1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. raba

    raba Nuovo Iscritto

    Salve, il mio quesito è questo:
    abito da 30 anni in una unità immobiliare ricavata da una parte dell'annesso agricolo che c'era già dagli anni
    50.
    L'altra parte è stata sistemata e solo in estate viene a soggiornarci mia cugina. L'immobile è posto su di una proprietà indivisa alla quale si accede da un unica strada e unico cancello e obbligatoriamente tutti devono passare davanti al mio porticato, costruito su resede esclusiva e camminare su di un prato in resede comune.
    Dopo la morte degli zii IO sostengo TUTTE le spese per la cura e la coltivazione del terreno compreso il lavoro di potatura degli ulivi e mantenimento dei macchinari,gasolio ecc..in più sono a mio carico anche le spese di energia elettrica che viene consumata durante tutto l'anno per un "ricatto" morale che mi è stato fatto
    proprio da mia cugina che vorrebbe pagare solo la parte di energia elettrica per il periodo estivo.
    Vorrei sapere se mia cugina decide di affittare la sua unità immobiliare, visto che chiunque entra deve passare dal cancello posto su terreno anche di mia proprietà, io mi posso opporre? e qualche consiglio??
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Gli immobili indivisi spesso finiscono per rovinare i rapporti tra parenti o comproprietari.Il tuo è il caso provato, ma pensa, ora, per un momento cosa sarà in futuro: I tuoi figli, se li hai, dovranno andare d'accordo con i figli di tua cugina e via dicendo con le persone a cui eventualmente affittasse.
    Allora, devi affrontare il problema in maniera radicale, con serenità e con la determinazione di arrivare alla soluzione.
    Prenditi una consulenza di un tecnico e studia una divisione giusta degli immobili, studia la possibilità di dividere le utenze, e cerca, con le buone maniere, di proporre una divisione. Ne guadagnerai in salute e in valore immobiliare, un immobile tutto tuo e in regola, varrà sempre di più di un mezzo immobile con relative liti e impossibilità di vendere, di accendere un mutuo, di fare opere di ristrutturazione.
     
  3. raba

    raba Nuovo Iscritto

    Hai perfettamente ragione !!! E infatti le 2 unità immobiliari sono state divise (almeno quelle!!) con atto notarile nel 2000, ma tutte le parti esterne sono rimaste indivise:terreno, piazzale per posteggio auto, giardino ecc ..e i contatori delle varie utenze sono in casa mia perchè a suo tempo, dovendo andare ad abitarci velocemente, la cosa più semplice fu installare i contatori nella mia unità abitativa !! Per spostare il tutto mi sono già informata e la spesa è davvero onerosa: va rifatto tutto l'impianto elettrico ..al momento non posso sostenerla! Chiedo: posso eventualmente,visto che sono anni che pago TUTTO IO e che anche i lavori a suo tempo sono stati fatti a mie spese eccetto il materiale che è stato pagato al 50%, nel caso dovesse affittare o vendere la sua unità immobiliare, staccare tutto a lei , cancello automatico, pompa del pozzo,e luce esterna obbligandola a rifarsi l'impianto? e ripeto: può lei affittare o vendere la sua unità immobiliare senza chiedermi niente visto che il passaggio è su proprietà indivisa? Grazie per vostro interesse
     
  4. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Avendo tu le utenze, il distacco è una volontà che tu richiedi e che tua cugina deve porvi rimedio. Onerosa o no è una incombenza che deve sobbarcarsi. Tu sei stufa anche per quello che devi subire, ingratitudine compresa.
    Diverso è il discorso per aree in comune che devi, una buona volta, affrontare per la divisione. In futuro ti rallegrerai e ringrazierai la buona volta che ti sarai decisa ad affrontare il problema, magari qualche metro in meno ma tutto tuo e senza il passaggio di estranei.
     
  5. raba

    raba Nuovo Iscritto

    Hai colto nel segno con un unica frase "Tu sei stufa anche per quello che devi subire, ingratitudine compresa ".
    ed hai anche pienamente ragione sul fatto della divisione del terreno !! Ne abbiamo parlato spesso in famiglia e a questo punto credo che sia arrivato il momento !! Non ho nessuna intenzione di vedermi di dover condividere il mio quotidiano con degli sconosciuti, considerando anche che non si può mai sapere che tipo di persone ti ritrovi vicino!! Grazie per aver risposto e sopratutto per aver capito il mio problema !!!
     
  6. maristella

    maristella Nuovo Iscritto

    Raba anche io ho il tuo stesso problema:la casa è stata divisa, ma insiste su un terreno indivis:shock:ra mio cognato potrebbbe voler affittare, anch'io non so se sia legale che possa affittare ad estranei dal momento che passano su un terreno indiviso e non ci sono recinzioni di nessun tipo tra le due unità immobiliari..spero qualcuno possa darci una mano, prima ovviamnte di rivolgerci ad un legale e far partire la divisione giudiziale del terreno.
     
  7. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Purtroppo, Maristella, da come riferisci la cosa sembra perfettamente legale. Infatti se avete diviso la casa e il terreno, no, risulta che ogni appartamento può godere del terreno indiviso, ovvero ognuno può soggiornarci, transitarci, usarlo, senza impedire all'altro lo stesso uso.
    Se pensi che si presti ad una divisione equa e che sia logica per avere uno sfruttamento razionale di una parte ad un comproprietario e un'altro all'altro, allora avvia questa nuova ed ulteriore divisione.
     
  8. raba

    raba Nuovo Iscritto

    Certo Adriano,come PROPRIETARI del terreno indiviso mi sembra ovvio che venga utilizzato per il passaggio ecc senza impedire all'altro di fare lo stesso! Ma il problema nasce se uno dei proprietari affitta la propria porzione di casa a terzi (estranei) o vende SOLO la propria porzione di casa a terzi ...Gli affittuari o i nuovi proprietari della casa hanno lo stesso diritto di transitare e godere dello spazio esterno indiviso?? Il succo è un pò questo...
     
  9. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Purtroppo per te si, è ovvio che se uno possiede un diritto, come cointestatario, dando in affitto o uso a terzi, è suo diritto trasferire tutti i suoi diritti al conduttore. Solo per fare un favore a te, potrebbe cedere in locazione, limitando l'uso della superficie comune.
     
  10. maristella

    maristella Nuovo Iscritto

    Adriano, Raba è stata chiara...ti chiede, se affitta o vende..l'affittuario può godere del terreno proindiviso? tu dici si. Io penso che se affitta: è un discorso, se vende è un altro.Se affitta trasferisce un suo diritto, ma non puoi vendere una casa che insiste su un terreno pro indiviso.Devi cedere il diritto all'acquirente.In questi casi Raba, te lo dico , perchè è un problema simile al tuo: conviene chiedere immediatamente la divisione giudiziale perchè tra 20 anni ci sarà una risposta...nel frattempo slaccia le utenze e tutto ciò che grava su di te...magari poi deciderà di venderti la casa ad un prezzo equo---
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina