1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. vanni53

    vanni53 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    può subentrare la figlia al posto dei genitori in affitto?
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Sempre con lo stesso contratto?
     
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    devi fare la variazione all'ade del contratto di locazione, e avvisare il locatario ciao
     
  4. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Nel caso non venga fatta la variazione, il contratto può considerarsi nullo?
    Grazie
     
  5. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Affermativo.
    La figlia è un'estranea e non compare nel contratto.
     
  6. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    "Cessioni
    1. cessione senza corrispettivo di contratto di locazione di immobili urbani
    di durata pluriennale: l’imposta è dovuta nella misura fissa di Euro 67,00;"

    "Anche nel regime di cedolare secca resta comunque l’obbligo di versare l’imposta di registro per la cessione del contratto di locazione"
    A me è capitato un subentro tra inquilini e all'Ade mi hanno fatto presentare un mod69 previo versamento di un F23 di 67 euro. Nell'F23 andavano scritti i due nomi dell'uscente e del nuovo. Il contratto non è stato toccato. Per scrupolo, era stata redatta una scrittura privata con la dichiarazione di subentro e con l'accettazione di tutte le norme contrattuali da parte del subetrante e l'abbiamo allegata al contratto.
    Nel sito dell'Ade non ho mai notato che facessero distinzione tra cessioni tra inquilini o tra proprietari... ma se a qualcuno risulta diverso.... si faccia avanti :)
     
  7. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per la cessione del contratto ritengo che occorra il benestare del locatore, se non altro per una questione di sicurezza.
     
  8. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Era un punto che avevo discusso all'Ade: è prassi, direi educazione elementare, che gli inquilini mettano al corrente il proprietario e che ci siano le presentazioni reciproche, ma gli inquilini potrebbero far tutto senza nemmeno comunicarlo. Ti ripeto che ci avevo discusso perchè anche secondo me occorreva il benestare (a parte che la persona subentrante era a postissimo), ma così mi avevano risposto... Cosa ti devo dire? :shock:
     
  9. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    art 1407 c.c. forma se una parte ha consentito preventivamente che l’altra sostituisca a sé un terzo nei rapporti derivanti dal contratto la sostituzione è efficace nei sui confronti dal momento in cui le è stata notificata o in cui essa l’ha accettata.
     
  10. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Infatti, all'Ade mi avevano detto che gli inquilini avrebbero potuto fare il subentro
    senza interpellarmi. Basta la notifica.
     
  11. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Dall'Agenzia delle entrate di Torino ho avuto informazioni differenti.
    La cessione di contratto di locazione tra conduttori è amessa solo se il conduttore che subentra è convivente con quelli che recedono, e ciò risulta dallo stato di famiglia.
    Nel caso proposto da Vanni: la figlia può subentrare ai genitori solo se risulta convivente nel loro nucleo familiare.
    In tutti gli altri casi bisogna stipulare un nuovo contratto.
    Nel mio caso l'inquilino era deceduto. Il figlio (maggiorenne, non convivente da una decina di anni e residente in un altro comune) mi ha chiesto di subentrare e io ho acconsentito. Non è stato possibile fare la cessione del vecchio contratto quindi abbiamo dovuto registrarne uno nuovo.
     
  12. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    A sto punto è Vanni che deve...batter ciglio e si spieghi maggiormente.
    Abitava coi genitori?
    Non abitava e ha chiesto se poteva subentrare ne contratto dei suoi?
     
  13. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Mi oppongo :disappunto:
    Che i diversi uffici si mettano d'accordo: porto due esperienze dirette. Reggio Emilia, inquilino che lasciava l'appartamento con la famiglia per tornare a Napoli. Gli è subentrato nel contratto un nuovo inquilino con moglie e due figli che nulla aveva da spartire col primo quanto a convivenza. Il subentro lo hanno gestito loro (siccome il primo se ne andava senza preavviso, si era premurato di trovare chi entrasse al posto suo).
    Secondo caso: Parma. Contratto intestato a tre lavoratori. Quando uno si trasferisce altrove gli subentra nel contratto altra persona che assolutamente prima viveva altrove. Già fatto nel tempo 4 subentri. Ho curato io le pratiche all'Ade.
    Uva: mi piacerebbe che l'addetto di TO che ti ha dato quelle informazioni ti facesse anche vedere da dove le ha desunte. Io nel sito dell'Ade non mi ci sono mai imbattuta... ed evidentemente nemmeno quelli dell'Ade di RE e di PR.

    Il caso, poi, che racconti, di subentrare a un defunto è diverso. Penso che si possa fare una cessione di contratto solo tra vivi. Forse per quello hai prima dovuto chiudere per poi riaprirne uno nuovo. In questo caso sicuramente l'essere conviventi avrebbe cambiato le cose, perchè nei contratti di solito c'è la formula che si da l'appartamento "...ad uso civile abitazione del contraente e dei familiari con lui conviventi in n. di..." Come a dire che tutti quelli sono legittimati a starci in virtù di quel contratto. Se il contraente defunge, il contratto passa a un altro tra i familiari.
    Almeno, io la capisco così
     
    A maidealista piace questo elemento.
  14. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Vanni!!!!... Vanni!!!...
    se ci sei batti un colpo :occhi_al_cielo: :occhi_al_cielo: al muro no, ti fai male come Eli48 :)
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  15. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Anch'io ho avuto il dubbio espresso da Elisabetta: il conduttore deceduto non può evidentemente cedere il contratto ad un'altra persona.
    Quindi avevo posto il quesito al funzionario dell'AdE: se il mio inquilino ancora in vita avesse dovuto lasciare l'appartamento per motivi di salute e trasferirsi in un istituto per anziani, il figlio non convivente avrebbe potuto subentrare? Mi ha risposto di no, appunto perché non essendo convivente è estraneo al nucleo familiare.
    In sostanza: per fare la pratica di cessione del contratto di locazione tra conduttori bisogna dimostrare la convivenza presentando lo stato di famiglia!
     
  16. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Per ora vinco io: 3 funzionari a 1 (i miei 5 subentri li han fatti 3 persone diverse) e comunque 2 uffici a 1 ;)

    Ci si ride su, però è abbastanza grave che con tutto il rigore che pretendono da noi, poi all'Ade si comportino in modo diverso a seconda degli uffici. Boh.
     
    A uva piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina