• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

#1
carissimi sono qui per sottorporvi un recente problema. ho acquistato un appartamento in una palazzina.Con grande sorpresa i venditori (2 fratelli ) durante il rogito mi hanno comunicato che al contatore eni del mio appartamento è collegato anche l,appartamento adiacente affittato e di loro proprietà .Al che ho fatto scrivere al notaio sull atto che avrebbero provveduto a loro spese a sistemare tale anomalia.Poi prese le chiavi ho fatto un controllo anche sull acqua anche questa collegata all’altro appartamento.i 2 fratelli mi hanno detto che avrebbero sistemato tutto al più presto ma sto ancora in attesa
 

Gianco

Membro Storico
#3
Di chi è l'altro immobile?
Se i rispettivi contratti sono intestati a te subentrante ai venditori, potresti staccare luce ed acqua, paventando la necessità per controlli od interventi sugli impianti. Certamente i "furbacchioni" non potranno lamentarsi, sapendo dell'esistenza dell'irregolarità, forse perseguibile penalmente.
 
#4
L'altro immobile è attualmente di proprietà dei due fratelli e ci vive un inquilino il contratto dell'acqua e il contratto della luce è intestato a loro quindi loro hanno un contratto dell'acqua sul mio appartamento che alimenta in modo fraudolento anche l'altro in affitto stessa cosa per il contatore della luce io per il momento non ho ancora fatto volture ma ho letto da qualche parte che questi utenti finali nascosti possono essere penalmente denunciati in quanto non pagano la quota di tassa dell'appartamento e ho letto anche che ogni contratto di luce si può riferire ha un solo immobile con eccezione di immobile con pertinenze o immobili con attività pubbliche
 

Gianco

Membro Storico
#5
Verifica se c'è la possibilità di fare installare i nuovi contatori. In tal caso fai regolare richiesta e poi quando dovranno venire per i lavori fai trovare i tuoi impianti slacciati dagli attuali contatori, altrimenti saranno problemi per i fratelli venditori.
 
#6
Intanto devo capire bene come hanno collegato insieme il contatore dell'acqua è quello della luce secondo me quello della luce lo hanno collegato in parallelo accanto al contatore quello dell'acqua hanno collegato l'appartamento attualmente di proprietà dei fratelli con un bypass dal mio
 

Gianco

Membro Storico
#7
é sufficiente che ci sia la sede per ospitare gli altri contatori e staccare i tuoi collegamenti dagli altri, che resteranno di pertinenza dell'altro appartamento.
 

Dimaraz

Membro Storico
#9
forse perseguibile penalmente.
Non "penalmente"... e nemmeno "civilmente" visto che non è stata nascosta.

Chiama un elettricista ed un idraulico e fai chiudere.
Occhio però: se l'altra abitazione ė occupata non puoi privare della fornitura ma solo ridurla intimando un tempo adeguato perché si rendano autonomi.
 

Gianco

Membro Storico
#10
Non "penalmente"... e nemmeno "civilmente" visto che non è stata nascosta.
Ogni unità immobiliare deve avere un suo gruppo di misura ed un contratto distinto. Non so se sia perseguibile penalmente nel caso specifico, di certo le ditte fornitrici dei servizi non la prenderanno bene. Poi, se io in casa devo chiudere le (mie) forniture perché devo fare degli interventi, saranno gli altri a doversi arrangiare in quel frangente.
Altrimenti, noi diciamo: corrudu et appaliau - ovvero: cornuto e pestato.
 

Dimaraz

Membro Storico
#11
Poi, se io in casa devo chiudere le (mie) forniture perché devo fare
Ma devi essere in grado di dimostrare il caso di forza maggiore che ti impone la chiusura.
Prova solo ad immaginare le conseguenze di una chiusura arbitraria e repentina di energia elettrica e i "portoghesi" hanno un malato attaccato a macchinari che lo tengono in vita.
 

basty

Membro Storico
#12
Gianco avrebbe ragione se le utenze fossero intestate al nostro. Ma pare sia il contrario: quindi il Giuseppe non può far altro che scollegarsi dal vecchi contatori e richiedere la posa di nuovi; da sperare che questi siano posti in un'area comune e non a casa sua.

Per il disturbo oggi non mi preoccuperei molto: invierei una raccomandata ai due fratelli venditori, comunicando che in attesa di nuovi contatori separati, cui avrebbero dovuto provevdere prima della vendita come promesso, usufruirà gratuitamente di acqua e gas gentilmente offerta ...;)
 

Gianco

Membro Storico
#13
Ma devi essere in grado di dimostrare il caso di forza maggiore che ti impone la chiusura.
Da quando in qua se devo andare in bagno devo chiedere il permesso al vicino (allacciato senza diritto)?
Se ha quei problemi deve organizzarsi perché se venisse a mancare la fornitura di rete sarebbero dolori per lui o chi per lui.
 

Gianco

Membro Storico
#15
Nessuno ti impedisce di "usare il tuo bagno"... ma sui danni credimi che i giudici non guardano la titolarità di un servizio.
Qua non stiamo parlando di immobile locato e l'intervento è del proprietario. Uno a casa propria deve fare ciò che reputa urgente e necessario senza sbandierare la sua esigenza a chi ne viene coinvolto perché abusivo.
 

griz

Membro Senior
#18
L'acqua potrebbe rimanere in comune come succede abbastanza normalmente, se c'è un tubo che alimenta il tuo appartamento puoi mettere un contatore tuo e saprai sempre quanto consumi. Per l'elettricità puoi installare un nuovo contatore tuo e collegare il tuo appartamento a questo contatore, un elettricista saprà farlo facilmente
 

griz

Membro Senior
#20
ok, non sono aggiornato su questi costi ma se c'è la linea già esistente forse potrebbe costare meno, comunque se si vuole risolvere la soluzione non è quella di staccare la corrente all'ignaro inquilino
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto