1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Senior

    In un condominio le spese dell'acqua sono pazzescamente lievitate negli ultimi anni. Dai circa 77 euro conteggiati "per testa" nel 2014 si è arrivati quest'anno a 250 euro. Premesso che ora chiederò (su delega della persona interessata) di vedere le fatture, chiedo se sia corretto che per un negozio di parrucchiere (uomo e donna) gestito da cinesi e per un ristorante giapponese vengano calcolate 6 quote. Una famiglia di 3 persone paga 750 euro di acqua, parrucchiere e ristorante 1500 euro. Nel negozio di parrucchiere lavorano anche in sei contemporaneamente, festivi compresi. Non ho idea della mole di lavoro del ristorante: è vero che i clienti non ci fanno la doccia come in famiglia, ma quante stoviglie e verdure ecc... ci vengono lavate quotidianamente? Mi sembra che ci sia sproporzione nella suddivisione delle spese. Al di là che cercherò di capire il perchè di questo costo pazzesco di acqua, esiste una regola per definire quanta acqua conteggiare agli esercizi commerciali tipo i due che ho detto? Grazie
     
  2. Nautilus

    Nautilus Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Non è possibile installare un contatore per ogni appartamento/negozio?
     
    A Elisabetta48 e 1giggi1 piace questo messaggio.
  3. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    si potrebbe risalire al consumo partendo dagli scarichi.
    Per dimensionare gli scarichi ci si basa sugli Abitanti Equivalenti: in questo caso ogni A.E. è una testa.
    Guarda qua:
    http://www.starplastsrl.it/wp-content/uploads/2014/02/Calcolo.pdf
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  4. luciano1949

    luciano1949 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    L'unico sistema sicuro e giusto, è installare i contatori in ogni unità facente parte del condominio, la spesa sarebbe recuperata ampiamente nel giro di pochissimi tempi, il consumo sarebbe più controllato dagli stessi singoli condomini, ognuno baderebbe ai suoi consumi e passerebbe subito a sistemare le perdite e gli sprechi, basti pensare che una "pucci" che perde consuma una quantità di acqua da 100 litri a oltre 500 al giorno, se chi ha il guasto non lo ripara, oggi la spesa la spande su tutto il condominio, dopo se la troverebbe sul groppone, l'acqua è diventata cara e bisogna risparmiarla.
    Risulta strano che due attività commerciali non abbiamo il loro contatore......
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  5. clemente

    clemente Membro Attivo

    Professionista
    L'acqua per fortuna o purtroppo non è cara ... quello che incide in modo preponderante è il canone fognatura che viene addebitato in bolletta in misura equipollente al consumo di acqua potabile ... Nel caso in questione, l'unico sistema per contabilizzare in maniera congrua i consumi è l'installazione di contatori singoli ...
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    non è strano se si tratta di edifici vetusti . Poi c'è anche la possibilità che sia molto difficoltoso installare un contatore dell'acqua per via della ubicazione della rete di adduzione ai singoli appartamenti. Nel condominio dove abito ci sono due colonne montanti dell'acqua; una serve cucina e bagno di servizio e l'altra il bagno padronale: in questo caso si dovrebbero installare due contatori per appartamento.
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  7. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ogni situazione fa caso a se: ma potresti avere sorprese.

    In un condominio, c'era un bar a piano terreno; per decenni l'addebito era stato fatto forfettariamente. E sistematicamente veniva sollevato il dubbio che i suoi consumi fossero superiori. Avendo poi richiesto l'installazione di un condizionatore, non so se addirittura ad acqua, l'assemblea chiese che si dotasse di un sottocontatore.

    Sorpresa: a consuntivo gli addebiti successivi furono pari al massimo al 30% di quanto dovuto in precedenza. C'è mancato poco che quello chiedesse il rimborso per gli anni precedenti....

    Ho capito che noi sottostimiamo il consumo di una famiglia: docce, e lavatrice, evidentemente incidono molto rispetto a lavello, lavastoviglie ecc.
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  8. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Metodo contrario alle norme di Legge salvo lo abbiate "sottoscritto" tutti.

    Puoi pretendere l'installazione di sottocontatori.

    Ps.
    Avete verificato se vi siano perdite dopo il contatore o se lo stesso sia ancora preciso?
     
  10. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    francamente no. Ti faccio notare che attualmente la situazione è questa
    se si introduce il concetto di A.E. se non altro aumenta il contributo di parrucchiere e ristorante.
     
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quindi tu intendi dimostrare un prelievo d'acqua determinandone la misura con un altro calcolo basato sulla portata diegli scarichi (in funzione del loro diametro)...perchè così adottati in funzione di una tabella priva di fondamento!!!???!!!

    Capirei se oltre al diametro/portata vi fosse sempre un funzionamento ininterrotto di tali "reflui".

    Tabella "folcloristica" ... ben che vada sarà una media statistica comunque inapplicabile per Legge e priva di veridicità.
     
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    io non voglio dimostrare nulla perché qui non c'è nulla da dimostrare se non la correttezza, o l'equità, della ripartizione delle spese legate ai consumi di acqua.
    Sembra che, attualmente, chi esercita l'attività di parrucchiera paga il doppio di quello che paga una famiglia composta da 3 persone.
    Basarsi sugli scarichi non è poi come criterio così eccessivamente sbagliato: quello che tu scarichi è per il 90% quello che è uscito dal rubinetto della tua unità immobiliare. Se tu prelevassi da un tuo pozzo privato pagheresti l'acqua prelevata a meno che sia un pozzo che è "sfuggito" al censimento.
    Gli abitanti equivalenti si usano non solo per dimensionare i tubi di scarico domestico ed assimilati, ma anche per dimensionare le fosse settiche, le fosse Imhoff ecc... ecc..., e non per calcolare la portata degli scarichi a gravità in funzione del loro diametro. Per calcolare la portata di una tubazione a gravità è sufficiente disporre delle sue dimensione, della sua scabrosità, della velocità.
    La tabella non l'ho inventata io: viene comunemente usata in campo ambientale dagli studi di progettazione per gli scopi che ho detto prima e soprattutto accettata dalle strutture pubbliche di controllo.
    Con questo non voglio sostituire la lettura diretta dei consumi fatta con i contatori con un calcolo desunto dalla stima degli scarichi.
     
  13. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    In questo caso sarebbe opportuno isolare una condotta adduttrice, installare un gruppo di misura nell'altra ed all'uscita collegare le due condotte che alimentano i due settori dell'abitazione.
     
  14. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Senior

    Ringrazio tutti per i contributi. Sono stata molto assente oggi per altro problema di acqua: casa di mia figlia - 4 piani più su stanno facendo lavori di ristrutturazione. Hanno allagato tutta la colonna di appartamenti sottostanti. Aiuto. :rabbia:
    Comunque: ora rileggo tutto con calma, grazie ancora. Certo che i contatori individuali sarebbero la soluzione. E' un condominio molto inerte: col non volere fare mai niente, alla fine si deve fare in emergenza e si paga di più. Per i contabilizzatori individuali siamo dovuti ricorrere all'avvocato, in barba agli obblighi di legge.
    Chiederò in assemblea il perchè non mettano i contatori individuali. Temo ci sia un problema tecnico. Quel palazzo è stato fatto in modo un po' strano: durante lavori di ristrutturazione si è scoperto che passano per quell'appartamento cavi elettrici di non si sa chi che scendono verso le cantine. Non so quale groviglio di tubi di acqua possano avere combinato. Il groviglio di fili elettrici c'è.
    Lì non c'è traccia di nulla, ogni decisione risale a un passato remoto di cui si è persa notizia. I residenti sono tutti molto anziani (detto da me che ho quasi 70 anni) e manipolati dall'amministratore. Tenterò di capirci qualcosa in assemblea forte anche delle vostre dritte.
    Ci proverò
    E' una delle cose già in lista da chiedere all'amministratore
    Conosco però altri condomini nella stessa città dove la quota pro-capite è sui 90 - 100 euro. Qui ci deve essere un grosso problema, anche se non so quale

    Aggiungo che nel bilancio preventivo per l'anno prossimo ha ancora aumentato di qualcosa la quota-acqua. Mi sono stampata le tabelle del fornitore: tutte le voci di spesa sono per il 2017 inferiori a quelle del 2016. C'è decisamente qualcosa che non va.
    Ora mi leggo con calma tutti i vostri contributi. Grazie ancora
     
  15. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    allora il bagno padronale affaccia sul lato ovest della palazzina, la cucina con a fianco il bagno di servizio affacciano sul lato nord; tra il bagno di servizio ed il bagno padronale se li colleghi in diagonale che è la distanza minore devi sollevare il pavimento di un corridoio e di una stanza. Se invece fai una L ci aggiungo una seconda stanza. E secondo te io, e tutti quelli che abitano sopra o sotto di me, facciamo questa "pecionata" per aver un contatore solo? Se la casa è stata progettata con le colonne separate (che passano nei "tracantoni" delle finestre dei bagni) si metteranno i contatori all'ingresso nella proprietà. Il pregio di avere le colonne separate è che se devi fare un lavoro in cucina o nel bagno piccolo si chiude la colonna che li alimenta ma nel bagno grande l'acqua c'è. Viceversa se devi fare un lavoro nel bagno grande è agibile quello piccolo e la cucina.
     
  16. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Senior

    Scusa la mia ignoranza: dove posso trovare queste norme? Grazie
     
  17. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Luigi, credo che almeno queste condotto partono o prelevano dallo stesso contatore condominiale, per cui si potrebbero collegare in quel punto. Non credo che chi ha eseguito quei lavori si sia sbizzarrito per fare impianti, a dir poco, disordinati. Poi per poter gestire porzioni d'impianto basta realizzare una centralina. Con un po di buona volontà si può realizzare anche oggi. Dipende dai problemi da affrontare.
     
  18. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ma il problema resta lo stesso: non esiste un contatore sugli scarichi...quindi cosa o come misuri?
    "Estrapolare" un dato numerico basandosi su un sistema che in buona sostanza calcola le teste in modo statistico non rientra nei criteri di Legge adottabili quando mancano contatori di misura.

    Non dubito che gli "abitanti equivalenti" sia un buon criterio per dimensionare gli scarichi...ma nulla può apportare per "misurare" l'entità degli stessi.
     
  19. Andrea Occhiodoro

    Andrea Occhiodoro Membro Ordinario

    Professionista
    Buonasera Elisabetta48, la norma cui fa riferimento Dimaraz è il D.P.C.M. 4 marzo 1996 che sancisce l'obbligo per i proprietari di unità immobiliari in condominio di dotarsi di contatori individuali (i cosiddetti "divisionali" o contatori a sottrazione). In caso di inerzia dell'assemblea il singolo condòmino può ricorrere all'A.G. .
     
    A Elisabetta48 e Dimaraz piace questo messaggio.
  20. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Codice Civile e Giurisprudenza...ma come detto sono derogabili con accettazione unanime.

    Ne consegue che nulla potrai contestare per il passato...ma puoi certamente pretendere si installino i sottocontatori.
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi