• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

SUSAN249

Nuovo Iscritto
Conduttore
Buongiorno, desidero sapere come poter controllare i consumi dell'acqua che mi vengono addebitati sulla bolletta dell'affitto. Occupo la casa di una Immobiliare a Milano. Due volte all'anno viene effettuata la lettura dei contatori. Sulla bolletta affitto non sono presenti i valori della lettura precedente e dell'attuale per cui praticamente non ho alcun riscontro che l'importo che mi viene addebitato dell'acqua calda e fredda sia corretto. Esiste qualche obbligo a tale proposito? Grazie
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Credo proprio che rientri nei tuoi diritti chiedere una copia delle bollette, anche in formato digitale (file PDF).
 

SUSAN249

Nuovo Iscritto
Conduttore
Grazie, ma mi chiedevo se c'era un obbligo da parte dell'Immobiliare procedere in tale senso. Faccio riferimento per esempio al dettaglio dei consumi allegato nelle bollette di gas e luce e quindi se esisteva anche per l'acqua ..
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Devi chiarire una cosa: il contratto acqua è riferito ad un contatore condominiale? Le letture riguardano quel contatore? Avete ogni inquilino un sotto contatore utilizzato per ripartire proporzionalmente la bolletta condominiale?
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
E perché ogni inquilino non ha un contratto autonomo personale con la società erogatrice dell'acqua?
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
E perché ogni inquilino non ha un contratto autonomo personale con la società erogatrice dell'acqua?
Guarda che nelle grandi città è consuetudine.
Io abito da quasi vent'anni nello stesso appartamento a Roma, e sotto al lavandino della cucina ho un contatore mio personale, come vedi interno all'appartamento, che registra i miei consumi.
Una volta l'anno passa una società alla quale lascio, sulla porta, un cartello con l'affissione dei metri cubi da me consumati.
Nel 2020 pare ci sia l'obbligo di telelettura anche per i consumi d'acqua (ho visto un cartellone pubblicitario a Roma, ma parlo senza presunzione di esattezza), e tutte queste letture manuali e/o sulla fiducia saranno superate voltando definitivamente pagina.
Tornando al mio discorso, nel mio condominio c'è una quota d'acqua condominiale (esempio: innaffiare il giardino, pulire le scale) che viene ripartita tra tutti, poi ci sono i consumi personali registrati dal contatore singolo che ogni persona ha nel suo appartamento.
Sarebbe assurdo che ogni abitante di un appartamento avesse un contratto autonomo e personale con la società erogatrice, perché non si riuscirebbe a tener conto dei consumi comuni.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Insomma, a me l'acqua viene addebitata dall'amministratore e finisce nelle spese condominiali.

Mai avuta una bolletta dell'acqua personale, a Roma.
 

SUSAN249

Nuovo Iscritto
Conduttore
Siamo in migliaia di famiglie.. Sarebbe complicato immagino che ognuno avesse un contratto.. da quando esistono queste case è sempre stato così; è l'immobiliare che attiva e gestisce i contratti con i fornitori acqua, riscaldamento, manutenzione giardini, ecc. e poi suddividono le spese tra gli inquilini.
 

SUSAN249

Nuovo Iscritto
Conduttore
Certo sono io che comunico le cifre rilevate ma in bolletta c'è solo l'importo addebitato e non la specifica "lettura precedente" "lettura attuale". E poi in bolletta ci sono acconti e conguagli, diventa complicato da seguire..
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Certo sono io che comunico le cifre rilevate ma in bolletta c'è solo l'importo addebitato e non la specifica "lettura precedente" "lettura attuale". E poi in bolletta ci sono acconti e conguagli, diventa complicato da seguire..
Credo di avere la tua stessa situazione, però da me da qualche parte c'è la "lettura comunicata". Il resto è chiaro che non lo capisco nemmeno io.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Preciso che se non comunichi la lettura procedono FORFETTARIAMENTE in base a una presenza - di solito - di tre persone nel nucleo familiare.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Possessore, non fare il resoconto della TUA situazione.
La mia domanda presupponeva una risposta implicita è semplice: c'è (come quasi sempre) un unico contatore e contratto generale: tramite lettura dei sottocontatori individuali viene ripartita la spesa generale.

Il nostro non deve far altro che annotarsi le letture periodiche fatte dall'amministrazione, e alla comunicazione del consuntivo-conguaglio, recarsi dall'amministratore e chiedere due dati: il totale euro fatturati nel periodo è il totale delle singole letture individuali.
Di sua competenza dovrà corrispondere:
Totale euro/(Totale singole letture) X lettura del proprio contatore
 

SUSAN249

Nuovo Iscritto
Conduttore
Perfetto Basty, grazie e loro hanno l'obbligo di rendicontarmi vero?
Comunque, giusta per essere precisa visto che desiderate approfondire, ci viene distribuito un foglio con i dati dell'inquilino. Noi leggiamo i numeri del contatore situato nell'appartamento e lo restituiamo compilato. Ora, da pochi giorni, hanno cambiato il metodo. E' una Società che fa il sopralluogo, rileva i numeri e li invia con un programma digitale per le registrazioni, senza lasciare alcun riscontro se non verbale (che io a mia volta trascrivo).
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Si: l'amministratore è tenuto, dietro appuntamento, far visionare le pezze giustificative, e fornire, dietro compenso spese vive, copia delle stesse.

Ovviamente quando dico annotarsi le letture, intendo annotarsi in sostanza le differenze di lettura, tra oggi e ieri (consumo annuale)
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Il quale locatore ha l'obbligo di dimostrare la correttezza delle richieste di rimborso, e "obbligherà" l'amministratore a fornirgli le pezze giustificative (va bene: andrà in ufficio e si farà le copie): dopodiché le dovrà produrre al l'inquilino....

Allungando l'ordine dei fattori, il risultato non cambia
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

rpi
Buonasera, un fondo parte magazzino e parte garage è stato adibito ad abitazione, tramite CILA, avendo denunciato l'abuso al comune, questo ci ha dato ragione mantenendo le originarie categorie C/6 e C/2. Nonostante ciò il proprietario lo ha affittato ad una famiglia. A chi dobbiamo rivolgerci, Vigili urbani o denunciare il proprietario alla Magistratura?. Grazie, cordiali saluti.
buongiorno a tutti ho stipulato un contratto preliminare per l acquisto di un immobile definito chiavi in mano con scritto che sarebbe stato finito il giorno 31 maggio 2019 ovviamente d accordo con l imprenditore.Ad oggi 22 giugno 2019 la casa non e ancora finita ed ora l'imprenditore vuole una proroga del contratto a fine luglio 2019 qualcuno sa cosa mi comporta questa proroga?cioè dovrei firmarla?e perché la vuole?
Alto