• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Kaffeine76

Membro Junior
Proprietario Casa
#1
ciao a tutti e grazie per i continui suggerimenti che ci date quotidianamente.
Ho un problema che non riesco a risolvere:
contratto commerciale con ditta di abbigliamento il cui affitto viene SEMPRE E COSTANTEMENTE pagato in ritardo, DOPO VARIE PEC E SOLLECITI, e sempre con modalità PERSONALI ( acconti) senza rispetto del contratto in essere legalmente redatto e registrato.

Vorrei annullare tale contratto e cercare un inquilino nuovo....ecco le mie domande:
- posso effettuare uno sfratto per morosità ? (riesco a dimostrare i continui ritardi nei pagamenti anche per mesi...)
- agendo legalmente finisco solo per spendere dei soldi per l'avvocato ?

grazie a tutti per i vostri preziosi suggerimenti/esperienze

kaffeine76
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
#2
Le attività sono molto in difficoltà. Valuta la possibilità facile o difficile di trovare un altro conduttore e questa volta con capacità di generare reddito e quindi di assolvere al canone con regolarità. Se ci sono queste condizioni, devi costruire l'azione di sfratto, notificando esattamente i ritardi di pagamento, documentando i solleciti sia Pec o A.R. e portando una pratica pronta da attivare ad un ottimo avvocato ( L'avvocato ottimo serve a comprimere i tempi di attesa per lo sfratto esecutivo) In tutto questo tempo, ceca di incassare più possibile, perchè anche lo sfratto non ti porterà ad incassare nulla se il conduttore è un nulla tenente. Quindi hai una partita a scacchi da giocare con estrema strategia.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
#3
Se il contratto commerciale prevede la clausola risolutiva espressa (art. 1456 Cod. Civ.) in caso di mancanza o ritardi nei pagamenti puoi comunicare al conduttore la tua volontà di avvalertene dopo avergli inviato la diffida ad adempiere.
Così se non adempie all'obbligazione (cioè non paga) puoi risolvere il contratto; e dalla data di risoluzione in avanti almeno non paghi le imposte sui canoni non percepiti. Però se il conduttore non rilascia spontaneamente il locale, dovrai iniziare una pratica legale per rientrarne in possesso.

Se invece nel contratto non hai previsto la suddetta clausola risolutiva espressa, non puoi di tua iniziativa "annullare il contratto".
Dovrai iniziare la pratica di sfratto per morosità; oppure incentivare il conduttore (ad esempio rinunciando al tuo credito per le mensilità insolute) affinché ti invii la disdetta del contratto di locazione e lasci l'immobile.
 

Kaffeine76

Membro Junior
Proprietario Casa
#4
Se il contratto commerciale prevede la clausola risolutiva espressa (art. 1456 Cod. Civ.) in caso di mancanza o ritardi nei pagamenti puoi comunicare al conduttore la tua volontà di avvalertene dopo avergli inviato la diffida ad adempiere.
Così se non adempie all'obbligazione (cioè non paga) puoi risolvere il contratto; e dalla data di risoluzione in avanti almeno non paghi le imposte sui canoni non percepiti. Però se il conduttore non rilascia spontaneamente il locale, dovrai iniziare una pratica legale per rientrarne in possesso.

Se invece nel contratto non hai previsto la suddetta clausola risolutiva espressa, non puoi di tua iniziativa "annullare il contratto".
Dovrai iniziare la pratica di sfratto per morosità; oppure incentivare il conduttore (ad esempio rinunciando al tuo credito per le mensilità insolute) affinché ti invii la disdetta del contratto di locazione e lasci l'immobile.
E' POSSIBILE CHE IL MIO AVVOCATO NON CONOSCA l'art. 1456 ? al momento non mi ha detto nulla a riguardo e ha solo inviato un sollecito di pagamento.....
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto