1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. SClaudio

    SClaudio Membro Ordinario

    Salve a tutti,

    mi trovo nella situazione in cui con mio fratello abbiamo deciso di acquistare un immobile di ampia metratura frazionabile in due unità indipendenti. L'immobile è stato trovato e risulta essere costituito da due unità abitative distinte, accorpate circa dieci anni fa in una unica (che mi risulti, sia al catasto che al comune).

    Abbiamo quindi proceduto all'effettuare la proposta d'acquisto, accettata dal venditore, ed a consultare un notaio per la redazione e registrazione del Compromesso (e del futuro rogito, da effettuare nel 2013). Tale notaio ci ha saggiamente consigliato di chiedere all'attuale proprietario di effettuare a suo nome, ma per conto nostro, il frazionamento, così da poter poi "rogitare" due distinte Unità abitative.

    Premettendo che tutte le spese di tale frazionamento sarebbero a nostro esclusivo carico (sappiamo bene che l'attuale proprietario non è affatto tenuto ad effettuare tale frazionamento) vorremmo, affinché il proprietario accetti questa variazione alla già accettata proposta di acquisto, rendergli l'operazione la più "indolore" possibile in termini di tempistiche (potrebbe non accettare di far vivere, per troppo tempo, la famiglia in due appartamenti distinti, con un muro nel mezzo); come mi consigliate di agire?

    Sto già prendendo contatto con uno studio di geometri, per il frazionamento, l'accatastamento, l'esecuzioni dei lavori e la certificazione di agibilità, ma mi interesserebbe capire come "incastrare" temporalmente tali operazioni con quelle notarili, e con le necessità del proprietario.

    Grazie mille se qualcuno vorrà aiutarmi o darmi semplicemente un parere (potete anche dirmi di aver fatto una...castroneria, ma la proposta d'acquisto è stata fatta con una certa fretta dal momento che i proprietari hanno deciso di abbassare notevolmente il prezzo pur di avere la certezza di vendere).



    Claudio
     
  2. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Occorre che procedi alla richiesta a nome dell'attuale proprietario con autorizzazione dia per divisione di unità immobiliare urbana con lavori da svolgere e relativa docfa.

    La tempistica esatta per il rogito la potrà sapere meglio il tecnico che curerà l'iter in riferimeto agli usi dei luoghi circa la celerità del rilascio delle autorizzazioni comunali, per quella catastale in ogni caso in una settimana e fatta.

    Ciao slaves
     
  3. celefini

    celefini Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Visto che precedentemente l'appartamento era formato da due unità abitative, il venditore, come da voi detto, dovrà presentare nuova richiesta al comune per la divisione dell'appartamento in due unità immobiliari come lo stato precedente. Il tecnico dovrà presentare due nuove Docfa , una per ogni singola unità immobiliare, al catasto, fatto questo si potrà passare al rogito. Successivamente se è vostro interesse apportare anche delle modifiche interne per una nuova distribuzione degli spazi, il tecnico dovrà rifare la pratica al catasto per la nuova distribuzione interna degli immobili. Se il tecnico è disponibile in un mese si fa tutto. (esperienza già avuta)
     
  4. Marco Vitali

    Marco Vitali Nuovo Iscritto

    frazionamento. vorrei partecipare con un nuovo quesito, è possibile ?

     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina