• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

forest

Membro Junior
Proprietario Casa
#1
Volendo vendere un immobile a mio figlio potrebbe pagarmi con cambiali e/o assegni ? Naturalmente non li porto all'incasso . Non faccio donazione perchè se un domani la vuole rivendere gia so che ci saranno problemi
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
#2
Se non porti gli assegni ricevuti all’incasso, è palesemente una finta vendita, con lo scopo di evitare una donazione.
Piuttosto, se puoi, gli doni dei soldi , e con quelli si compra il tuo immobile ad una cifra più bassa possibile (di solito non inferiore al valore catastale).
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#3
Con le cambiali dovrai pagare una "tangente" connessa al suo costo. Mentre l'assegno che dovrebbe essere compilato nella sua interezza è incassabile entro una settimana e se non c'è la capienza può essere protestato, altrimenti per poterlo incassare devi rivolgerti al giudice con tempi e costi imprevedibili.
 

griz

Membro Storico
Professionista
#4
io credo che se ricevi in pagamento un assegno bancario e poi non lo incassi nessuno si accorge, il problema potrebbe essere che in caso di successione erediaria qualche altro erede, magari conoscendo la cosa, sollevase obiezioni costringendovi a dimostrare l'avvento pagamento
 

forest

Membro Junior
Proprietario Casa
#5
L'immobile da intestargli è il mio, è a mio nome, se le faccio un bonifico di 100mila euro (che non ho!) e poi me li rende acquistando il mio immobile la cosa potrebbe essere interpretata anche in malo modo dalle autorità. Se le faccio donazione fra qualche anno vorrebbe vendere essendo una donazione potrebbe avere difficolta. L'agenzia immobiliare la prima cosa che chiede se è donazione...
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#6
e poi me li rende acquistando il mio immobile la cosa potrebbe essere interpretata anche in malo modo dalle autorità.
Comprendo che ad un "non addetto" sembri azione sospetta ma in realtà è vero il contrario: donare "contanti" con un atto registrato per poi riaverli come pagamento di un altro atto registrato è la massima espressione di trasparenza su cose lecite.

100mila euro (che non ho
Al momento suppongo non ce li abbia nemmeno tuo figlio ...e la tua donazione non necessita sia fatta con bonifico.

Usate assegno bancario.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#7
donare "contanti" con un atto registrato per poi riaverli come pagamento di un altro atto registrato è la massima espressione di trasparenza su cose lecite.
L'importante è che, anche se fittizio, questo passaggio porti al pagamento di una "tangente" allo stato, oltre agli onorari al rogante.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#9
Perché strapparlo? Lo puoi annullare e conservare perché se del caso potresti produrlo dimostrando di non averlo voluto incassare, visto che non è un'obbligo, almeno per ora.
 

forest

Membro Junior
Proprietario Casa
#10
Si si certo, strapparlo era una metafora :) sicuramente lo metterò nel cassetto- Potrei anche usarlo in un prossimo futuro per ricattarlo casomai mi chiudesse in un ospizio di campagna :)
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#11
Mi consigli di farmi pagare con un assegno bancario e poi strapparlo?
Ne servono 2 di assegni.
Se vuoi "andare di fino" tu dai un assegno (a validare la donazione) e tuo figlio a sua volta ti da un assegno a pagamento della vendita. Se tratti sulla stessa piazza (ognuno deve avere un c/c personale anche di Banche diverse ma della stessa città) potranno essere versati contemporaneamente senza generare scoperti di conto e n ssuno potrà dire che tutta l'operazione fosse firtizzia.

Ovviamente la risposta vale come indicazione generale...prima però vanno chiariti tutti i particolari che hai omesso per valutare meglio gli effetti e i punti deboli (altri eredi, fuducia nel figlio, reddito di entrambi, eventuali necessità ulteriori, etc etc).

Visto che hai citato la "polizza anti-ospizio" da valutare la cessione della "nuda proprietà".
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Cosa devo fare x farmi pagare i danni, x il momento ho mandato una raccomandata x avvisare di sistemare i danni prima di uscire, poi se non sistema cosa faccio i danni sono pari a 1000€ tra pulizie (preventivo impresa pulizie di 250€ x un monolocale) x farvi capire le condizioni. Imbiancata come da contratto., frigorifero rovinato ecc..
Ho un problema con l inquilino, mi ha dato la disdetta, nella quale abbiamo concordato che la caparra andava a coprire le spese arratrate con un avanzo da me trattenuto x coprire le ultime bollette dopo la sua uscita. Non avendo effettuato volture. Fino a qui tutto bene e concordato. Oggi ad 1 mese dalla sua uscita, ho effettuato un sopraluogo concordato e mi sono accorto che ho dei danni, ma non ho più la caparra
Alto