1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. miki78

    miki78 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    salve a tutti voi vorrei sapere, se acquisto un locale commerciale ad un giusto prezzo di mercato, da una società s.n.c con debiti in corso ,cosa rischio grazie mille per la risposta
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Premesso che avere debiti in corso non implica che si versi in uno stato d'insolvenza. Il rischio è un'azione revocatoria nel caso che il venditore diventi insolvente e quindi sia dichiarato fallito. Presupposto è che la s.n.c. sia "fallibile", ex art. 1 della legge fallimentare (Regio Decreto 16 marzo 1942, n. 267); inoltre non devono esserci le condizioni ex art. 15, ultimo comma della stessa legge. L'azione è esperibile se ricorrono le condizioni ex art. 67 della stessa legge. L0 stesso articolo, al comma 3, prevede i casi che comunque non sono soggetti a quell'azione.
     
    Ultima modifica: 16 Gennaio 2015
  3. miki78

    miki78 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    perdonatemi ma non conosco tutte queste leggi potete spiegarmi meglio,la snc presenta attualmemte da visure ipotecarie,un decreto ingiuntivo in atto
     
  4. miki78

    miki78 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    mi spiego meglio cosi anche voi potete darmi risposte piu esaustive,l immobile inquestione ha un mutuo ipotecario volontario e per estinguerlo mancano poche rate ,lasituazione debitoria(decreto ingiuntivo è su un altro bene della snc)
     
  5. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Evidentemente l'altro bene ipotecato soddisfa l'importo dovuto al creditore. Pertanto, se il venditore non ha altri problemi non dovresti preoccuparti. Comunque, per non rischiare nell'atto dichiara il valore realmente pagato, il cui pagamento sarà ovviamente tracciato. Chi vorrà rivalersi per richiedere la revocatoria dovrà essere certo che l'immobile vale più di quello pagato perché dall'operazione sarà quello che lui potrà recuperare, fatto salvo il prezzo da te pagato e le spese documentate, sopportate.
     
  6. miki78

    miki78 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    il bene che andrei ad acquistaRE supera di gran lunga il prezzo di mercato ,la mia paura e se dopo l acquisto uscissero altri creditori,visto che sono i venditori sono perseguibili per 2 anni,ovviamente tutto tracciabile,in questi giorni parlerò con la mia banca per accendere un eventuale mutuo che possa tutelarmi che ne dite?
     
  7. miki78

    miki78 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    trovo assurdo queste leggi non solo uno si carica il peso di comprare pagando un qualcosa che supera il suo valore reale,perchè gli serve acquistare un determinato immobile cè anche il rischio di perderlo per debiti fatti dalla parte venditrice,assurdo
     
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    I creditori potranno chiedere la revocatoria, ma se gli costerà più del valore dell'immobile non avrebbero alcun interesse a perseguire questa strada. Comunque tu non perderai un euro.
     
  9. miki78

    miki78 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    non capisco perchè non perderei un euro,(facciamo un esempio pratico)se l immobile che andro ad acquisatre costa per esempio500mila euro,e la società venditrice attualmente presenta un ipoteca giudiziaria con debiti pari adf esempio di 100mila euro,dopo aver fatto l atto di vendita esono ulteriori debiti di importo per esempio di 600 mila euro come sarei messo in tale situazione grazie per le sue risposte
     
  10. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Come ti ho gia detto, se chiedono la revocatoria ti devono restituire tutti soldi che risultano indicati nell'atto, oltre a tutte le spese che hai sopportato per giungere alla stipula, notarili, tecniche, mediazione, ecc. ecc.. La revocatoria serve per contrastare gli atti fasulli o di comodo, fatti per eludere il patrimonio dalla voracità, logica, dei creditori. Ma se tu paghi ed è provato che hai pagato, potranno chiedere la revocatoria, solo se riterranno che il prezzo è inferiore al valore dell'immobile, per cui conviene rivenderlo recuperando una cifra maggiore.
     
  11. miki78

    miki78 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    eventualmente che rischio avrei io grazie per la sua professionalità
     
  12. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Nessuno.
     
  13. miki78

    miki78 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    grazie sig gianco quindi posso procedere all acquisto?
     
  14. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Attenzione che le vendite e i preliminari di vendita, trascritti e conclusi "a giusto prezzo", non sono soggetti all'azione revocatoria solamente se hanno come oggetto immobili a uso abitativo, destinati a costituire l'abitazione principale dell'acquirente o di suoi parenti e affini entro il terzo grado, ovvero immobili a uso non abitativo destinati a costituire la sede principale dell'attività d'impresa dell'acquirente, purché alla data di dichiarazione di fallimento tale attività sia effettivamente esercitata ovvero siano stati compiuti investimenti per darvi inizio.
    Come previsto dall'art. 73, comma 3, lett. c) della legge fallimentare, che avevo già indicato.
    Quindi, se non ricorrono quelle condizioni, il solo pagare il giusto prezzo non pone al riparo da una possibile azione revocatoria fallimentare.
     
    A Ennio Alessandro Rossi piace questo elemento.
  15. miki78

    miki78 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    una volta ACQUISTATO l immobile devo svolgere la mia attività ,devo fARE LE RELATIVE VOLTURE DI acqua luce e gas per dare inizio alla mia attività gia svolta in un altra struttura,cosa dovrei fare in piu per star tranquilllo da un eventuale revocatoria fallimentare?
     
  16. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Nemesis, mi confermi che in caso di revocatoria l'acquirente deve essere risarcito dell'importo che ha pagato e delle spese sostenute dimostrabili?
    Profitto dell'occasione per riprendere una discussione che abbiamo avuto tempo addietro, perché non saprei come intervenire privatamente. Me ne scuso con i propisti, che troveranno anomala la mia scelta.
     

    Files Allegati:

  17. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Art. 70, comma 2 L.F.:
    "Colui che, per effetto della revoca prevista dalle disposizioni precedenti, ha restituito quanto aveva ricevuto è ammesso al passivo fallimentare per il suo eventuale credito".
     
  18. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Verrebbe ammesso al passivo fallimentare anche se avesse acquistato quando ancora non c'era sentore di fallimento? Se così fosse sarebbe una vittima sacrificale. Assurdo!
     
  19. miki78

    miki78 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    mi spiegate meglio quest ultimo passsaggio con termini meno tecnici abbiate pazienza
     
  20. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Premesso che grava sul fallimento la prova della conoscenza in capo al soggetto, nei cui confronti si chiede la revocatoria, dello stato di insolvenza del debitore, sarebbe assurdo se non fosse così, una volta che sia risultata vittoriosa la domanda di revocatoria: vi sarebbe una lesione della par condicio creditorum.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina