1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ginore

    ginore Membro Attivo

    Ho acquistato un immobile da ristrutturare in Trentino; approntato il progetto il mio tecnico mi comunica che, prima di depositare la pratica in Comune e quindi prima di iniziare i lavori è necessario che un Tecnico Abilitato adempia a quanto previsto dalla legge 10/91 (Norme per l'attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell'energia...) e quindi lo stesso deve stilare un modulo da allegare alla pratica edilizia.
    Vi risulta?
    Si tratta dell'A.P.E. (attestato di prestazione energetica prima noto come l'attestato di certificazione energetica)? o non centra nulla con l'APE?
     
  2. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Si risulta, diciamo che la legge 10/91, sarebbe aggiornata con il dlgs 192/2005 e dlgs 311/2006 e ss. L'adempimento a tali legge sta ancora a monte della certificazione energetica, infatti seguendo tali normative si assevera (ovviamente con calcoli alla mano) che gli impianti dell'immobile e l'involucro stesso dell'immobile sono stati progettati per consentire un uso razionale dell'energia il famoso "risparmio energetico". La certificazione energetica è un controllo post esecuzione appunto che certifica che i lavori abbiano seguito le intenzioni di progetto.
    Il certificatore energetico (in questo funziona come il collaudatore delle opere strutturali dell'edificio) non può essere il progettista o l'esecutore dell'opera o persone riconducibili ad essi.
     
  3. ginore

    ginore Membro Attivo

    grazie Daniele 78!
    fammi capire meglio per favore: devo far fare quindi due distinte certificazioni?
    una da presentare prima dell'inizio lavori (relazione energetica ex legge 10/91) ed una seconda, terminati i lavori (la certficazione energetica APE)?
    oppure ne basta solo una (con unica spesa ovviamente, anzichè doppia!!!)?
     
  4. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    La prima non è una certificazione come l'APE, ma presenti una relazione tecnica dove descrivi l'intervento e quali materiali utilizzi oltre al normale progetto architettonico e strutturale. Il progetto vero e proprio (legato a ciò che relazioni) puoi presentarlo anche non immediatamente (dipende però da Comune a Comune c'e chi lo pretende subito cìe chi aspetta), ma comunque prima della fine dei lavori sarà necessario averlo per ottenere l'agibilità dell'immobile trasformato.
    Il progetto contiene i disegni dell'immobile con tutti i calcoli delle trasmittanze delle singole pareti portanti ed anche dei tramezzi divisori, dove vengono evidenziati le caratteristiche dei materiali (tipo e spessore di mattoni, isolanti, blocchetti ecc) più l'eventuale presenza di pannelli solari termici o fotovoltaici e gli impianti idrotermosanitario (dimensionamento, calorie richieste dal fabbricato per coprire il fabbisogno di energia ecc.). Un termo-tecnico (non io) te lo spiega nei minimi dettagli ed è lui che realizza il progetto ex legge 10/91.
    La certificazione energetica (ora APE) invece può essere fatta anche non da un termotecnico purché abbia fatto il corso e sostenuto l'esame passandolo.
    La legge ex 10/91 è il progetto del risparmio energetico, la certificazione (APE) è il controllo finale sulla realizzazione (in questo caso che sia conforme al progetto).
     
  5. ginore

    ginore Membro Attivo

    perfetto daniele, chiarissimo, grazie infinite!
    Se ti chiedo una idea della possibile spesa siamo out?
     
  6. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Si, non perché non voglia dirtelo, semplicemente che non mi occupo di progettazione sul risparmio energetico, devi chiedere ad un termo-tecnico specializzato (di solito sono ingegneri termotecnici, a volte periti industriali), personalmente non conosco Geometri che progettano il risparmio energetico (ex legge 10/91).
    Per la certificazione di solito da un professionista dalla mie parti va dai 250 ai 300€ +IVA (lascia stare i certificati online anche se costano 50€ non fanno quasi mai un sopralluogo e devi fornirgli tutti i dati tu mentre gli "altri" corrono e si prendono la briga di fare le cose per bene con responsabilità...i risultati che possono portare le due diverse strade le lascio a te. Saluti
     
  7. ginore

    ginore Membro Attivo

    grazie 1000 Daniele 78!
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  8. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Prego non c'è di che.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina