• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

belt

Membro Ordinario
#1
Ciao a tutti,
Dovrei affittare per un anno un immobile situato a Milano, posso stabilire il canone che preferisco o devo stare dentro i canoni stabiliti dagli accordi locali?
Eventualmente quale è il metodo migliore per poter affittare per un anno decidendo autonomamente il canone senza stupidi vincoli territoriali. Grazie
 

basty

Membro Storico
#2
Stupidi o meno che siano, i vincoli di legge sono molti.
E le possibilità legali di una locazione cosiddetta transitoria , poche.
I contratti transitori devono essere soggetti ad un evento noto e certo a scadenza nota, esempio la durata di un contratto di lavoro del conduttore , indicato sul contratto, durata MAX 18 mesi non rinnovabili.
Se non ricordo male il testo contrattuale e il canone rientrano nei contratti concordati.
Se è il locatore ad avere esigenze di affitto breve, l'evento deve essere certo: esempio data di matrimonio già fissata è citata contrattualmente. Se la condizione venisse a decadere, .... il contratto si tramuterebbe automaticamente in un 4+4.

Altra soluzione: affittare a società di capitali a contabilità ordinaria, uso foresteria. Solo obblighi da codice civile. Ma in genere in questi casi le condizioni le detta la società (salvo il canone che è totalmente libero )
 

belt

Membro Ordinario
#4
Naturalmente ho la disponibilita' dell'inquilino!
Abbiamo appurato che per fare un contratto transitorio a Milano non si puo' fare il canone libero ma bisogna sottostare a delle imposizioni territoriali!

Se facessi quindi un contratto 4+4 e faccio fare subito la disdetta dell'affitto tramite raccomandata con data posticipata di un anno (es stipuliamo un contratto di locazione il 01/07/2018 e mi faccio firmare la disdetta per 01/07/2019) è fattibile?
 
#5
La festa appena cominciata si presenta fresca e bella, dopo qualche tempo incomincia ad appassire, e li che nascono i problemi, e ti garantisco sono veramente TANTI
 

belt

Membro Ordinario
#6
Ma perche' rispondi in questo modo!? non serve a niente rispondere cosi', meglio non rispondere allora! ho fatto una domanda precisa..
 

uva

Membro Senior
#7
Secondo me è fattibile, ma ciò non ti garantisce completamente che l'immobile sarà rilasciato entro il 01/07/2019.

Se per quella data l'inquilino avrà cambiato idea e rimarrà lì, dovrai fare uno sfratto per finita locazione.
Il Giudice che esaminerà la pratica potrebbe trovare anomala la disdetta del conduttore inviata contestualmente (o pochi giorni dopo) la stipula del contratto di locazione.
 

belt

Membro Ordinario
#8
Grazie Uva, se nella disdetta che mi faccio firmare inserisco la data di rilascio dell'immobile ma non la data in cui è stato sottoscritta la disdetta, la disdetta a comunque valore?
 

uva

Membro Senior
#11
e nella disdetta che mi faccio firmare inserisco la data di rilascio dell'immobile ma non la data in cui è stato sottoscritta la disdetta,
Affinché abbia data certa, è opportuno che la disdetta dell'inquilino ti venga spedita con raccomandata ar.

Ovviamente la data in cui è stata firmata la disdetta non può essere successiva a quella di spedizione!
 

belt

Membro Ordinario
#12
e se fossi io che mi faccio rilasciare la dichiarazione di recesso anticipata (a lui non serve la copia) e me la spedissi io in prossimita' della scadenza tramite raccomandata????
 

uva

Membro Senior
#13
(a lui non serve la copia
Scusa, ma mi pare poco probabile che un inquilino accetti una cosa del genere!

Tu prepari la sua disdetta, gliela fai firmare, metti le date che vuoi, te la spedisci quando vuoi.
Fai tutto tu in modo che a lui non rimanga nessuna traccia di ciò che ha firmato e delle date previste: sei sicuro che l'inquilino sia tanto ingenuo da accettare?!?
 

belt

Membro Ordinario
#14
Non sarebbe ingenuo perche' a lui interessa per 1 anno l'appartamento proprio come a me interessa affittarlo per un anno si tratta di uno stagista, solo che non posso fargli un contratto da un anno a Milano a canone libero, il problema è solo quello.
 

uva

Membro Senior
#15
a lui interessa per 1 anno l'appartamento proprio come a me interessa affittarlo
Se entrambi decidete di stipulare un contratto a canone libero della durata di 4 anni + 4, allora per essere in regola potete solo procedere come segue:

oggi stipulate il contratto, senza preparare la disdetta da parte del conduttore;

quando si avvicina la data in cui la casa dovrebbe essere rilasciata (avevi ipotizzato 01/07/2019) dovrai ricordare all'inquilino di spedirti per raccomandata ar la disdetta anticipata osservando il preavviso di legge (6 mesi).

Se l'inquilino è onesto e rispetta il vostro accordo ti manderà la disdetta e rilascerà l'immobile.
Se invece avrà cambiato idea, tu potrai disdire il contratto alla scadenza del primo quadriennio solo nei casi tassativamente previsti dalla legge (art. 3, c. 1 l. 431/1998).
Se non ricorrerà uno dei suddetti casi, potrai disdire il contratto alla fine dell'ottavo anno senza necessità di motivazione alcuna.

Io non vedo alternative, se non quella di stipulare un contratto transitorio a canone concordato, osservando quanto previsto dall'Accordo Territoriale.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

moralista ha scritto sul profilo di robertomarte.
Auguri per il compleanno, conserva la delibera dell'assemblea, e in caso di infrazione potresti incolpare i dissenzienti
Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
Alto