1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. desacla

    desacla Nuovo Iscritto

    Ho effettuato una proposta irrevocabile di acquisto, tramite un agenzia versando una caparra di 5.000 Euro, il compromesso doveva essere effettuato entro il 15 marzo 2011.
    Il mio notaio in fase di controlli ha riscontrato due ipoteche che gravano sull'immobile, facendo cosi' saltare il compromesso che dovevamo effettuare in tempo debito.
    La mia domanda e': posso rivalermi sull'agenzia, in che modo, e eventualmente a quanto ammonterebbe l'importo se dovrebbero risarcirmi?
    L'agenzia prende il 4% sulla vendita della casa, quindi circa16.000 Euro piu' IVA,in questi importi, non era dovuto da parte loro almeno fare delle ricerche per vedere lo stato dell'immobile.
    Grazie
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    l'agenzia ha lavorato da cani ma i controlli vanno fatti dall'acquirente prima di firmare la proposta.
    controlli al comune, ai registri immobiliari. etc etc................., molto meglio non fidarsi di quanto dice l'agente.
    comunque il rogito si puo' fare, l'importante e' che il venditore metta a posto le ipoteche prima del rogito.
     
  3. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'agenzia non è tenuta a fare queste verifiche, che spettano a chi acquista. Potrebbe essere citata per danni solo se avesse omesso, conoscendola, di darti informazione delle ipoteche.
    Se nel preliminare era stata posta la condizione che l'immobile fosse libero da vincoli, l'agenzia non ha diritto al compenso in quanto l'affare non è stato concluso (certo che è un po' cara come agenzia).

    Per il resto concordo in pieno con ccc1956: se il venditore si adoperasse per togliere le ipoteche prima del rogito, allora il contratto si potrebbe perfezionare.
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    può darsi che siano solo iscritte come residuo di un vecchio mutuo, prova a fare una visura ai registri immobiliari e vedi subito la situazione, per quanto riguarda l'agente immobiliare non ha agito da professionista, x un immobile di quelle dimensioni avrebbe dovuto almeno accertarsi nei confronti dell'acquirente (cliente)di eventuali residuo di ipoteche in corso;)
     
  5. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    La presenza di due ipoteche (in genere in casi del genere una è volontaria e l'altra giudiziale ) puo' essere sintomo di stato di decozione patrimoniale (scientia decoctionis) con annesso rischio di revocatoria.
    Prima di concludere eventualmente occorre fare ulteriori accertamenti sulla situazione patrimoniale del venditore.
    La giurisprudenza maggioritaria assegna l'onere al mediatore di riferire sulle circostanze a lui note o conoscibili con l'ordinaria diligenza . Il caso rientra in questa fattispecie . Pertanto se tale situazione ipotecaria era nota all'atto della proposta di acquisto accettata o del preliminare l'agente ne risponde patrimonialmente
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina