto relativo ad un contratto commerciale non permette di non pagare le tasse su quanto non incassato, perché rinunciare?
Se riesci a concludere un accordo stragiudiziale per recuperare almeno una parte del tuo credito è sempre meglio di niente. Però io aspetterei a stipulare un nuovo contratto con quell'inquilino, per vedere se mantiene l'impegno e riesce a pagare.
Se poi non paga, lo sfratto verrà eseguito da luglio in avanti (salvo ulteriori sospensioni) e tu rientrerai in possesso del tuo immobile.
 

swan5045

Membro Attivo
In effetti sto provando ad avere notizie dirette da un operatore dell’agenzia, ma sta tardando a darmi una risposta. Nel caso vi informerò.
Per quel che riguarda il nuovo contratto lo sottoscriverei sol se fa un saldo forfettario di tutto il debito pregresso, non con rateazioni in futuro perché non avrei certezza. Grazie per l’aiuto.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
In passato sono riuscita a recuperare parte del mio credito da ex inquilini sfrattati per morosità tramite parziale remissione del debito e rate mensili senza interessi.
Ho preferito tentare un accordo extragiudiziale piuttosto che affidare al mio avvocato la pratica di richiesta decreto ingiuntivo al tribunale.

Nel tuo caso fai bene a condizionare la stipula di un nuovo contratto all'incasso di tutta la somma concordata. E se sei ragionevolmente tranquillo che quel conduttore in futuro sarà in grado di far fronte ai pagamenti.
 
Ultima modifica:

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Una richiesta di accordo al ribasso e nuovo contratto dopo 12 mesi di morosità e sfratto convalidato, a me suonano male.
Riattivando un nuovo contratto, torna nuovamente il diritto all’abbinamento, i 12 anni ecc
Non capisco la logica: aveva cercato una transazione prima di arrivare allo sfratto?
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
@uva: Per info a dicembre ho trasmesso una riduzione per il trimestre ottobre-dicembre ed è andata a buon fine
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Anch'io ho i dubbi di @basty : non mi fiderei più di un inquilino che ha accumulato una morosità così importante.


A quale diritto ti riferisci, @basty ?
Il correttore ha scritto quello che più gli piaceva....
Intendevo l’avviamento

Quanto alla morosità: potevo capire se chiedeva un accomodamento prima di arrivare allo sfratto. Ne hanno trattato o lo sfratto è stato avviato e concluso senza che si siano parlati prima?
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

swan5045

Membro Attivo
Il correttore ha scritto quello che più gli piaceva....
Intendevo l’avviamento

Quanto alla morosità: potevo capire se chiedeva un accomodamento prima di arrivare allo sfratto. Ne hanno trattato o lo sfratto è stato avviato e concluso senza che si siano parlati prima?
Salve, si in effetti non sono molto convinto neanche io di questo accordo, la cosa positiva è che recupererei un po’ del dovuto, ma effettivamente, essendo condizionato alla nuova stipula ha molti inconvenienti. Purtroppo la proroga degli sfratti ha complicato le cose. Le trattative prima della chiusura ci sono state ma l’ha tirata talmente per le lunghe che alla fine ho deciso di chiudere per via del rischio di dover pagare ancora tasse.
A tale proposito vorrei chiedervi se siete al corrente di una sentenza del 31/08/2020, a Lecce che ha dato ragione al ricorrente contr l’AE sul fatto di non dover pagare tasse su affitto commerciale non riscosso.
Vi allego il link: cosa ne pensate?
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
se siete al corrente di una sentenza del 31/08/2020,
Io non ne ero al corrente.
E' interessante, ma rappresenta il parere di una Commissione Tributaria. Altre sentenze di altre Commissioni potrebbero esprimere pareri contrari.
Certo che dal punto di vista dei locatori non è comprensibile la distinzione tra i canoni non incassati relativi a contratti abitativi e quelli relativi a contratti commerciali.
 

mapeit

Membro Senior
Proprietario Casa
Salve, si in effetti non sono molto convinto neanche io di questo accordo, la cosa positiva è che recupererei un po’ del dovuto, ma effettivamente, essendo condizionato alla nuova stipula ha molti inconvenienti.
Stai molto attento. A me è capitato che un inquilino abbia saldato il pregresso (comprese le spese legali) per stipulare un nuovo contratto, ma poi, dopo due mesi di pagamenti puntuali, abbia ricominciato a non pagare accumulando un debito ancora maggiore del precedente.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, con un contratto di locazione con cedolare secca e a canone concordato è possibile inserire la possibilità di sublocazione per avere poi la possibilità di aprire un'unità ufficio amministrativo?
Ed inoltre, è possibile ridurre le motivazione e il tempo di recesso? L'articolo 8 "recesso del conduttore" parla di gravi motivi e 6 mesi di preavviso. Grazie per una Vostra gentile risposta.
Alto