1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. trilli1378

    trilli1378 Nuovo Iscritto

    Claudio in fase di costruzione di una casa su terreno agricolo vicino a Roma (con regolare progetto), ha acquistato nel 1995 per 4 milioni di lire, un piccolo appezzamento di terreno (1000 metri circa) confinante con la sua proprietà, con carta privata.
    Detto terreno da tale data è ricompreso dentro il muro di cinta della proprietà e ospita vari manufatti.
    Da qualche mese, a seguito di accertamenti catastali, è emerso nel 2005, a seguito di asta pubblica per problemi finanziari del vecchio proprietario (vivente), detto terreno - unitamente ad altri - è passato di proprietà di un nipote con usufrutto a favore madre del vecchio proprietario.
    A questo punto cosa deve fare Claudio?
    1. Rivolgersi a un Notaio esercitando l'atto d'acquisto tra privati?
    2. Iniziare una pratica di usucapione?
    o che altro?
    Preciso che nessuno, fino ad oggi, si è presentato a reclamare la proprietà del terreno e che lo stesso non è raggiungibile senza accedere nella proprietà di Claudio (recinzione in muratura con inferriata e siepe altra 4 metri).
    Ringrazio anticipatamente per i consigli.
     
  2. cautandero

    cautandero Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    SE nessuno ti dà fastidio lascia stare le cose come stanno. Al momentoi opportuno, se se ne presenta la necessità vedrai quali passi adottare.
     
  3. erwan

    erwan Membro Attivo

    è un po' tardi: temo che potrebbe non esserci più nulla da fare...
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il contratto privato doveva essere reso pubblico altrimenti non è valido ai terzi, ma solo per i due che hanno firmato il contratto.
    Per il nipote e la madre del vecchio proprietario il contratto privato non ha alcuna validità.
    Per l'usucapione devono passare 20 anni, ma non sono ancora passati. Saluti.
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    il problema può nascere in caso di variazione del lotto, un tecnico potrebbe accorgersi e da lì nascono i problemi, parla col nipote fai vedere il documento e cerca di sanare il tutto con un tecnico, ciao:daccordo:
     
  6. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    L'acquisto di un bene lo si fa per atto pubblico, quella che Claudio ha fatto è una promessa di acquisto che doveva essere perfezionata nei termini di legge .Claudio in pratica non è proprietario di niente e la recinzione del terreno può essere rimossa. C'è stata nel 2005 come dici un'asta pubblica, l'assegnazione è avvenuta a seguito di questa al nipote che ha corrisposto il prezzo per l'aggiudicazione Come non hai fatto l'atto prima?
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se nella vendita in asta nulla è stato evidenziato dal perito come mai? ora è meglio non fasciarsi la testa prima che faccia male, fai come ti oh detto nel precedente post, parla col nipote e vedi di sanare il tutto eviterài problemi nel futuro
     
  8. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Perchè non c'era niente da evidenziare...nessuna trascrizione.
     
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    lionello prima che un immobile vada in asta, il tribunale lo fa periziare dal c.t.u. e dopo la valutazione e le conformità, deve determinare che ne ha il possesso, e a quale titolo questo che manca
     
  10. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Mi sembra un passaggio dove le parti ci sono tutte
     
  11. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Il nostro amico lo chiama vecchio proprietario..ma in realtà era ancora l'intestatario del terreno
     
  12. erwan

    erwan Membro Attivo

    o per scrittura privata.

    c'è scritto "ha acquistato", non "ha promesso di acquistare".

    no, ma il nuovo proprietario può ottenere che gli sia garantito il passaggio attraverso di essa.
     
  13. trilli1378

    trilli1378 Nuovo Iscritto

    Vi ringrazio delle risposte e dei consigli, volevo ribadire che l'atto privato in mio possesso è un atto di compra/vendita con tanto di ricevuta della somma.
     
  14. erwan

    erwan Membro Attivo

    salvo casi eccezionali una perizia non fa menzione del possesso di un terreno...
     
  15. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    .
    Il contenuto del preliminare di compravendita deve espressamente riportare le date entro cui gli obblighi nascenti dal preliminare (atto pubblico)
    In caso di assenza di tali termini, può essere sollevata la nullità del contratto stesso.
     
  16. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Comunque, in linea generale, per legge, il termine entro il quale pervenire al rogito notarile definitivo di compravendita di un immobile non può superare i tre anni dalla sottoscrizione del contratto preliminare.
     
  17. erwan

    erwan Membro Attivo

    forse alla frase manca un pezzo, ma non è vero che nel preliminare debba essere espressamente riportato un termine.

    assolutamente no!

    (ma è di moda tirar fuori la nullità ad ogni occasione?)

    no.
    forse c'è un po' di confusione con le norme che regolano gli effetti della trascrizione?

    PS
    in ogni caso si può sapere perché stiamo ancora parlando del preliminare, che qui non c'entra nulla?

    :occhi_al_cielo:
     
  18. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    questo ha scritto il nostro amico:
    quote=trilli1378;121908]ha acquistato nel 1995 per 4 milioni di lire, un piccolo appezzamento di terreno (1000 metri circa) confinante con la sua proprietà, con carta privata.[/quote]

    Francamente non mi sembra molto confusa la norma.
    Al preliminare la legge conferisce una validità limitata nel tempo, esattamente " ...si considerano come mai prodotti se entro un anno dalla data convenuta tra le parti per la conclusione del contratto definitivo, e in ogni caso entro tre anni dalla trascrizione predetta, non sia eseguita la trascrizione del contratto definitivo o altra atto che costituisca comunque esecuzione del contratto preliminare…." (art. 2645/bis n. 3).
     
  19. erwan

    erwan Membro Attivo

    e allora?

    dov'è che si parla di preliminare?

    infatti la norma non lo è, a leggerla correttamente

    no, non esattamente....

    e chissà c'era al posto dei puntini di sospensione iniziali.......
    :sorrisone: :sorrisone: :sorrisone:
    qual'è il soggetto della frase?


    RIPETO:
    forse c'è un po' di confusione con le norme che regolano gli effetti della trascrizione?
    ;)
     
  20. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    una scrittura privata di compravendita..come la chiami?

    Ecco..rileggila con calma.
    Non ho capito su cosa ti stai arrampicando fammi capire una scrittura privata dopo 17 anni senza che sia stata resa pubblica con la sua trascrizione secondo te da una titolarietà giuridica di un bene?
    Capisco che non ti metti mai in discussione e il dubbio non fa parte del tuo vocabolario...ma a tutto c'è un limite.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina