1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. renatoatticciati

    renatoatticciati Membro Attivo

    Stiamo trattando l'acquisto di una seconda casa. Abbiamo già fatto le valutazioni del mutuo e considerato che gli inquilini pagano intorno ai 750 euro, il nostro mutuo sarà a 20 anni per circa 120000 con una rata che si agira intorno ai 550/580. Volevo sapere oltre alle spese per l'acquisto, e calcolata la tasazione che si aggirerà intorno ai €1200 , la domanda è quali altre tasse e costi bisogna tenere da conto. Il nostro obiettivo è un "Saldo zero", ovvero non rimetterci soldi ma comprae la casa con l'affitto.
    Mi date lumi grazie.
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Poniamo mutuo a 580 euro
    Vi rimarrebbero 170/mese pari 2040,00 euro/anno.
    Dedotte le tasse da voi calcolate (IRPEF, Tasi, IMU)? rimarrebbero 840 euro/anno.
    Per andare alla pari, necessario uno stabile con zero spese di manutenzione straordinaria: 20 anni non sono pochi.... riterrei impossibile il pareggio di bilancio anche con stabile appena terminato.
     
    A alberto bianchi e rita dedè piace questo messaggio.
  3. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Il pareggio è impossibile anche con il nuovo se si punta sui 20 anni, (almeno ogni 5/6 una rinfiancata ci vuole), possono guastarsi tante cose in 20 anni una presa, rovinarsi il pavimento (dipende dal tipo e dal modo).
    Ad esempio se sei amante degli animali e in casa c'è il parquet non va assolutamente bene...perché si riga molto più facilmente, gli arredi come i divani e le sedie poi si distruggono molto prima.

    Sono tutti fattori aggiuntivi che solitamente non vengono considerati affatto ma che contribuiscono non poco al deperimento dell'alloggio.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  4. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Posso scoccare una lancia in favore dell'investimento? Dopo 20 ci sarà la patrimonializzazione di un'azione di accantonamento ventennale. Se questa capitalizzazione riuscirà, anche solo con un saldo negativo di poche migliaia di €, si potrà considerare un'operazione valida e riuscita. Certo per Voi o per i Vostri figli, ci sarà un piccolo tesoretto. Se poi, il mercato riprendesse a salire si concretizzerà una plusvalenza, nel momento in cui andaste a vendere.
    Come si diceva un tempo, "Bare e case serviranno sempre!"
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  5. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    A beh! Possiamo mettere in conto anche i terremoti!
     
  6. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Non in tutta Italia hai quel problema lì. Firenze non mi sembra ad alto rischio sismico come ad esempio l'Abruzzo e vaste zone del Sud Italia.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  7. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Meno male!!
     
  8. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Però bisogna considerare anche l'evento "Fortuna" e cioè quello di trovare un locatario che paghi regolarmente.
     
    A Daniele 78, rita dedè e Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  9. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Il rischio maggiore è l'appetito dei Governi/Comuni/Regioni che si manifesta con tassazioni subdole.
     
    A rita dedè e alberto bianchi piace questo messaggio.
  10. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Credo che manchi un pò di chiarezza, il settore immobiliare, e sopratutto poca onestà intellettuale un pò di tutte le componenti: inquilini, proprietari, imprese, professionisti e Stato.
    Occorre metterci d'accordo tutti insieme (chiarendo una volta per tutte) cosa va e cosa non va, questo se abbiamo ancora a cuore la ripresa (anche degli investimenti) in questo settore portante per tutta l'economia (non solo nazionale).
    Una sorta di codice etico che debba essere rispettato da TUTTI, altrimenti da qui non se ne esce più!!
     
  11. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    speriamo in bene? altrimenti a schifio finisce
     
    A rita dedè piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina