1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. angelogen

    angelogen Membro Attivo

    salve ragazzi stavo pensando di acquistare un appartamento che per me sarebbe seconda casa perché secondo me è un'occasione. Girando su internet non mi è chiaro, oltre al prezzo di vendita, a quali altre spese andrei incontro.
    Poniamo ad esempio che la casa costi 80 k e che abbia una rendita catastale di 500 €.
    Ho capito che, nella vendita tra privati, ci sono imposte per il 10% (7% + 2% + 1%) della rendita catastale moltiplicata per 126 quindi:
    500 x 126= 63k e quindi circa 6300 di tasse varie
    Poi ci sarebbe il 3% dell'agenzia e quindi 2400
    Infine ci sarebbe il notaio.
    Vi chiedo se è corretto il mio calcolo e quanto potrebbe essere la spesa per il notaio.
    Scusate ma sto leggendo tante di quelle cose che la mia confusione sta aumentando a dismisura.
    Grazie a chi mi vorrà rispondere
     
  2. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Il tuo calcolo per le imposte di acquisto è corretto.
    Per l'agenzia dipende, io ad esempio prendo il 2%, i franchising spesso anche il 4%.... ma puoi sempre concordarla prima.
    Per il notaio direi tra i 1.500 ed i 2.500 euro.
    Non ti dimenticare però di rivolgerti anche ad un tecnico (geometra, architetto, ingegnere o perito edile) che verifichi per te la regolarità urbanistica e catastale dell'immobile.e che ti assista all'atto (circa 1.000/1.500 euro)
     
  3. GianfrancoElly

    GianfrancoElly Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sono d'accordo con le cifre di Jrogin: forse si potrebbe risparmiare il costo del professionista se ti rivolgi a un notaio scrupoloso
     
  4. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Quella della verifica urbanistico-catastale è a mio modo di vedere un aspetto fondamentale nella compravendita di un immobile.
    Un notaio, per quanto scrupoloso che sia, a meno che non incarichi lui stesso un tecnico (e lo paghi lui o lo ricomprende nel suo compenso), non andrà mai sul posto a rilevare lo stato di fatto dell'immobile prendendo tutte misure, non andrà lui in Comune a reperire i vari permessi di costruzione (o licenze o concessioni), dia, scia, sanatorie ecc.

    A Viareggio e Versilia è prassi comune che un notaio richieda una relazione tecnica redatta da professionista abilitato altrimenti non stipulano il contratto.
    E' anche in uso, sempre a Viareggio e Versilia, che tale relazione sia pagata dall'acquirente.
    Personalmente lo trovo anche sensato, poichè in questo modo sarà l'acquirente stesso che sceglierà un professionista di sua fiducia, ed eviterà che, altrimenti, un professionista scelto dal venditore possa in qualche maniera essere tentato dal non riferire fedelmente la situazione reale.....
     
    A bolognaprogramme piace questo elemento.
  5. angelogen

    angelogen Membro Attivo

    Salve ragazzi, intanto Vi ringrazio per la vostra disponibilità e competenza. Volevo aggiornarvi sulla situazione con "cifre" reali e chiedervi un ulteriore aiuto ma prima di tutto una conferma. Mi è stata accettata la proposta d'acquisto.
    Allora, prezzo 78k, valore catastale (45k). Notaio e tasse (10% v.c.) 6.5 k. Agenzia 2.4k.
    Ora l'aiuto che Vi chiedo è il seguente:
    Nella proposta ho scritto 3k subito, 30k a gennaio 2013 e 45k al rogito. Detto questo chi mi garantisce che il venditore presi 30k a gennaio poi non se la dia a gambe? Chi mi assicura che l'immobile sia libero da ipoteche, pignoramenti (notaio o agenzia?)?
    Un'ultima cosa, data la succitata proposta, mi conviene contattare l'agenzia per registrarla? In caso affermativo è corretto dire che per la registrazione pagherei:
    168 euro + 0,5% di 3000 (caparra) + 3% di 30000 (acconto di gennaio 2013). Ho letto che poi il notaio scalerebbe questi importi dalle tasse da versare al rogito.
    Grazie mille per la disponibilità e mi scuso per la lunghezza del posto ma mi sento alquanto ignorante in materia.
    Angelo
     
  6. GianfrancoElly

    GianfrancoElly Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per verificare ipoteche e pignoramenti occorre una visura ad hoc che potrebbe fare l'agenzia o meglio il notaio. Io registrerei la proposta accettata e firmata dal venditore, così se non verrà onorata avrai il doppio della caparra. Per il resto sono giuste le informazioni che hai avuto
     
    A angelogen piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina