• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

contro_idealista

Membro Ordinario
Proprietario Casa
#1
Mi piacerebbe essere informato sulla procedura da seguire per acquistare le quote dei miei fratelli per avere la proprieta' totale della mia casa di famiglia. Quanto costa per fratello acquistare le loro quote?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#2
???
Domanda "inutile".
Dipenderà dal prezzo che concorderete...se ti riferivi alle spese allora ci sono troppe variabili ("accorpamento ereditario", acquisto come "prima casa", libero mercato per professionista o altro...)
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
#4
Se siete tutti d’accordo vai da un notaio a farti fare un preventivo per tutte le spese e le imposte, che dipendono dal fatto che acquisti come prima casa o no.
Non c'è “una spesa per ogni fratello” : si tratterebbe di un unico atto, con il quale acquisti tutte le quote che ti servono .
Che i venditori siano 10 o uno solo non cambia .
 

contro_idealista

Membro Ordinario
Proprietario Casa
#5
Se siete tutti d’accordo vai da un notaio a farti fare un preventivo per tutte le spese e le imposte, che dipendono dal fatto che acquisti come prima casa o no.
Non c'è “una spesa per ogni fratello” : si tratterebbe di un unico atto, con il quale acquisti tutte le quote che ti servono .
Che i venditori siano 10 o uno solo non cambia .
Pero' mi hanno detto che questa operazione non e' una compravendita ma un acquisto di quote, con rinuncia alla parte a favore di un componente in cambio di una somma in danaro. E quindi dovrebbe costare meno di una compravendita, e' vero questo?
 

contro_idealista

Membro Ordinario
Proprietario Casa
#7
Non è chiaro.
Spiega meglio la situazione.
praticamente offro 10mila euro ad ognuno per uscire dalla proprieta'. Cioe' rinuncerebbero al possesso della loro parte in mio favore in cambio di 10mila euro ciascuno. Non e' una compravendita. Ma una cessione di quote. Il notaio non credo che debba fare lo stesso lavoro che farebbe per una compravendita, ma deve solo annotare agli enti preposti che i proprietari non sono piu' 5 ma 1. La domanda e': sapete quanto prenderebbe un notaio per fare questo?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#8
Le tariffe dei notai possono avere differenze sostanziali... non ti resta che fare "un giro" in zona.

Quanto al "metodo" che citi credo ti riferisca al fatto che "rilevi" le quote di altri eredi ... ci sono "agevolazioni fiscali" che il notaio ti spiegherà.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
#11
Se si trasferiscono quote (comunque acquisite) della proprietà di una cosa o di un altro diritto verso il corrispettivo di un prezzo, è sempre una (compra)vendita.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#14
Vorrei sollevare un problema pratico: tu dovresti acquistare le quote dei tuoi 4 fratelli. Sarebbe opportuno che tutti contemporaneamente firmassero una vendita per scrittura privata in modo tale che poi, davanti al notaio, qualcuno non si presentasse per sollevare le pretese, facendo leva sul diritto di prelazione che lega tutti i coeredi e che nel caso uno si ritirasse potrebbe creare problemi all'acquirente.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#16
Basta specificare che la scrittura privata sarà convertita in atto pubblico il xx/xx/xx. L'importante è non cadere nel ricatto di qualcuna delle parti, più "furba" delle altre.
 

contro_idealista

Membro Ordinario
Proprietario Casa
#18
A proposito di scrittura privata, ho postato un'altra discussione a riguardo, perché quella dell'acquisto di quote e' un'ipotesi, ma la piu' probabile a tutt'oggi e' la vendita dell'immobile a terzi. Vi prego di rispondere in quel post, ma per anticiparvi, dico solo che abbiamo sottoscritto un accordo privato tra fratelli.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
#19
Vi prego di rispondere in quel post, ma per anticiparvi, dico solo che abbiamo sottoscritto un accordo privato tra fratelli.
Ricorda allora che in caso di vendita a terzi, ritorna in essere il diritto di prelazione dei coeredi: eè un ulteriore problema che si aggiunge alla tua domanda sulla validità della scrittura privata.

In caso sottoscriviate un preliminare, fatti assistere da una persona competente.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto