• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

vitt1

Membro Supporter
Proprietario Casa
#1
buongiorno, dovendo rifare completamente un bagno in un appartamento in un condominio, se ho capito bene:
1) posso usufruire delle agevolazioni fiscali se l'intervento prevede anche il rifacimento degli impianti idraulici ( alimentazioni e scarichi ) come manutenzione straordinaria e non solo la sostituzione dei sanitari e delle piastrelle: corretto?
2) data la tipologia dell'intervento, devo fare comunicazioni all'azienda sanitaria locale ?
3) devo fare comunicazioni in comune tipo CILA o altro ?
Naturalmente informo il condominio per inizio e fine lavori e nominativo impresa e rendo tracciabili i pagamenti come richiesto dall'agenzia delle entrate.
grazie
 

Nautilus

Membro Attivo
Proprietario Casa
#3
Gli interventi diretti a sostituire semplicemente i sanitari, i rubinetti o le piastrelle o a ritinteggiare le pareti rientrano tra quelli di manutenzione ordinaria, e quindi non sono agevolabili;
gli interventi volti a rifare e rendere a norma l’impianto idrico-sanitario sono classificabili come manutenzione straordinaria (CILA al Comune) e rientrano quindi tra le opere agevolabili.
Sotto il profilo fiscale, alla luce delle indicazioni del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, l’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 3/2016, ha precisato che la sostituzione dei sanitari:
non è agevolabile se costituisce l’unico intervento effettuato;
è agevolabile se rientra nell’ambito di interventi maggiori per cui è prevista la detrazione di cui all’art.16-bis TUIR, poiché la categoria di intervento “superiore” assorbe quella “inferiore”.
Pertanto, poiché il rifacimento integrale degli impianti idraulici del bagno, con rinnovo dei materiali, è un intervento detraibile, ne deriva che anche la sostituzione dei sanitari, effettuata nell’ambito di tale intervento, beneficia della detrazione IRPEF del 50 per cento.
Per quanto riguarda l'acquisto dei materiali si ha diritto all'IVA al 10% solo se acquistati dalla ditta che effettua i lavori (si ha comunque diritto alla detrazione IRPEF).
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto