1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Acacerulen

    Acacerulen Membro Ordinario

    Ho acquistato una cucina SNAIDERO dal rivenditore autorizzato. Ho accertato che il rivenditore, pur acquisendo la caparra, non ha mai trasmesso l'ordinazione alla ditta SNAIDERO. Quest'ultima da me informata, dopo la mancata consegna nel tempo previsto, ha potuto verificare che mai nessun ordine era stato effettuato dal rivenditore autorizzato pur avendo il predetto rivenditore incassato una sostanziosa caparra. La SNAIDERO non mi ha informato di alcun provvedimento preso nei confronti del suo rivenditore fiduciario e lo ha giustificato rispondento che non aveva fatto alcun ordinazione a mio nome perchè il rivenditore gli ha detto che non aveva ancora preso le misure per ordinare i pezzi. Tutto questo a oltre 7 mesi dal contratto di acquisto che la SNAIDERO ha da me acquisito in copia. Il comportamento omissivo della SNAIDERO può concretizzarsi in reato penalmente punibile dopo presentazione di querela ? Quale tutela hanno i consumatori e come devono comportarsi se addirittura gli inconvenienti si generano anche con un grande marchio ?
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Fossi in te denuncerei il "rivenditore autorizzato".
    E' lui che si è intascato la caparra. La Snaidero la lascerei da parte.
    Il rivenditore autorizzato, ha un contratto con la ditta mandante e cura la vendita esclusiva di quella marca.
    Ma il rivenditore è un commerciante, con iscrizione alla Camera di Commercio e provvisto di Licenza di vendita e partita IVA, quindi lavoratore autonomo e responsabile penalmente degli illeciti rilevati nell'esecizio del proprio lavoro.
    Il rivenditore si è appropriato indebitamente, di soldi da te versati per una compravendita mai avvenuta.
     
  3. Acacerulen

    Acacerulen Membro Ordinario

    denunciando il rivenditore, sto scrivendo la querela che depositerò, ho debitamente informato Snaidero che quindi è a conoscenza che un suo rivenditore autorizzato agisce per nome e per suo conto in maniera penalmente censurabile, per questo potrebbe configurarsi che la Snaiderò si renda complice di questo atteggiamento. Cosa dice ?
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Concordo, anche se ometterei di evidenziare "complice" (per il momento).
     
  5. Acacerulen

    Acacerulen Membro Ordinario

    nella querela si pone il concetto di complicità che si esprime nell'eventuale "concorso" al reato penale. Quello che mi preme evidenziare è l'atteggiamento di una grossa ditta italiana che pur lamentando una crisi di mercato e per questo si fa portatrice di riduzione dell'IVA sull'acquisto di cucine con il suo titolare, si renda protagonista in negativo con i consumatori. Come può essere immune sulla vicenda riportata ? Mi auguro che altri consumatori non vadano incontro alle mie stesse vicisitudini e per questo sto informando le Associazioni dei consumatori. Mi chiedo, a prescidere da Snaidero: è giusto tutelare le ditte italiane che magari creano situazioni simili anche a livello internazionale denigrado così il marchio "Italia" ? a questo punto viva i "cinesi" che copiano e fanno pagare molto meno e... non creano problemi così come accade quando acquisto all'estero.
     
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E' davvero molto triste. se avessi acquistato da ikea scommetto non avresti avuto problemi. se poi privatamente ci fai sapere il nome del rivenditore te ne saremo grati.
     
  7. Acacerulen

    Acacerulen Membro Ordinario

    la cosa che da veramente fastitio è il comportamento della Snaidero che pur sapendo che è in essere da un suo rivenditore un comportamento censurabile, mette la testa sotto la sabbia e fa finta di nulla. Se questo è il modo di essere italiani nel mondo, non facciamo altro che farci del male. Come si può essere concorrenziali a questo punto viva i cinesi che copiano.

    Circa il rivenditore per non essere accusato di violazione della privacy mandatemi una e-mail privata con la denominazione della vs. città servirà ad escluderla perchè è pur vero che ci sono rivenditore seri, veramente seri, ma case madri...
     
  8. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Twitter, tutta la mia solidarietà, hai sborsato soldi e dopo 7 mesi nisba!
    Ma, non puoi attaccare la Snaidero, perchè nella vicenda non ha nessuna responsabilità, questa è tutta del rivenditore, che ti ha sottratto i soldi, il reato l'ha commesso il rivenditore.
    La Snaidero perde di credibilità, di serietà magari, perchè non si accerta dell'onestà dei suoi rappresentanti rivenditori.
    Se fosse stato un dipendente della Snaidero, ad averti effettuato la vendita, le cose sarebbero diverse.
    La responsabilità è tutta del rivenditore in questo frangente.
     
  9. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    la responsabilità sarà delvenditore ma la concessione a questo soggetto, il diritto di vendere i propri prodotti glielo ha dato la snaidero. in passato noi avemmo un problema con un rivenditore opel e la general motors, proprietaria del marchio ci ha risolto i problemi causati dal suo concessionario. la serietà di unìazienda si vede da queste cose. l'azienda doveva risolvere il problema del cliente e contestualmente ritirargli la possibilità di vendere i propri prodotti non accontantarsi di scuse tipo che in sette mesi, dico sette mesi, non si sono prese le misure!
     
  10. Acacerulen

    Acacerulen Membro Ordinario

    carrissimo carloarlberto, vedi se non fosse esposto un cartello Snaidero e l'indicazione nel sito Snaidero del rivenditore autorizzato, io non sarei mai andato a comprare da lui la cucina. La Snaidero è stata informata che c'è qualcuno che agisce a suo nome e per suo conto che assume un comportamento censurabile. Non interviene e quindi concorre al reato, se togliesse l'autorizzazione di rivenditore autorizzato non si realizzerebbe il presupposto di una truffa e invece che fa Snaidero dopo aver avuto la mia documentazione, dopo aver riscontrato che nessun ordine esiste a mio nome che fa lo mantiene come rivenditore ? certo è che è una cosa anomala questo comportamento o no ?
     
  11. Acacerulen

    Acacerulen Membro Ordinario

    attenzione è il rivenditore che ha giustificato il mancato ordine dicendo che non ha preso le misure, invece le ha prese prima di fare il secondo contratto, proprio quello riferito alle misure prese in loco. Fortunatamente ho le prove dell'avvenuta presa di misure. Malgrado ciò la Snaidero crede al suo rivenditore che si è intascato la caparra !!!!! 30% di quasi 18.000 euro. l'esempio da te citato (Opel) è chiaro della serietà aziendale. Come possiamo essere rappresentati all'estero da questi marchi che creano danno già nello Stato di residenza figuriamoci chi compra all'estero !! E' questione di stile e onesta.
     
  12. Acacerulen

    Acacerulen Membro Ordinario

    vedi art. 110 c.p. concorso nel reato.
     
  13. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    E' capitato anche a me con la mia Toyota, che la casa madre ha rimediato un piccolo difetto presso l'officina della concessionaria.
    Comunque un conto è essere concessionario, un'altro rivenditore autorizzato, come pure franchising.
    Altra cosa importantissima da non trascurare è il trascorrere del tempo,
    perchè per una querela, ci sono dei tempi da rispettare (90gg.).
    Invece con la denuncia, perseguibile d'ufficio come reato penale non ci sono tempi da rispettare.
     
  14. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Dall'articolo 110 c.p.
    Il concorso di persone può essere materiale (consistente in un concreto aiuto al reo nella preparazione ed esecuzione del reato) o morale (consistente nel far sorgere o nel rafforzare in un soggetto un proposito criminoso).
    Inoltre il legislatore ha previsto, malgrado il principio di pari responsabilità di tutti i concorrenti, la possibilità di graduare la responsabilità di ciascun concorrente a seconda del contributo apportato alla realizzazione del fatto criminoso, attraverso la previsione di un sistema di circostanze aggravanti ed attenuanti che si applicano specificamente al concorso (artt. 112 e 114), oltre, beninteso, che attraverso i consueti parametri di cui all’art. 133.


    Bisogna dimostrare il tutto, il chè è molto difficile.
     
  15. Acacerulen

    Acacerulen Membro Ordinario

    il fornitore è informato del realizzarsi di un reato.
    La tempistica scatta dal momento in cui si è venuti a conoscenza dell'illecito.
    Non è perseguibile d'ufficio perchè non riguarda la Pubblica Amministrazione, quindi solo a querela.
     
  16. Acacerulen

    Acacerulen Membro Ordinario

    non essere pessimista non lo sono io che ho ricevuto il danno. Dopo la fase depressiva per quello che è avvenuto è scattata la rabbia e ti dico che Snaidero ha trovato il consumatore giusto. Grazie comunque per i tuoi interventi.
     
  17. Acacerulen

    Acacerulen Membro Ordinario

    mi fa piacere che questo argomento non sia frequentato, perchè significa che pochi hanno subito problemi d'acquisto ed in modo particolare da Snaidero.
     
  18. Barbara Snaidero

    Barbara Snaidero Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti,

    Sono Barbara dell'assistenza clienti Snaidero.
    Ci dispiace molto per quanto è accaduto a Twitter, che ha segnalato attraverso il nostro canale di assistenza clienti, la mancata consegna di una cucina di nostra produzione.
    Svolte le opportune indagini, abbiamo accertato che l’ordine non è mai stato trasmesso dal rivenditore a Snaidero e conseguentemente non si è dato corso alla produzione.
    Il rivenditore, immediatamente interrogato sull’accaduto, ha spiegato il mancato invio dell’ordine con motivi afferenti all’incompletezza del progetto.
    Abbiamo, quindi, riferito quanto appreso al cliente, rendendoci disponibili all’evasione dell’ordine con una tempistica preferenziale non appena ci fosse pervenuto.

    Nel frattempo abbiamo formalmente invitato il rivenditore ad attivarsi per trovare una soluzione alle problematiche portate a nostra conoscenza, contestandogli la responsabilità di ogni inadempimento, comportamento o illecito eventualmente commesso, suscettibile di arrecare danno al Consumatore, al prodotto, all’immagine e al nome della nostra azienda.
    Precisiamo che dalla conoscenza da parte nostra del contenuto del contratto tra il Consumatore e il rivenditore e la contestazione inviata al rivenditore sono trascorsi quattro giorni. Inoltre il rivenditore inadempiente non è legato alla Snaidero da concessione di vendita ma da semplice rapporto commerciale in regime di libera concorrenza, e la Snaidero è completamente estranea ad ogni rapporto contrattuale, personale, materiale posto in essere da un autonomo imprenditore entrato in rapporto commerciale con l’azienda.
    Nei confronti del rivenditore sono stati da noi adottati i più opportuni provvedimenti, interrompendo immediatamente il rapporto commerciale e ritirando il nostro marchio.

    Grazie a tutti,
    Barbara
    assistenza clienti Snaidero Cucine
     
  19. Acacerulen

    Acacerulen Membro Ordinario

    Ecco finalmente una risposta degna di un grande marchio. La dimostrazione che si dia attenzione al cliente e dei provvedimenti presi a tutela del grande marchio. Finalmente. Speravo che SNAIDERO fosse una ditta seria e con questo intervento lo ha dimostrato, condividendo le iniziative che erano in auspicio. Ringrazio SNAIDERO per il suo interesse verso il consumatore.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina