1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. alex870

    alex870 Membro Attivo

    Salve ho fermato da pochi mesi un appartamento in costruzione in un complesso residenziale che verrà terminato a fine 2012, al momento ho versato solo la caparra, il prossimo passo sarà il compromesso. Da poco tempo però mi ritrovo disoccupato mi interessava pertanto sapere nell'eventualità dovessi decidere di andare avanti con l'acquisto dell'immobile se l'ipoteca da parte della banca (80% circa dato che è prima casa) possa bastare per aprire il mutuo quando sarà completato. Nella peggiore delle ipotesi mia madre potrebbe subentrare per dare garanzie dato che ancora lavora... Secondo voi mi conviene andare avanti ? In queste condizioni la banca mi concederà il mutuo ? In caso contrario avrei tempo per tornare indietro ovvero rivendere ?

    Ringrazio
    Saluti

    Alessio
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    difficile dare una risposta circostanziata.
    La banca, in genere, finanzia il 70% del valore dell'immobile e quindi resta a te l'onere di avere il capitale a differenza. Inoltre, la banca, potrebbe richiedere informazioni sulle tue capacità di saldare, mensilmente il mutuo, in considerazione del tuo status di disoccupato. Come hai detto, tu, potrebbe fornire garanzie se adeguate, tua madre.
    Ora la prima cosa che dovresti fare è ricercare una nuova occupazione, che risolverebbe tutti i tuoi problemi.
    Recedere dall'acquisto, implica conoscere le clausole che hai firmato e l'ammontare di quella che dici essere caparra, che secondo me concorderai nel compromesso.
    Auguri per un nuovo impiego.
     
  3. alex870

    alex870 Membro Attivo

    Si diciamo che il restante 30% dell'importo sono in grado di coprirlo. La nuova occupazione nel frattempo dovrei ritrovarla ma il problema che le aziende prima di passarti con un contratto a tempo indeterminato fanno trascorrere minimo un paio di anni, in quel caso sarei comunque fuori per la concessione di mutui. Eventualmente la garanzia di mia madre che ancora lavora e di mio padre che è pensionato possono bastare ?

    Ciao e grazie
    Alessio
     
  4. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Caro Alex, molto conta il tuo curriculum, se esso è ricco di esperienze lavorative, varie ma con un profilo di rilievo, anche una occupazione temporale e una garanzia della madre, basteranno. Ma per toglierti il dubbio, comincia con il parlarne con un paio di banche, ti farai subito l'idea esatta.
     
  5. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Caro Alex,
    Bancariamente parlando mi sembra difficile che la banca conceda a te,come intestatario,.e come garanti i genitori un mutuo per il fatto che hai perduto il lavoro. In sostanza come si fa a concedere un finanziamento a chi non ha un reddito o in presenza di un contratto di lavoro a tempo determinato ?
    Magari,visto che i genitori partecipano di buon grado alla operazione,come prima battuta converrebbe cointestare a tutti e tre sia il mutuo come pure l'appartamento, salvo sentire la banca scelta per il finanziamento se fosse disposta invece a lasciare invariata la prima soluzione (tutti e tre intestatari del mutuo) e consentire invece la l'intestazione dell'immobile solo a tuo nome.
    Poi bisogna anche vedere l'età dei genitori perchè si parla di una operazione lunga 20 0 30 anni
    Comunque parlane con la tua banca e stabilisci con essa quale scelta intenderebbe adottare anche in previsione di una possibilità di trovare una nuova occupazione, la qual cosa migliorerebbe notevolmente l'attuale quadro economico.
    ciao
     
  6. alex870

    alex870 Membro Attivo

    Scusate ancora... nella malaugurata delle ipotesi al momento della richiesta del mutuo la banca dovesse negarmelo, posso eventualmente farlo richiedere a mia madre in modo da poter prendere tempo per un eventuale rivendita dell'immobile o magari nellattesa che sistemi la mia situazione lavorativa ? Ovvero l'appartamento intestato a me e la richiesta di mutuo da parte di mia madre ? E' possibile ai fini burocratici/legali ? In tal caso potrei andare avanti con tranquillità senza dover rinunciare all'acquisto fin da ora e in ogni caso credo comunque che riuscirei a coprire la spesa delle rate mensili dato che lo affitterei per i primi anni. Che ne pensate ?

    Ciao
     
  7. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Caro Alex, io non sarei così catastrofico, se sei in grado di pagare il 30% dell'immobile, una situazione di lavoro precario non è una condanna a priori, proprio se c'è una fidejussione dei genitori. Ribadisco, vai sicuro di te stesso da due istituti, il I° quello con cui intrattieni rapporti e l'altro che non conosci, promettendo di spostare il tuo conto. Aspettiamo l'esito dell'indagine.
     
  8. alex870

    alex870 Membro Attivo

    Vero che mancano ancora due anni per il rogito e vero pure che entro tale data spero di aver ritrovato un lavoro ma sai come è sono abituato ad andare avanti solo con la certezza matematica di riuscire ad oltrepassare gli ostacoli, una minima incertezza mi crea delle situazioni di stress mentali che sinceramente vorrei evitare. Quindi mi sembra di capire che anche se verso la data del rogito dovessi ancora ritrovarmi senza lavoro (cosa che spero improbabile) la banca potrebbe comunque rilasciarmi il mutuo mediante una fidejussione da parte dei miei genitori ?

    Grazie dell'incoragiamento, spero vada tutto a buon fine anche se c'è ancora molto da attendere per saperlo...

    Ciao
    Alessio
     
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x Alex870 prima parla con la banca che dovrebbe istruire il mutuo, poi senti l'impresario e mettilo al corrente della situazione, perchè se lo nascondi potrebbe essere non producente nei suoi confronti, la banca può benissimo arrivare anche all'80% e se cè la garanzia dei tuoi genitori non vedo dove il problema, vai tranquillo cercati un lavoro con serenità e vedrai che lo trovi, se incominci a preoccuparti del mal di testa prima che arrivi ti arriva d'avvero ciao adimecasa:daccordo:
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina