1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. JO MARCH

    JO MARCH Membro Attivo

    Se affitto parte della casa in cui abito a studenti per alcuni mesi con un canone che rientri negli importi previsti per canone concordato e con cedolare secca, posso usufruire della tassazione del 10% anche se l'affitto è solo per alcuni mesi? e se invece che a studenti affitto a persone per uso transitorio? Grazie.
     
  2. Magnus Ansegar

    Magnus Ansegar Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    La locazione di una o più porzioni di una unità immobiliare con un unico contratto in solido o con contratti separati per ogni singolo conduttore, trattenendo una stanza per te, è possibile, salvo che non sia espressamente vietata dalla convenzione locale, sia in regime ordinario sia con il beneficio della cedolare secca, con le stesse norme previste per le locazioni di unità immobiliari intere, quindi, con le modalità del transitorio per studenti (aliquota cedolare 10%) o transitorio ordinario (in questo caso il conduttore dovrà documentare l’esigenza transitoria che giustifichi la brevità e l’aliquota applicabile, in regime di cedolare, è quella ordinaria del 21%), rispettando la durata legale minima di tali locazioni (un mese per i transitori ordinari e sei per quelli per studenti universitari), purchè tu sia in grado di calcolare correttamente l’ammontare del canone di locazione, in base agli accordi definiti in sede locale tra le organizzazioni della proprietà e degli inquilini, cui è opportuno rivolgersi. Nel calcolo del canone occorrerà naturalmente tener conto del fatto che una o più stanze, a tutta metratura, non sono disponibili (evidenziabili nella planimetria da allegare al contratto) e che alcuni locali sono ad uso comune (bagno, cucina, corridoi ecc.), da calcolarsi in base ad una quota proporzionale (ad esempio nel caso di due residenti, pari al 50%), ma, per una conferma, è opportuno rivolgersi alle succitate associazioni di categoria.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina