1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag:
  1. cleopatra 1

    cleopatra 1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve ho danni da infiltrazione che hanno provocato lesioni al marmetto sovrastante la finestra e rottura travettino interno al cassettone. Verbalmente ho invitatol'amministratore a visionare i danni ma, è venuto dopo mesi, a seguito di insistenti richieste. Inoltre non ha portato un tecnico di competenza per periziare i danni. Vi chiedo quindi se sono corrette queste sue modalità di intervento, ovvero quando e come sarebbe dovuto intervenire. Grazie per la gentile risposta
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non vorrei fraintendere il termine "marmetto sovrastante"...ma se si tratta di un "marmo" di rivestimento trovo strano che si "rompa" per una infiltrazione (che deriva da dove/cosa?).

    Direi che sia un problema di tua competenza...e se proprio ritieni debba essere il Condominio a risolvere allora sei tu che devi trovare un perito che confermi la cosa ed un legale per minacciare/intentare causa.
     
  3. cleopatra 1

    cleopatra 1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Io ho già fatto visionare il problema da un tecnico ma, deve vedere anche lui, visto che anche lui ha ammesso che è condominiale Giusto?
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se l'amministratore ha detto che è "condominiale" allora non devi far altro che mandare una Raccomandata RR alla francese dove intimi la soluzione del problema o affiderai la questione ad un tuo legale per le azioni del caso e con addebito di tutte le spese. Indica un congruo termine di tempo (30gg) oltre il quale, in assenza di riscontri, darai corso alla causa.
     
  5. estate

    estate Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    "raccomandata RR alla francese" che cos'è?
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Raccomandata con Ricevuta di Ritorno scritta in un foglio piegato e spedito senza busta (indirizzo sul retro del foglio) in modo tale che i timbri postali appaiano sul documento a "certificazione" di cosa hai spedito.

    Alcuni "furboni" in caso di processo dichiarano di aver ricevuto una busta vuota.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  7. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    se era in atto una perdita o un pericolo di crollo imminente direi che doveva intervenire urgentementissimamente con un suo tecnico ed inoltre avrebbe dovuto avvisare i VV.F. .
    Se invece si tratta di infiltrazioni d'acqua legate alla precipitazioni o di lesioni che non comportano crolli, direi che entro una decina di giorni dalla segnalazione doveva fare il sopralluogo.
    Il sopralluogo poteva farlo benissimo da solo se avesse giudicato che la causa dei danni da te lamentati dovevano essere risarciti dalla assicurazione condominiale: in questo caso sarebbe il perito della assicurazione a valutare il danno e risarcire dopo che l'amministratore avesse avvisato la assicurazione.
    Se il perito della assicurazione uscendo per il sopralluogo valutasse che la causa che ha provocato i danni da te sostenuti non sono condominiali il costo dei lavori di risarcimento sarebbero a tuo carico.
     
  8. ACTARUS

    ACTARUS Membro Attivo

    Scusate, ma io personalmente non inizierei mia sponte una causa costosa. Piuttosto manderei una lettera formale con cui chiedo all'amministratore di intervenire entro 15 gg. (citando la sua affermazione che si tratta di un danno condominiale e il tempo già trascorso), altrimenti mi riservo il diritto di effettuare io la riparazione per motivi di urgenza (infiltrazioni) rivalendomi poi sulle spese condominiali. Caso mai dovrebbe l'amministratore intraprendere una causa, se non fa nulla. E sensibilizzerei anche gli altri condomini con cui sonoo in contatto.
     
  9. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    Dichiarare di aver ricevuto una BUSTA vuota è facile ma trovare un giudice che ci crede è difficile, P.S. se si riceve una busta vuota per R.R. non ti viene il dubbio di sentire o curiosare cosa cera dentro:);) e sentire il mittente:rabbia:
     
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Una "lettera formale" non ha alcun valore probante...nemmeno ti permette di dire che il destinatario l'abbia ricevuta.
    Se fai la riparzione di tua iniziative ...il Condominio non ha alcun obbligo di rimborsarti e tu nemmeno puoi pensare di "rivalerti" della spesa dalla quota annuale..


    Ti sei reso conto di ciò che hai scritto???:fico:

    Molto meno difficile quel che pensi...dichiarerà di aver ricevuto un foglio vuoto...e l'onere della prova si ribalta.
     
  11. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ma secondo me fino all'intervento precedente al tuo il ricorso alle vie legali era l'ultima ratio.
    Già il condomino ha un certo grado di discernimento se i danni che riscontra al suo appartamento sono di origine condominiale oppure sono dovuti a cause provenienti dal condomino sovrastante (che è un privato) oppure ancora se la causa dei danni è ascrivibile alla propria proprietà. Già in questa fase può chiamare l'amministratore il quale potrà presentarsi da solo o con un tecnico di sua fiducia per appurare l'origine del danneggiamento. Se il condomino e/o l'amministratore non sono in grado di stabilire la responsabilità consulteranno un libero professionista del settore edilizio e si faranno relazionare da lui per iscritto. Ovviamente l'amministratore dovrà pagare il tecnico e il condomino dovrà pagare il suo tecnico, se l'ha nominato. Nel frattempo l'amministratore potrà allertare la compagnia di assicurazione condominiale la quale provvederà a far fare un sopralluogo da un suo perito. Se il perito ritiene che non è un danno coperto dalla assicurazione se la causa è di origine condominiale lo pagherà cash il condominio; se la causa e di origine privata il danno lo pagherà il privato.
    Fino a questo momento non mi sembra che si sia ricorso alle vie legali.
    Alle vie legale si andrà se il danneggiato non condivide la perizia del perito della assicurazione, oppure, in caso di danno originato da un privato, se il privato non vuole pagare il risarcimento dei danni provocati.
     
  12. ACTARUS

    ACTARUS Membro Attivo


    Scusate, per lettera formale intendevo R.R.R. Poi pensavo che potesse valere, in questo caso, il Dispositivo dell'art. 1110 Codice Civile
    FontiCodice CivileLIBRO TERZO - Della proprietàTitolo VII - Della comunione (artt. 1100-1139)Capo I - Della comunione in generale
    Il partecipante che, in caso di trascuranza degli altri partecipanti o dell'amministratore, ha sostenuto spese necessarie per la conservazione della cosa comune (1), ha diritto al rimborso [1104] (2).
    Io comunque, personalmente, prima di imbarcarmi in una una causa legale costosa tenterei tutte le vie possibili. Ci sono già 5 milioni di cause civili pendenti per problemi risolvibili altrimenti.
     
  13. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    sfondi una porta aperta.
    Comunque qui il problema è stabilire da dove vengono le infiltrazioni chi ha aperto la discussione si è eclissata.
    "Il partecipante che, in caso di trascuranza degli altri partecipanti o dell'amministratore, ha sostenuto spese necessarie per la conservazione della cosa comune (1), ha diritto al rimborso [1104] " non so se questo articolo può essere applicato al Condominio che è formato da tante proprietà private e da alcuni spazi comuni sulla cui gestione i proprietari intervengono in base ai millesimi di proprietà. Quello che tu hai riportato credo vada bene per la comunione indivisa.
     
  14. cleopatra 1

    cleopatra 1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve, scusatemi se non ho risposto subito. Il danno è condominiale, sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno rilevato il pericolo di caduta del marmetto che è al momento sorretto dall'inizio. Se apro la finestra cade il marmetto della finestra. Il palazzo non è assicurato per questi infortuni. Toglieranno e sostituiranno il marmetto a fine settimana oppure settimana prossima. Io credo sia urgentissimo o sbaglio?
     
  15. cleopatra 1

    cleopatra 1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Scusate volevo scrivere che è sorretto dall'infisso
     
  16. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    per farti perdonare mi devi una Montanara dai quelle fatte da Pizzicato a Piazza Municipio
     
  17. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se fosse urgentissimo in quanto c'è il pericolo concreto di caduta imminente con pericolo per i passanti si presterebbero i VV.F. medesimi a mettere in sicurezza il pezzo. Evidentemente è solamente urgente cioè il cantiere per la messa in sicurezza deve iniziare nel giro di 3/4 giorni e tu non devi aprire la finestra che sorregge il pezzo.
     
  18. cleopatra 1

    cleopatra 1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sono passati già 5 giorni ed ha detto che devo aspettare fine settimana o inizio settimana prossima. Non so se si muoverà a fare il lavoro
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina