1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Martina91G

    Martina91G Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buonasera,
    Sono una studentessa di 23 anni e mia mamma, insime a mio nonno, mi vorrebbero regalare la mia prima casa a Milano.
    Ovviamente io studio e ancora non lavoro, non percepisco uno stipendio e non ho reddito tale da poter permettermi una casa che sarà quindi pagata interamente dai mie cari.
    Vorrei chiedere se sia io, mia mamma e mio nonno saremo sottoposti al redditometro e cosa dev'essere indicato sul contratto notarile.
    Vi ringrazio e attendo vostri consigli :)
     
  2. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Questa potrebbe essere la risposta corretta (se nel frattempo non è sopravvenuta sentenza contraria).
    Inattaccabile la casa acquistata per il figlio
    Tua madre e tuo nonno devono dichiarare in sede di rogito che i fondi per l'acquisto dell'immobile sono stati forniti da loro (donazione indiretta).
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
  4. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Hai ragione, mi era sfuggito.
     
  5. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Se la casa appartenesse alla madre, può essere applicata la stessa regola della donazione indiretta?
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    I soldi li metterebbe solo il nonno ? Senza passaggio di denaro non ci sarebbe compravendita ma "donazione pura" con tutti i problemi legati a tale atto come ricorsi futuri di varia natura, fratelli, altri eredi, creditori, e la nota impossibilità, in caso di rivendita da parte della figlia l'acquirente di ottenere mutui dalle banche.
     
  7. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Per quanto riguarda il problema del passaggio di denaro in una compravendita tra padre e figli (con pochi soldi) mi avevano raccontato (e non poco stupito) di uno che aveva dato una procura del suo conto corrente ai figli. Con la procura si possono firmare gli assegni. Quindi i figli gli hanno dato praticamente un suo assegno. Non so se poi l'hanno consegnato alla banca. Come la vedi una cosa del genere?
     
  8. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi pare un'operazione inverosimile, tutti i movimenti finanziari oltre un certo importo sono tracciati.
     
  9. Martina91G

    Martina91G Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Io sono l'unica erede della famiglia. Ho una zia( sorella di mia mamma)ma lei non ha figli. Mio nonno e mia mamma mi vogliono intestare la casa come la mia prima casa e i soldi vengono forniti gran parte da mio nonno, la restante, invece, da mia mamma.
     
  10. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    In che senso inverosimile? E se l'assegno fosse stato regolarmente versato?
    Stai dicendo che se due persone hanno un conto corrente cointestato non possono fare tra di loro delle operazioni di compravendita usando quel conto?
     
  11. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    In pratica gli stessi soldi escono e subito dopo rientrano nello stesso conto ? Mi sembra un vera e propria simulazione. L'unica vera uscita è quella richiesta dal notaio per imposte/tasse ed il suo onorario.
     
  12. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non dovresti avere problemi acquistando l'appartamento da un terzo. L'unica persona che potrebbe (teoricamente) avere qualcosa da recriminare potrebbe essere tua zia, però l'hai escluso nella pratica.
     
    A Martina91G piace questo elemento.
  13. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Non capisco perchè si tratterebbe di simulazione.
    Il mondo è pieno di persone che hanno il conto corrente cointestato. Non c'è niente di male a farlo. Lo si fa tra parenti anche non in linea diretta, tra coppie sposate o solo conviventi.
    Se questi volessero fare una compravendita tra di loro, emettono e ricevono un assegno nello stesso conto. In tutta legalità.
    Come gestire tecnicamente l'operazione è un problema della banca.
    L'importante, come tu hai detto, è che esca dal conto l'assegno per imposte/tasse e onorario del notaio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina