• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

gabr31

Membro Junior
Proprietario Casa
Salve a tutti, volevo porre questo quesito; sto per affittare il mio appartamento a due amiche straniere (entrambe in regola e con il permesso di soggiorno) hanno contratto lavorativo una come badante e una come assistente domiciliare in una cooperativa nell'ambito del comune di roma. Secondo voi il contratto va intestato ad entrambe? E se una rifiuta e vuole intestarlo solo all'altra? Non possono prendere la residenza se non sono intestatarie del contratto? Grazie mille per l'ascolto...
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Secondo voi il contratto va intestato ad entrambe?
Non necessariamente. Ma sarebbe meglio per te, così risulterebbero entrambe obbligate.
Non possono prendere la residenza se non sono intestatarie del contratto?
Per chiedere l'iscrizione anagrafica è necessario che l'occupazione dell'immobile non sia abusiva e in base a un titolo valido. Pertanto, quella delle due che non risultasse conduttrice, potrebbe chiederla dichiarando che la sua occupazione avviene con il consenso dell'altra.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

gabr31

Membro Junior
Proprietario Casa
Grazie e per quanto riguarda il fatto di intestare il contratto ad entrambe?Certo per me potrebbe essere una sicurezza in caso di mancato pagamento del canone, avere due intestarie.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
potrebbe essere una sicurezza avere due intestarie.
Concordo con le risposte di @Nemesis, e come dici tu preferirei intestare il contratto alle due persone, in modo che siano obbligate in solido al pagamento dei canoni di locazione e degli oneri accessori (spese condominiali, ecc).

Se sono due amiche che hanno deciso di vivere nello stesso appartamento per dividere le spese, non vedo per quale motivo una delle due potrebbe rifiutare la cointestazione del contratto.
 

moralista

Membro Senior
Professionista
La proposta che ti è stata fatta non è convincente, fai un contratto solidale eviti problemi in seguito, ci siamo passati in tanti x fatto del buonismo
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve, mio marito ed io siamo in separazione dei beni e risediamo nella casa di proprietà di mio marito. Abbiamo deciso di trasferirci in un'altra abitazione(situata nello stesso comune) per la quale io sola ho richiesto il mutuo, facendo mio marito da garante, e che verrà intestata a me. Quesito: ai fini fiscali, spostando la residenza di entrambi nella nuova casa in acquisto, la casa di mio marito come risulterà?
Ciao amici, pongo questo quesito:.
Siccome n° 5 condomini su un totale di 8, sono favorevoli che rappresentano 625 millesimi della scala, alla sostituzione del portoncino d'ingresso scala, quindi basta questa maggioranza o il consenso deve essere unanime? Spero di avere risposte a questo quesito al più presto.
Ciao Sammarco M.
Alto