1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Cari amici, dopo tanti consigli dispensati a "piene mani" ora ho bisogno io del ostro aiuto.
    Devo far rifare la pavimentazione di un lastrico solare di mia proprietà esclusiva.
    Siamo già d'accordo con i proprietari degli appartamenti sottostanti circa la ripartizione della spesa.
    La ditta che farà i lavori mi emetterà una sola fattura con l'aliquota IVA del 10%.
    Nella prossima dichiarazione dei redditi (2013 per i redditi 2012) potremo allegare copia della fattura con la quota ad ognuno spettante?
    Non vogliamo interessare l'amministratore perchè è un vero cialtrone e stiamo per dargli il benservito.
    E' vero che non è più obbligatorio inviare la comunicazione di inizio lavori al Centro di Pescara?
    Trattandosi di semplice rifacimento di pavimentazione è obbligatorio comunicarlo al Comune?
    In caso affermativo, lo posso fare io stesso?
    Grazie a tutti gli amici per i consigli che so già che arriveranno copiosi.:daccordo:
     
  2. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Come pensi di certificare la ripartizione della spesa? di soluito se ne occupa l'amministratore. Forse è meglio se chiedi fatture distinte...

    Si, non è più obbligatorio, ma è fortemente consigliato in assenza di DIA o SCIA (per certificare la data certa di inizio lavori)
     
  3. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Da qualche parte ho letto che la dichiarazione al Centro di Pescara è possibile eseguirla "motu proprio" anche in carenza di amministratore.
    Basta pensare ai fabbricati dove tale figura non esiste in quanto, magari, non indispensabile a causa del numero delle unità immobiliari.
    Per quanto concerne la ripartizione, non c'è problema. Avendo fatto per anni (prima delle attuali normative...) l'amministratore ed avendo anche eseguito più volte le tabelle millesimali per alcuni condomini, capirai che tale materia mi è abbastanza nota.....Adesso invece, con questi riferimenti normativi circa le detrazioni 36% e 51% mi trovo un po' a disagio.
    Intanto ti ringrazio per la tua risposta circa la DIA o SCIA. E' già una certezza.
    Ciao, Luigi.
     
  4. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Ciao,
    sì, è vero che non è più obbligatorio inviare la comunicazione preventiva al centro operativo di Pescara (per effetto del dl 78/2011 convertito in legge n. 106 del 12 luglio 2011) dal 14 maggio 2011, così come non è più obbligatorio l'indicazione distinta del valore manodopera in fattura.
    Ad ogni modo, per ottenere la detrazione, sarà necessario che le relative fatture siano intestate al Condominio, anche se da come scrivi non volete dare l'incarico all'amministratore, perchè, trattandosi comunque di parti comuni, non sarebbe regolare una pratica istruita da singoli condòmini. E' necessario, poi, che i pagamenti avvengano esclusivamente a mezzo bonifico bancario o postale specifico per la detrazione del 36%. Altra condizione, affinchè i condòmini possano portare la spesa in detrazione, è la certificazione delle spese sostenute al 31 dicembre di ogni anno d'imposta, il cui obbligo di rilascio ricade in capo all'amministratore in carica al 28 febbraio.
    Se hai altre domande, chiedi pure.;)
    Saluti,
    dolly
     
  5. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie, Dolly,
    ma, facciamo finta che il Condominio non esista. Ad esempio nel caso di un lastrico solare di proprietà esclusiva che copre (sempre per ipotesi) tre appartamenti.
    Non essendoci, appunto, il Condominio, chi può presentare la pratica?
     
  6. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    I singoli condomini. Tu puoi inviare la raccomandata a Pescara e fare i relativi pagamenti in banca. Importante indicare sul bonifico il CF di tutti coloro che detrarrano il 36%.

    Quello che mi preoccupa è che potrebbero sorgere problemi con l'ADE al momento di ripartire la spesa. Questo è un lavoro che di solito compete all'amministratore, ma credo che possa farlo ugualmente tu. Si tratta di una questione formale, per cui consiglierei di chiedere direttamente all'agenzia delle entrate.
     
  7. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ...mi mancava solo il particolare che mi hai indicato tu.:daccordo:
     
  8. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sono andato sul sito dell'AdE e, se ho ben capito, non c'è nemmeno più l'obbligo di inviare la comunicazione al Centro di Pescara. Trattandosi quindi di un semplice lastrico solare, credo che basti inviare la comunicazione di inizio lavori all'ASL; pagare la ditta con bonifici bancari o postali, conservare le copie degli stessi, suddividere le spese mediante le tabelle millesimali relative, clacolare il 36% degli importi risultanti e.....suddividerli in 10 rate annuali da scaricare dalle tasse.
    Pensa che si tratta di un lastrico di circa 36 mq. la ditta (un amico) mi farebbe il lavoro a 3.000 euro + IVA. E diventano 3300. Un terzo sarà a carico mio, quindi 1100 euro. Scaricherò la somma di 396 euro un 10 anni (39,6 euro/anno).
    I Condomini sotto di me, stante la quasi identicità dei valori millesimali si suddivideranno 2200 in 4, cioè 550 euro circa a testa. E si scaricheranno l'enorme cifra di 19,8 euro per i prossimi 10 anni!!
    Magari qualcuno di essi non faceva neppure la dichiarazione dei redditi e così, se vorrà scaricare qualcosa dovrà magari pagare il CAAF o il ragioniere che gli faccia la dichiarazione!!! Divertente, se non fosse grottesco.
     
  9. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Telo avevo già confermato, nel mio post di ieri delle 14.44, che non è più obbligatorio inviare la comunicazione preventiva al centro operativo di Pescara (per effetto del dl 78/2011 convertito in legge n. 106 del 12 luglio 2011) dal 14 maggio 2011, così come non è più obbligatorio l'indicazione distinta del valore manodopera in fattura.
     
  10. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Come fai ad ipotizzare che il Condominio non esista?
    Infatti, la nascita di un Condominio non postula un formale atto costitutivo, ma si verifica "pleno jure" con la costruzione sul suolo comune o con il frazionamento da parte dell’unico proprietario pro indiviso di un edificio, i cui piani o porzioni di piano vengano attribuiti a due o più soggetti, in proprietà esclusiva; ovvero il Condominio è costituito nel momento stesso in cui vi è una comproprietà di parti comuni in capo a proprietari diversi, quindi anche nell’ipotesi di DUE soli condòmini.
     
  11. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    1) No, come detto prima, non sarebbe fiscalmente regolare, trattandosi di una parte comune.
    2) Mi spiace tu non sia ancora aggiornato.:^^:
     
  12. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Credo che sulla definizione di "parte comune" di quello che Luigi Barbero ha chiaramente definito nel suo primo post "lastrico solare di mia proprietà esclusiva" si potrebbe discutere molto.

    Ora, visto che godi di certezze assolute, spiegami per favore dove sta scritto (a parte che nei tuoi post) che il singolo condomino non possa istituire e portare a compimento la pratica per la detrazione del 36%. Magari hai ragione tu e io posso imparare qualcosa. E con me i condomini che effettuano opere sulle parti comuni ex artt. 1102 e 1134 (con ratifica assembleare successiva all'esecuzione dei lavori) e che fanno la pratica senza il minimo problema, oppure quelli di condomini senza amministratore...


    A me spiace che tu non legga con attenzione i post altrui prima di farci sopra dell'ironia.

    Nel post #2, prima risposta ricevuta da Luigi Barbero ho chiaramente risposto alla domanda sull'obbligatorietà della raccomandata:


    Attendo trepiante chiarimenti sulla prima parte. Grazie.
     
  13. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Scusami, non era mia intenzione fare dell'ironia...ne' intendevo ledere la suscettibilità altrui...
    Quello che intendo dire, visto che hai parlato di "singoli condòmini", è che non sarebbe regolare qualora la pratica appunto venisse istruita singolarmente, ovvero con fatture e bonifici ad essi intestati, ma il tutto deve essere riferito al Condominio. L'esperienza suggerisce che in sede di controllo, AdE richiede la certificazione o dichiarazione rilasciata dall'amministratore inerente la quota spettante.
    Poi, che il il lastrico sia ad "uso esclusivo" NON significa che sia di proprietà cioè privato..

    Saluti
    dolly:fiore:
     
    A piace questo elemento.
  14. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Tanto per chiarezza: Il lastrico solare de quo è di mia proprietà personale ed esclusiva e serve di copertura a 4 appartamenti.
    Sul sito dell'AdE c'è scritto nelle note esplicative che la pratica può essere istruita sia dal proprietario del lastrico, sia dal comodatario del lastrico stesso. In definitiva, a loro (fisco) non gliene importa niente chi fa la pratica. L'importante è che gli adempimenti fiscali vengano rispettati, ossia, bonifici, fatture et documentazione di rito qualora occorra.
     
  15. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Allora, precisiamo un punto: quando si parla di riparto secondo l'articolo 1126cc, questo è un riparto del CONDOMINIO infatti 1/3 della spesa è a carico del proprietario esclusivo (o usuario) mentre i restanti 2/3 a carico di tutti coloro che son coperti dal lastrico. Ora, in relazione alle singole unità abitative (ovvero non a livello condominiale), l'intervento è agevolabile SOLO se il rifacimento è effettuato con materiali diversi rispetto a quelli pre-esistenti (l'intervento infatti potrebbe essere annoverato quale m.o. non essendo richiesto alcun titolo abilitativo, DIA/SCIA...). A livello condominiale, invece anche la manutenzione ordinaria è ammissibile. Auspicabile, dunque, che fatture e bonifici venissero intestati al Condominio.
    Saluti
    dolly;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina