1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pilly

    pilly Nuovo Iscritto

    Buonasera, sono proprietaria di una prima casa che si trova in Umbria che è stata acquistata dai miei genitori e a me intestata usufruendo delle agevolazioni per l'acquisto della prima casa. Nella realtà è vissuta ed usata dai miei genitori.Mi trovo ora nella possibilità di poter acquisire un immobile a Roma che diventerebbe per me seconda . Potrei intestare aquesta nuova casa da acquistare a mia figlia minorenne (ha solo tre anni)?
    grazie a chiunque possa darmi un consiglio
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    In linea di principio si, ma devi ricorrere ad un giudice per la Patria Potestà della minore, (di più non so) Naturalmente in considerazione dell'età della figlia, per almeno 15 anni ti sarà difficilissimo gestire il bene, non potrai venderlo, non potrai farti finanziare dando come credenziale l'immobile ecc... Forse l'intestazione regolare al 10% anzichè al 4% non è così terribile e acquisti senza agevolazione.
     
    A pilly piace questo elemento.
  3. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Concordo con Adriano. Valuti anche che il 10% sulla seconda casa ( se compra da un privato o impresa non costruttrice) lo paga sulla rendita castastale (rilevabile dalla visura catstale ) rilavulata del 5% e aumentata del 20%; in questo caso in genere l'imponibile da tassare è molto piu' basso del corrispettivo
     
    A pilly piace questo elemento.
  4. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Concordo anche io con Adriano ed Ennio Alessandro:daccordo::applauso:

    PS:per fare velocemente il calcolo dell'imponibile seconda casa, deve moltiplicare la rendita catastale per 126 e si ottiene lo stesso risultato indicato da Ennio Alessandro che è quello corretto e consequente alle varie normative.
     
    A pilly e piace questo messaggio.
  5. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
  6. Ciro

    Ciro Nuovo Iscritto

    Buongiorno,
    sono un prossimo acquirente di casa (a pochi giorni dal rogito), acquistata tramite agenzia immobiliare. L'agente immobilare che ha seguito la trattativa (ed ha curato tutti gli atti sino al prossimo rogito), mi ha sempre detto che le tasse di compravendita, a partire da una data non molto remota (ma che non ricordo) si applicano sul costo reale dell'immobile e non sulla rendita catastale ancorchè rivalutata! Onestamente sono sconcertato: possibile che l'Agenzia non sappia della possibilità di fruire di una simile opportunità e sopratutto non me l'abbia comunicata? Di norma un Notaio calcola la propria provvigione sul prezzo di compravendita dell'immobile o sul suo valore catastale (eventualmente rivalutato) ?
    Questo calcolo della base imponibile (PREZZO - VALORE), si applica anche nel caso (che è il mio) in cui l'acquisto dell'immobile sia a favore di un minore ? Si può chiedere al notaio prima della stipula di applicare il PREZZO-VALORE anziche il valore di compravendita o lo ritiene sconsigliabile ?
    Grazie delle eventuali risposte
     
  7. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Il tuo intermediario è una capra ignorante o ha interessi che mi sfuggono. Il tuo Notaio, pretendi di fare l'atto con un notaio di tua fiducia, ti spiegherà tutto. Chiedi un appuntamento e fai approfondire ogni aspetto, la tassazione sul valore catastale aggiornato, la dichiarazione del prezzo effettivamente pagato, che non influirà sulla tassazione applicata, e un consiglio sull'intestazione a minore, aspetto che ti sconsiglio a meno chè i minore abbia 17 anni e sia prossimo a divenire maggiorenne. Tu capisci che intestare una casa ad un minore implica che per ogni necessità tu dovrei interpellare un giudice tutelare del minore.
     
    A piace questo elemento.
  8. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    si vale anche per i minori. Il notaio conosce benissimo la norma e sarà lui a proporgliela.
    Dichiari tutto in atto ( è obbligatorio) ma chieda che l'imponibile della tassazione sia diversa ossia inferiore ( prezzo valore)

    veda esempio
    In pratica cosa bisogna indicare in atto per beneficiare del “prezzo valore”
    Occorre premettere che tale sistema è opzionale ma in linea di massima è il più favorevole. Nell’atto di compravendita bisognerà indicare il valore totale effettivo e reale della transazione , ma si potrà chiedere al notaio e dichiararlo in atto che la base imponibile scelta sia determinata nel “prezzo valore”: il che in genere comporta un bel risparmio di imposte. Per esempio si dovrà dichiarare in atto che il corrispettivo della compravendita è pari a 230.000 euro (prezzo reale), ma sempre in atto si chiederà che la tassazione avvenga su 110.000 euro. (rendita catastale rivalutata, alias prezzo-valore).
     
    A piace questo elemento.
  9. Ciro

    Ciro Nuovo Iscritto

    Grazie ad Adriano ed Ennio Alessandro, farò buon uso dei vostri consigli !!!
     
  10. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Caro ciro62, quando sento che un agente immobiliare non è a conoscenza della possibilità di applicare il prezzo valore, mi cadono le braccia.
    Non è una circolare solo conosciuta da pochi, è il "pane" per chi fa il nostro lavoro.
    Ma sei sicuro che sia un agente immobiliare iscritto al "Ruolo"?
     
  11. toscogroup

    toscogroup Nuovo Iscritto

    Credo sia impossibile che un agente non sappia queste cose, anche perche' con il mercato fermo di ora si cerca di fare spendere meno possibile al cliente. Spero che l'agente si riferisse a immobili in costruzione o da imprese costruttrici (dove le tasse si pagano sul valore di costruzione e non su quello catastale), altrimenti.... un altro punto a sfavore per la nostra categoria. Purtroppo.
     
  12. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    ovviamente "il prezzo valore" è applicabile nel contesto soggettivo come indicato nel post n.5 sopra richiamato che qui riporto :
    ... “ il prezzo valore” si applica quando la tassazione è a “imposta di registro, ipotecarie e catastali ” il profilo del possibile venditore è duplice: può essere anche lui persona fisica non imprenditrice , oppure una società , una impresa o un ente che per imposizione effettui una cessione dell’unità non soggetta ad IVA . Così per esempio soggiacciono ai benefici del “prezzo valore” oltre a tutte le vendite in cui entrambe le parti sono “privati”, anche le vendite fatte da cedenti non-soggetti IVA (associazioni, fondazioni e simili), o da società o imprese in regime di esenzione IVA o le vendite fatte da imprese costruttrici o di ristrutturazione oltre i quattro anni dalla data di ultimazione della costruzione o dell'intervento, o le vendite fatte da imprese che non hanno costruito o ristrutturato l'immobile.
    Per cui: Se il venditore è una impresa costruttrice che fattura entro 4 anni dalla fine dell'opera , l'imposta si applica sul corrispettivo pieno e non trova applicazione la facilitazione del "prezzo valore "
     
  13. Ciro

    Ciro Nuovo Iscritto

    Ciao Jirogin,
    devo fare ammenda: dopo aver letto le risposte di Ennio ed Adriano, sono andato di corsa a vedere cosa c'era scritto sul preventivo redatto dal notaio dell'agenzia, pronto per una sonora protesta verso la stessa, ma ... mi sono subito accorto che diversamente da quanto comunicatomi a parole (del cui contenuto sono del resto assolutamente sicuro), i calcoli effettuati corrispondono a quelli riferiti al c.d. PREZZO - VALORE.
    Dell'iscrizione all'albo dell'agente, credo ci sia la quasi garanzia, in quanto lavora per una rete molto diffusa sul territorio nazionale che credo svolga azioni di controllo sui suoi associati. Peccato però abbia difettato di chiarezza, e spero che si sia trattato solo di questo.
    bye !
     
  14. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Bene ciro62 mi fa piacere per te.
    :D
     
  15. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista



    Per intestare una casa ad un minore, come hanno giustamente detto i miei colleghi, bisogna coinvolgere il Tribunale dei Minori.
    E' una pratica che segue il notaio, che fa fare una perizia giurata ad un tecnico e la presenta al tribunale.

    Il giudice nomina uno o più tutori (in questo caso i genitori) e poi si può rogitare con i benefici fiscali.

    Certo, la bimba è piccola, per cui per evitare di trovarsi in difficoltà fino a che diventerà maggiorenne (il giudice entra in tutte le decisioni relative all'immobile...) forse sarebbe opportuno valutare quanto suggerito dai colleghi per l'acquisto come seconda casa.

    Silvana
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina