1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gorgiagorgia

    gorgiagorgia Nuovo Iscritto

    L'amministratore del mio condominio ha convocato una riunione con all'o.d.g. "Adeguamento ISPESL della centrale termica riscaldamento".
    Si tratta di un condominio di sei appartamenti, tutti uguali, di 100 mq circa, due per piano (piano rialzato, 1° e 2° più garages e cantinette nel seminterrato dove è anche collocata la centrale termica).
    L'impianto risale agli anni 1975-78.
    Chiedo cortesemente:
    1- E' possibile che tale documentazione non sia stata a suo tempo presentata dal costruttore? E, nel caso, come si può accertare?
    2- Quanto può venire a costare, indicativamente, un tale adeguamento, tutto compreso anche la tariffa ISPESL?
    3- Quattro dei sei appartamenti, nel corso di ristrutturazioni fatte negli anni passati, hanno effettuato la predisposizione per il riscaldamento autonomo. I condomini, per quel che sembra, sarebbero disposti a dismettere il riscaldamento centralizzato per passare al singolo autonomo, ma l'amministratore sostiene che l'ultima normativa non lo permette più. E' vero?
    Preciso che l'attuale riscaldamento è a colonne montanti e che i 2 proprietari dell'ultimo piano si lamentano per il freddo.
    Nel caso di impossibilità di passare all'autonomo, è stata addirittura ventilata la richiesta di rifare tutto di nuovo (caldaia, bruciatore, pompe,installazione di valvole termostatiche e di contabilizzatori) con una spesa che lascio immaginare.

    Qualcuno del mestiere o che si è trovato o si trova in situazioni simili o che conosce bene la normativa può aiutarmi a raccapezzarmici?
    Grazie infinite per le vostre risposte.
     
  2. paolo ferraris

    paolo ferraris Nuovo Iscritto

    non lo permette se non con l'unanimità...ma dipende anche secondo la legge 10/91 art.26...su come passare da quale riscaldamento a cosa...ecc...ma visto che già 4 sono disposti...sicuramente per la tipologia della casa conviene l'autonomo...non solo per motivi economici ma soprattutto per motivi pratici...(chi ha freddo!...chi ha caldo!...chi tiene chiuso un appartamento per mesi e non vorrebbe pagare il riscaldamento), in ultima analisi fare un impianto nuovo centralizzato con le nuove tecnologie dovrebbe costarvi circa 30.000,00...ma dipende da molti e svariati fattori...la pratica ispel non costa molto in se ma dipende dagli adeguamenti normativi che ti impone...saluti!
     
    A gorgiagorgia piace questo elemento.
  3. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    Vedo che sei di Firenze... quindi non so le disposizioni della regione Toscana ...ma nella regione Piemonte oramai da piu' di un anno, per i Condomini non sono piu' ammessi passaggi dal riscaldamento centralizzato a riscaldamenti autonomi.
    prova ad informarti tramite internet forse sul sito ufficiale della tua regione trovi qualcosa in merito
    saluti Marco :disappunto:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina