1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. estate

    estate Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve,
    poiché il decreto modificativo dell'IMU (DL 31.06.2013 n. 102) ha ridotto l'aliquota della cedolare secca al 15% per i contratti a canone concordato ho pensato che sarebbe conveniente modificare un contratto da canone libero a canone concordato per beneficiare della riduzione dell'aliquota dal 21 al 15.
    Vorrei sapere se qualcuno a Palermo ha mai fatto contratti a canone concordato e a chi devo rivolgermi e poi se è possibile, fermo restando un contratto in corso, passare dal canone libero a quello concordato facendo un contratto modificativo di quello in corso, allo scopo di salvaguardare la durata del contratto originario.
    Grazie a tutti
     
  2. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Intanto guarda nel sito del tuo Comune, cerchi gli accordi territoriali (forse fai prima da Google), guardi i parametri (zona, mq, caratteristiche dell'appartamento...) e ti calcoli la fascia di oscillazione del canone per essere sicuro che il canone che ora percepisci ci stia dentro.
    Poi temo che tu debba chiudere il contratto attuale e stipularne uno nuovo, usando uno dei moduli appositi (se ne trovano in internet)
     
    A fiorello64 piace questo elemento.
  3. wmar

    wmar Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Certamente. La tipologia di un contratto di locazione (libero, a canone concordato etc.) è un tratto definitorio del contratto stesso (e dal quale dipende la durata), per cui non può essere modificata durante la durata del contratto. Nemmeno è possibile modificare la tipologia contrattuale al momento della proroga, visto che ad essere prorogato (posto che la proroga ci sia) è quel determinato contratto, del quale, appunto, la tipologia non è una determinazione accidentale bensì una essenziale. Morale della favola: occorre operare (sulla base, si intende, delle condizioni previste dalla legge) la risoluzione del contratto e farne uno nuovo.
    Il comune di Palermo (che è ad alta tensione abitativa) è tra quelli che hanno predisposto l'accordo territoriale necessario per la stipulazione dei contratti di locazione con canone concordato ai sensi dell'art. 2, comma 3, della L. 431/1998
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  4. estate

    estate Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ringrazio delle risposte. Sono andato al Sunia e ho trovato quello che cercavo, devo fare l'Ape e poi il nuovo contratto. Il canone ora corrisposto è inferiore a quello derivante dai conteggi e quindi rimane uguale.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina