• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Con tutta la ricchezza degli amici che lavorano nel settore, e a propit.it abbiamo i migliori, cosa ne pensate del momento attuale?
La gente, mi risulta, che in questi ultimi due mesi è ferma. E' colpa delle elezioni?
La gente aspetta la bella stagione?
Chiedo questo perchè con la fine del 2009 avevo sentito dire che le banche avevano ripreso a fare mutui, le agenzie avevano risposto con un timido ottimismo. Anch'io avevo visto un interesse entusiasta nella mia sfera operativa.
Da due mesi la gente non risponde, sono tutti in letargo?
Grazie se ognuno ci darà lo spaccato della sua scienza.
Adriano Giacomelli
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
Caroi Adriano, posso riportarti le mie sensazioni.
In Versilia c'è un forte interesse all'acquisto per immobili di valore intorno ai 300/400.000 euro per le seconde case.
Il potenziale acquirente viene convinto di fare lui il prezzo, visto il momento di mercato fiacco.
Il potenziale venditore (nelle zone di pregio, entro 1 km dal mare), generalmente non ha particolari necessità di far cassa (buon per lui) e rimane arroccato su richieste simili a quelle del 2008.
Risultato: poche transazioni (anche se sono in leggero aumento nel numero) fatte a prezzi di circa il 10/15% meno del 2008.
Ripeto però che quanto sopra riportato vale per le seconde case.
Per quanto riguarda le prime case (personalmente ne lavoro poche), i colleghi in zona mi dicono che i ribassi di prezzi sono notevoli 20/25%, ma che l'interesse all'acquisto è bassissimo, sia perchè molti hanno in famiglia qualcuno che durante questa terribile crisi ha perso il lavoro ed ha visto ridursi le proprie entrate, sia per la maggior difficoltà di poter accedere ad un mutuo sostenibile.
Ad ogni modo chi ci ha rimesso sono sempre i lavoratori dipendenti ed i piccoli imprenditori ed in genere la fascia medio-bassa.:disappunto:
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Ho la sensazione che nessuno voglia scrivere su questo argomento per due motivi principali.
A) chi è pessimista, non vuole influenzare, negativamente, gli altri e la ripresa dalla quale tutti, bene o male, dipendiamo, o quantomeno, releghiamo le nostre speranze.
B) chi è ottimista, si guarda bene dall'azzardare pronostici che, anche scaramanticamente, non sta bene.
Se tra noi c'è qualcuno che costruisce, vorrebbe già sapere la risposta.
Ho un amico che ha realizzato n°6 unità di pregio, in un paesotto del Friuli, case da 320.000,00 € l'una. Il problema di chi si avvicina a questo tipo di acquisto, casa per famiglie al loro secondo acquisto, è quello di vendere la casa vecchia a 150/180.000,00, quotazione che si scontra sul mercato con molta edilizia nuova.
Infine ricordiamoci che le banche erogano mutui al massimo al 70/80% del valore dell'immobile, mentre una volta erogava anche il 110/120% del valore dato in garanzia. (copertura spese notarili ed arredamento)
Quindi siamo ad una tenuta sostanziale del mercato ma con una minor quantità di compravendite, un mercato dell'edilizia che ha continuato a costruire e una ripresa, che se anche ripartisse, anzi mi correggo, anche se già ripartita, avrà bisogno di almeno 12 mesi di volano, per vederla scomparire dalle nostre tasche.
Adriano Giacomelli
 

ralf

Nuovo Iscritto
anche io la penso come Giacomelli, il mercato sostanzialmente tiene nei prezzi,anche se un calo evidente c'è, in particolare per l'usato visto comunque che il nuovo più di tanto non può calare. vedremo. sentiamo altri pareri:D
 

fabrizio Turchi

Nuovo Iscritto
Sono parzialmente d'accordo con tutti.
Il mercato immobiliare del nuovo stà mantenendo le quotazioni del 2008 e quindi parlando in termini di "utili" di impresa o immobiliare sono comunque diminuiti in quanto le nuove leggi urbanistiche /tecniche entrate in vigore in questi ultimi due anni ( vedi Oneri di Concessione, nuova normativa sismica, termica e acustica) ha fatto aumentare i costi di costruzione nell'ordine di un 10% ( ribadisco del " costo di costruzione" non del valore a mq. dell'immobile) pertanto in valore assoluto possiamo affermare che l'attuale mercato immobiliare del nuovo è in ribasso.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

vittorievic ha scritto sul profilo di gabriella2013.
.
Per una rinuncia di diritto di abitazione è obbligatorio un atto notarile o si può ottenere anche con scrittura privata?
Alto